Home Economia Wall Street continua a scendere bruscamente dopo la settimana più ribassista dal...

Wall Street continua a scendere bruscamente dopo la settimana più ribassista dal 2020

97
0

Wall Street continua a cadere fortemente questo lunedì dopo il suo settimana più bassa dal 2020 (il Nasdaq è crollato di circa l’8%) e mentre gli investitori concentrano la loro attenzione su tre fattori: Ucraina, il risultati affari e il Riserva Federale (Fed).

La correzione delle azioni statunitensi continua dopo un 2021 eccezionale. Per analisi tecnica, questo è a movimento normale dopo i forti guadagni accumulati lo scorso anno, visto che i mercati azionari si muovono sempre ‘dente di sega’.

A livello fondamentale, tuttavia, gli investitori iniziano già a innervosirsi perché il nasdaq accumula (senza contare la sessione corrente) una caduta del 13% finora quest’anno e quindici% dal suo massimo storico di fine novembre. Un movimento simile a quello avvenuto a marzo e aprile scorso, quando la tecnologia è scesa del 20% ma poi ha ripreso la sua inerzia rialzista.

E, in entrambi i casi, la correzione è stata causata dallo stesso fattore. Il rialzo dei rendimenti obbligazionari, anche se questa volta non è dovuto alla stima di una maggiore crescita economica, ma al previsione di una Fed molto più aggressiva nella sua politica monetaria per contenere l’inflazione.

GOLDMAN SACHS PREVEDE UN’ALIMENTAZIONE ANCORA PIÙ FORTE

In questo senso, analisti Goldman Sachs si aspettano addirittura più di quattro rialzi dei tassi nel 2022 e prevedono che la riduzione del bilancio comincerà a giugno a un ritmo di 100 miliardi di dollari al mese.

Vedi anche:  "Bitcoin può diventare un rifugio per la Russia durante la guerra"

Pertanto, la banca centrale dovrebbe preparare il mercato mercoledì per a nuovo ciclo più aggressivo, dal momento che il tuo obiettivo principale ora è ridurre l’inflazione elevata. “Vediamo il rischio che la Fed vuole adottare misure restrittive ad ogni riunione fino a quando il quadro non cambia. Ciò solleva la possibilità di a annuncio anticipato della riduzione del saldo a maggio, e più di quattro rialzi dei tassi quest’anno”, hanno spiegato dalla banca americana.

Ricordiamo che la banca centrale pubblicherà le sue conclusioni questo mercoledì pomeriggio. attenzione per un possibile rimbalzo del mercato, che è molto ipervenduto, prima di qualsiasi messaggio di Girolamo Powell per rassicurare gli investitori.

Inoltre, questo lunedì si è saputo che i dati del Indice PMI dei servizi statunitensi a gennaio si attestava a 50,9, lontano dai 55 previsti, così come i 57,6 registrati il ​​mese precedente, per effetto della variante Omicron nel paese.

RISULTATI AZIENDALI

Nel capitolo sui risultati aziendali, ci saranno molte referenze eccezionali. Negli USA sarà il turno di IBM, microsoft (Martedì), Tesla e Intel (mercoledì) e Manzana (giovedì), tra le altre società rilevanti.

Dopo lo schianto di Netflix la scorsa settimana c’è grande aspettativa di vedere quale sarà la reazione di queste aziende quando pubblicheranno i loro dati.

UCRAINA: AUMENTA LA TENSIONE

Il Dipartimento di Stato USA raccomandato domenica a tutti i suoi cittadini in Ucraina di lasciare immediatamente il Paese, a causa dello straordinario Dispiegamento militare russo Sul bordo

Vedi anche:  Segno misto a Wall Street dopo l'avvertimento della Fed di un "presto" aumento dei tassi

Inoltre, il Segretario di Stato, Anthony Blinken, ha ribadito il suo avvertimento contro un’invasione russa dell’Ucraina, commentandolo qualsiasi interferenza aggressiva da parte della Russia sarebbe accolta con “gravità”.

su tutta la linea, Russia ha avvertito che gli Stati Uniti ei loro alleati si stanno preparando “grandi provocazioni” per conquistare l’opinione pubblica di fronte alla situazione di tensione al confine. Agli investitori non piacciono questi eventi, perché sono a ulteriore fonte di incertezza e volatilità per le borse.

BITCOIN MANTIENE

In altri mercati, bitcoin continua a scendere fortemente in piena ondata di vendite nelle ‘cryptos’. Il alla valuta digitale rimane più del 4%, fino a 33.713 dollari.

Inoltre, il Indice dei semiconduttori di Filadelfia (SOX) scende del 18% dai massimi e lotta per non perdere l’MM200. Per analisi tecnica, l’indice è composto dalle 30 maggiori società legate alla progettazione, distribuzione, produzione e vendita di semiconduttori. questo indice è il cuore del Nasdaq e quindi tecnologia.

D’altra parte, il petrolio Texas occidentale in calo dell’1,9% a $ 83,50, dopo il rally delle ultime sessioni. Inoltre, il Euro si deprezza dello 0,4% e passa a 1,1299 dollari, mentre il oncia d’oro avanzato dello 0,5% a $ 1.840. Infine, la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni continua a rilassarsi all’1,72%.

Articolo precedenteLo stambecco intensifica la sua caduta mentre in Ucraina risuonano i “tamburi di guerra”.
Articolo successivoCamminiamo di più, dormiamo peggio e abbiamo più stress