Home Economia Wall Street raccoglie benefici e chiude il trimestre in rosso per la...

Wall Street raccoglie benefici e chiude il trimestre in rosso per la prima volta dal 2020

97
0

Wall Street raccogliere benefici (Dow Jones: -1,56%; S&P 500: -1,57%; Nasdaq: -1,54%) l’ultimo giorno di a mese di marzo che è stato molto volatile per le azioni statunitensi (e globali) a causa dell’invasione russa dell’Ucraina. Sebbene Marzo è stato un mese di progresso per i tre principali indici (Dow Jones: +2,61%; S&P 500: +3,83%; Nasdaq: +5,04%), il mercato azionario statunitense chiude in rosso il primo trimestre 2022 per la prima volta dal primo trimestre del 2020, l’inizio della pandemia di coronavirus: il Dow Jones ha tagliato il 4,72%, l’S&P 500 è sceso del 5,20% e il Nasdaq è crollato del 9,66% in questi tre mesi.

Con tutto, nulla è in grado di abbattere l’attuale mercato rialzista iniziata dopo i minimi della pandemia, nel marzo 2020. Né il alta inflazione causata dal Covid-19, che ha costretto il Riserva Federale (Fed) di cambiare la sua politica monetaria e aumentare i tassi di interesse, né il guerra in ucrainache ha innescato i prezzi delle materie prime, sono state in grado (per il momento) di provocare un crollo del mercato azionario (sebbene i ribassi dai massimi siano stati di 15% per l’S&P 500 e superiore a 20% per il Nasdaqil che implica una correzione davvero eccezionale).

Tuttavia, dicono alcuni investitori è solo questione di tempo prima che ciò accadaperché la curva dei rendimenti negli Stati Uniti si è invertita in alcuni trattiche anticipa a recessione nei prossimi mesi.

In ogni caso, ciò non significa che devi esaurire il mercato. Storicamente, no. Perché quando si verifica l’inversione della curva, l’S&P 500 continua a salire, poiché è un avvertimento a medio termine.

Vedi anche:  Vestas affonda: taglia le previsioni dopo aver lasciato la Russia e trascina Siemens Gamesa

In media, la recessione non compare prima di sei mesi o un anno dopo. E i mercati azionari di solito hanno sezioni al rialzo di una certa importanza (15% in media, secondo JP Morgan). Cioè, fino a avviene la grande correzione che, in media, mostra cali del 40% per l’S&P 500. Pertanto, devi essere consapevole dei rischi se sei dalla parte degli acquisti del mercato.

L’OLIO FA RESPIRARE

Al momento attuale della giornata, l’olio dà una pausa alle borse prima della possibilità che Biden annuncia oggi il rilascio massiccio di scorte dagli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, l’incontro OPEC+ si è accontentata dell’aumento previsto di 432.000 barili al giorno per maggio, cifra leggermente superiore ai 400.000 previsti da tutti gli analisti anche se in linea con le aspettative.

Il barile di greggio Texas occidentale è sceso bruscamente, 6,34% ($ 100,98), e il barile Brent è sceso del 5,43% ($ 107,29).

“Le borse avanzano leggermente, però l’affidabilità del ritorno è molto bassa. Le misure per moderare i prezzi dell’energia hanno un effetto temporaneo, mentre danno da conflitto durerà per un lungo periodo di tempo, generando più inflazione e forte rallentamento della crescita“, spiegano da Bankinter.

GONFIAGGIO PCE, DOCCIA

In questo senso, gli investitori guardano a uno dei grandi riferimenti della settimana: i dati sull’inflazione PCE negli Stati Unitiche misura l’evoluzione della spesa per consumi ed è la misura utilizzata dalla Fed per calibrare le aspettative di inflazione.

Vedi anche:  CaixaBank "delude le aspettative" con i risultati del quarto trimestre

Il Il deflatore dei consumi PCE è salito al 6,4% dal 6,1% di gennaio e il core PCE è salito al 5,4% dal 5,2%. Gli investitori stanno scontando poiché la Fed aumenterà i tassi 50 punti base a maggio contenere l’inflazione.

Allo stesso tempo, è stato conosciuto dati settimanali sulla disoccupazione. Le richieste di sussidi di disoccupazione settimanali sono aumentate a 202.000, da 188.000 di una settimana fa e 197.000 previste. Nel frattempo, le richieste in corso sono scese a 1,3 milioni, da 1,34 milioni di una settimana fa e 1,35 milioni previsti.

ANALISI TECNICA E ALTRI MERCATI

Per analisi tecnica, il Nasdaq 100″ha confermato, dopo aver superato la resistenza di 14.340 punti, un double book bottom“, indica José María Rodríguez, analista di ‘Bolsamanía’.

“Non sappiamo se ci sarà o meno un movimento nel Nasdaq 100 sotto forma di ‘ritorno’ al nuovo supporto, prima della resistenza, di 14.355 punti. Ma se ci fosse, questo calo rientrerebbe assolutamente nei parametri normali.

E se finalmente la cifra del ritorno è soddisfatta, allora c’è da sperare che l’attuale ‘rally’ finisca per portarlo verso livelli di prezzo vicini ai 15.750 punticome obiettivo teorico di aumento minimo”, aggiunge questo esperto.

In altri mercati, il Euro si è deprezzato dello 0,77% ($ 1,1070), mentre il oncia d’oro è stato rivalutato dello 0,12% ($ 1.941). Infine, il bitcoin è diminuito del 2,76% ($ 45.715); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni è sceso al 2,327%.

Articolo precedenteCorporación Financiera Alba vende la sua partecipazione del 28% in Satlink per 48,5 milioni di euro
Articolo successivoCade e rabbia per bitcoin dopo che l’UE vieta le transazioni anonime con “cryptos”