Home Economia Wall Street rimbalza su un mercato rotto e gravemente ipervenduto nel breve...

Wall Street rimbalza su un mercato rotto e gravemente ipervenduto nel breve termine

58
0

Wall Street registra un leggero rimbalzo, soprattutto nel settore tecnologico, all’interno di un mercato che è rotto e molto ipervenduto a breve termine, a causa dell’elevata volatilità che si è depositata nelle borse. Gli indici di New York hanno segnato i minimi annuali questa settimana, a causa della paura degli investitori Inasprimento monetario della Federal Reserve (Fed). per frenare l’inflazione.

mercati azionari mondiali sono in a mercato ribassista non ancora finito“. Così chiari sono gli analisti di Morgan Stanley sulla situazione attuale. Questi strateghi, che sono stati tra i primi ad anticipare i problemi, sostengono che le previsioni sugli utili macroeconomici e aziendali “continuano a indebolirsi man mano che le economie globali si muovono verso fasi successive del ciclo“.

Tra le loro previsioni, si aspettano che i mercati azionari mondiali scambino a oscillare lateralmente nei prossimi mesi e anticipare l’S&P 500 scambiato a 3.900 punti (livelli quasi attuali) nel terzo trimestre del 2023, anche se in quel periodo non escludono”ulteriori ripide disceseal di sotto di quel prezzo.

Potremmo superare il nostro obiettivo di ribasso nel breve termine per poi risalire verso quota 3.900 la prossima primavera”, concludono questi analisti, che anticipano un mercato “molto volatile e una recessione globale nei prossimi 12 mesi“.

Con queste previsioni negative, le loro borse preferite sono quelle di Giappone, Regno Unito e Australia. “Preferiamo le azioni giapponesi (con copertura), dove le valutazioni sono basse, il ROE è vicino ai massimi da 40 anni e gli utili sono sostenuti dalla debolezza dello yen”, spiegano. Per quanto riguarda il Regno Unito e l’Australia, sottolineano che beneficiano della loro “elevata esposizione” a materiali grezziuno di pochi settori azionari in cui consigliano di investire nello scenario attuale.

Vedi anche:  Solaria è un continuo che voglio e non posso: il supporto di 15,50 euro è fondamentale

PARAMÉS CRITICA LE BANCHE CENTRALI

Per la sua parte, Francisco Garcia Paramesil fondatore, presidente e amministratore delegato di Cobas Asset Managementha messo in guardia sull’attuale situazione economica e ha duramente criticato le banche centrali.

Nella sesta conferenza annuale con gli investitori Cobas, il noto manager ha sottolineato che “è possibile, e anche probabile, che l’inasprimento monetario delle banche centrali causare un rallentamento economico o addirittura una recessionein misura maggiore o minore.

Paramés ha ricordato che “questo è già successo all’inizio degli anni ’80, quando Paolo Volckerallora presidente della Federal Reserve, ha dovuto aumentare in modo aggressivo i tassi di interesse per stroncare sul nascere l’inflazione degli anni ’70”.la situazione ora è molto più pericolosa che negli anni ’80perché allora i debiti degli Stati erano ragionevolmente limitati”.

JEROME POWELL MANTIENE IL SUO DISCORSO

In questo senso, il presidente della Fed, Jerome Powell, lo ha commentato questo giovedì non ha promesso uno sbarco per l’economia, perché la priorità è abbassare l’inflazione.

“Un atterraggio morbido è in realtà tornare al 2% di inflazione mantenendo la forza del mercato del lavoro. Ed è piuttosto difficile da fare in questo momento”, ha detto Powell.

Pertanto, ha avvertito che il controllo dell’inflazione potrebbe causare qualche sofferenza finanziariama è ancora la sua priorità assoluta.

Vedi anche:  La caduta "eccessiva" del bitcoin supporta il suo ruolo di "promotore di ritorno del portafoglio"

GUERRA, ECONOMIA, AFFARI E ALTRI MERCATI

Sul fronte della guerra, la tensione geopolitica aumenta perché Svezia e Finlandia intendono presentare domanda di adesione alla NATO la prossima settimana. La Russia ha già avvertito che lo considera una minaccia e che adotterà misure militari. Da parte loro, le forze ucraine continuano a recuperare territori nel nord del paese, sebbene le truppe russe continuino ad avanzare nel controllo dell’est e del sud del paese.

A livello aziendale, il broker Robinhood vola dopo che il CEO dell’exchange di criptovalute FTX Trading ha preso una quota del 7,6%.

Anche se la notizia del giorno è quella Elon Musk ha “temporaneamente” sospeso la sua offerta di acquisizione su Twitter fino a quando il social network non confermerà che il numero di account falsi e spam rappresenta meno del 5% degli utenti.

Sulle criptovalute, l’incertezza continua dopo il UST e Terra ‘Momento Lehman’. Il bitcointuttavia, rimbalza del 6% ($ 30.310) dopo il grande rally di giovedì.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale è salito del 2,74% ($ 109,04) e il barile Brent anticipa il 2,54% ($ 110,18), mentre il Euro si deprezza dello 0,16% ($ 1,0362) e rimane molto debole nei confronti del biglietto verde. Oltre al oncia d’oro rendimenti 1,32% ($ 1.800); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni sale al 2,902%.

Articolo precedenteElon Musk sospende temporaneamente l’acquisto di Twitter
Articolo successivoTaccuino: l’Aston Villa paga il Barcellona per mantenere Coutinho, la statua di Aguero, i tifosi del Nizza condannati per i canti di Sala, altro