Home Technologia WhatsApp ti permetterà di lasciare un gruppo senza essere notato

WhatsApp ti permetterà di lasciare un gruppo senza essere notato

78
0

Presto potrai lasciare un gruppo di WhatsApp all’insaputa degli altri membri. Ed è che l’azienda americana, di proprietà di Obbiettivosta lavorando a una nuova funzionalità in modo che solo gli amministratori del gruppo vengano informati di tale uscita e non tutti i membri del gruppo, come avviene attualmente.

Secondo il portale WABetaInfo, la prossima versione beta dell’applicazione di messaggistica istantanea incorporerà già questa modifica, sia per dispositivi mobili Androide e iOS come per la versione web del Chiacchierare.

L’utente che sceglie di lasciare un gruppo avrà la possibilità di confermare la propria partenza o di cancellarla. Se esci, riceverai una notifica che ti informa che solo gli amministratori della chat saranno informati della tua decisione. Gli altri utenti non ne saranno a conoscenza.

Cronologia utenti

Questa misura cerca di dare agli utenti maggiore Privacy quando scelgono di lasciare un gruppo in cui non vogliono far parte, evitando così domande potenzialmente fastidiose. WhatsApp sta però preparando un’altra funzione che va nella direzione opposta: consentire a tutti gli utenti di un gruppo di consultare una cronologia dei suoi membri, che consentirebbe loro di sapere chi ha lasciato il gruppo (anche se non quando). Al momento, secondo WABetaInfo, questa nuova funzione sarà disponibile solo per gli utenti mobili Android.

Vedi anche:  Tinder per i cristiani | Questa è Salt, l'app per credenti single

Alla fine di aprile, WhatsApp ha introdotto 107 nuove “emoji” e solo la scorsa settimana ha abilitato una nuova funzionalità che consente agli utenti di rispondere a qualsiasi messaggio con icone diverse, in modo simile a quanto già consentono altre piattaforme come Discord.

Articolo precedenteL’abito gioiello della regina Letizia per la cena di gala con i reali del Qatar
Articolo successivoIl target diminuisce dopo la pubblicazione dei risultati e l’avviso di “costi elevati”