Home Economia Wall Street prevede di prendere profitti dopo il suo rally verticale dai...

Wall Street prevede di prendere profitti dopo il suo rally verticale dai minimi di marzo

69
0

Wall Street prevede prese di profitto dopo il rally verticale dai minimi di inizio marzo. Il S&P 500 ha riacquistato livelli di 4.600 punti e quotato a meno di uno 3% del suo massimo storico, segnato in passato 4 gennaio in 4.818 numeri interi.

Il principale indicatore azionario mondiale è rimbalzato bruscamente nonostante l’incertezza sul guerra in ucrainail alta inflazione negli Stati Uniti e il ritiro degli stimoli annunciato dal Riserva Federale (Fed).

Gli investitori hanno scontato che il conflitto armato finirà a breve termine dopo il progressi nei negoziati per raggiungere un cessate il fuoco. E mentre è positivo che la Russia abbia annunciato il ritiro da alcune città come kiev e Chernigov, la sensazione è che Putin sia stato costretto a ritirare le proprie forze concentrarsi sul controllo dell’est Ucrainaperché non è riuscito a ottenere il controllo del paese oa rovesciare il governo Zelenksi.

In questo modo, Bisognerà vedere come si evolverà la situazione nei prossimi giorniper verificare fino a che punto avanzano le trattative e si produca il cessate il fuoco, che i mercati azionari hanno già scontato.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

ALLERTA OBBLIGAZIONI, MA I MERCATI AZIONARI CONTINUANO A SALIRE

D’altra parte, il mercato obbligazionario continua a lanciare segnali di allarme. Per la prima volta da agosto 2019, c’era a inversione della curva dei rendimenti negli Stati Unitipoiché il rendimento dell’obbligazione statunitense a 2 anni ha superato quello a 10 anni in alcuni punti della giornata.

Tuttavia, l’investimento è stato di breve durata, poiché il rendimento a 2 anni è sceso al 2,32% e il rendimento a 10 anni ora segna livelli del 2,40%. In ogni caso, il segnale di una minore crescita economica negli Stati Uniti è chiaro dalle obbligazioni, a causa del alta inflazioneche forzerà il Fed per aumentare i tassi di interesse e ridurre il proprio equilibrio.

Vedi anche:  BBVA: Carlos Torres ha guadagnato 7,8 milioni nel 2021 e Onur Genç ha ricevuto 6,8 milioni

In questo senso, esperti di Banca d’America considera che il evoluzione dell’inflazionelegato tra l’altro al prezzo del petrolio e i problemi della filiera (dovuti alla politica di tolleranza zero della Cina contro il Covid), saranno il principale fattore che determinerà la direzione dei mercati azionari nei prossimi mesi.

A suo avviso, è molto più probabile che il L’S&P 500 scende sotto i 4.000 punti che continua a salire fino a 5.000 interiquindi vedono l’attuale rally come una buona opportunità per ridurre l’esposizione alle azioni.

ECONOMIA E ALTRI MERCATI

Negli Stati Uniti saranno pubblicati i dati sull’occupazione privata di marzo, preparati dall’elaboratore delle buste paga ADP. “Gli analisti si aspettano una forte creazione di posti di lavoro a marzo, il che, in tal caso, confermerebbe il buon momento che sta attraversando il mercato del lavoro statunitense”, spiegano da Link Securities.

Il dato ADP è l’anticipo del riferimento più rilevante della settimana, che sarà il Rapporto sull’occupazione per venerdì prossimo negli Stati Uniti. Il consenso anticipa la creazione di 475.000 posti di lavoro a marzoe uno Aumento del 5,5% anno su anno del salario medio per ora lavorata.

Vedi anche:  L'Ucraina accetta Dogecoin e altri "Cryptos" per finanziare la guerra contro la Russia

sebbene il Dati sull’inflazione PCE di febbraio, che verrà rilasciato giovedì, potrebbe spostare ulteriormente i mercati. La previsione è che l’indicatore di prezzo seguito dalla Fed salirà 6,7% in tasso interannuale; e che il PCE core avanza al 5,5%.

Nella scena monetaria, Ester Giorgio, presidente della Kansas City Fed, parlerà all’Economic Club di New York. I tuoi commenti su a possibile aumento del tasso di 50 punti base a maggio sarà il più rilevante per gli investitori.

ANALISI TECNICA E ALTRI MERCATI

Per analisi tecnica, il Nasdaq 100″ha confermato, dopo aver superato la resistenza di 14.340 punti, un double book bottom“, indica José María Rodríguez, analista di ‘Bolsamanía’.

“Non sappiamo se ci sarà o meno un movimento nel Nasdaq 100 sotto forma di ‘ritorno’ al nuovo supporto, prima della resistenza, di 14.355 punti. Ma se ci fosse, questo calo rientrerebbe assolutamente nei parametri normali.

E se finalmente la cifra del ritorno è soddisfatta, allora c’è da sperare che l’attuale ‘rally’ finisca per portarlo verso livelli di prezzo vicini ai 15.750 punticome obiettivo teorico di aumento minimo”, aggiunge questo esperto.

In altri mercati, il barile Texas occidentale rimbalza dell’1,8% ($ 106,40) e il barile di Greggio Brent in aumento dell’1,9% ($ 112,30). Inoltre, il Euro apprezza lo 0,5% ($ 1,1145), mentre il oncia d’oro avanzato dello 0,2% ($ 1.923). Infine, il bitcoin in calo dell’1% ($ 47.291); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni si rilassa al 2,40%.

Articolo precedenteCome prolungare la vita utile dei prodotti? Queste sono le nuove misure europee
Articolo successivoS&P aggiorna le prospettive di Airbus a “stabili” a causa della bassa esposizione all’Ucraina