Home Economia Wall Street prevede aumenti moderati in attesa di guerra e inflazione

Wall Street prevede aumenti moderati in attesa di guerra e inflazione

55
0

Wall Street prevede aumenti moderati dopo il chiusura leggermente ribassista lunedìmentre gli investitori continuano ad attendere il guerra in ucrainache sta sparando prezzi vantaggiosi. Questo minaccia di aumentare ulteriormente il inflazione, che è al massimo degli ultimi 40 anni nel caso degli Stati Uniti; e ridurre la crescita economica.

La combinazione di prezzi più elevati e minore attività economica non piace agli investitori, soprattutto perché il Riserva Federale (Fed) le sue mani sono legate per attuare misure di stimolo, come ha fatto dalla crisi finanziaria del 2008 e durante la pandemia.

POWELL NON ESCLUDE UN AUMENTO DEI TASSI DELLO 0,5%

Il presidente della banca centrale, Girolamo Powellha ribadito ieri il suo obiettivo di ridurre l’inflazione al target del 2%, pur riconoscendo per la prima volta che non avverrà nel breve termine, ma “per i prossimi tre anni“.

Inoltre, Powell ha lasciato la porta aperta all’aumento dei tassi di interesse 50 punti base in futuri incontri se necessario per contenere i prezzi.

Vedi anche:  Merlin Properties migliora i suoi guadagni del 66% a 92,6 milioni di euro

“C’è un’evidente necessità Muoviti rapidamente riportare la politica monetaria a un livello più neutrale; e più tardi passare a livelli più restrittivi se questo è ciò che è necessario per ripristinare la stabilità dei prezzi”, ha affermato.

Ha inoltre osservato che il riduzione dell’equilibrio “può arrivare appena dentro il nostro prossimo incontro a maggioanche se non è una decisione che abbiamo ancora preso”.

Il suo tono, più aggressivo rispetto alla riunione della Fed della scorsa settimana, ha reso molti investitori prevedono già un aumento di mezzo punto nel prezzo del denaro alla riunione di maggio, che sarebbe il primo dei 50 punti base dal 2000.

LA RUSSIA CONTINUA A DISTRUGGERE L’UCRAINA

sul fronte di guerra, La Russia continua a devastare l’Ucraina mentre le trattative tra i due paesi non vanno a buon fine. Mosca sostiene le sue richieste e Kiev si rifiuta di cedere città come Mariupol, che viene ridotta in macerie dalle forze russe. Anche l’esercito russo sta bombardando la capitale; e al momento non si intravede una soluzione negoziata a breve termine.

Vedi anche:  BBVA Trader incorpora il trading di CFD nella sua offerta

Questo, a sua volta, continua a esercitare pressioni sui prezzi delle materie prime, in particolare del petrolio. Il barile di greggio Texas occidentale in calo dello 0,7% ($ 111,30); e il barile di Brent scende dello 0,8% ($ 114,63), mentre I paesi europei cercano alternative alle importazioni russe di greggio. Tuttavia, l’elevata dipendenza di alcuni paesi, come Ungheriarendono impossibile per l’UE accettare un embargo sul petrolio proveniente dalla Russia.

Puoi controllare qui l’ultima ora sulla guerra in Ucraina.

AZIENDE E ALTRI MERCATI

A livello aziendale, le azioni di Nike è aumentato notevolmente dopo che il produttore di scarpe e abbigliamento atletici ha battuto le previsioni di consenso con i suoi risultati trimestrali la scorsa notte.

In altri mercati, il Euro si è deprezzato dello 0,1% ($ 1,1010), mentre il oncia d’oro rende lo 0,3% ($ 1.924). Inoltre, la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni sale al 2,351%; e il bitcoin rimbalza del 3,5% ($ 42.534).

Articolo precedenteHong Kong guida i rialzi in Asia con un anticipo del 3%, sostenuta da Alibaba
Articolo successivoPrisa Media prevede di aumentare i propri ricavi a 450-500 milioni di euro nel 2025