Home Economia Wall Street chiude in forte guadagno, in attesa dell’avanzata russa sull’Ucraina

Wall Street chiude in forte guadagno, in attesa dell’avanzata russa sull’Ucraina

103
0

Wall Street ha registrato notevoli guadagni (Dow Jones: +2,51%; S&P 500: +2,24%; Nasdaq: +1,64%) in attesa dell’avanzata russa sull’Ucraina e dopo il rimbalzo incredibile che gli indici di New York hanno registrato questo giovedì, che ha avuto un’eccezionale componente tecnica.

Nonostante ciò, hanno chiuso la settimana in modo non uniforme. Da un lato, il Dow Jones è sceso dello 0,1%, l’S&P 500 è salito dello 0,8% e il Nasdaq è avanzato dell’1,1%.

Il Le truppe russe sono già entrate a Kiev prendere il controllo del Parlamento e tutto indica che Putin sta cercando un cambio di governo. Le ultime informazioni lo indicano La Russia ha mostrato la sua disponibilità a inviare una delegazione a Minsk per i negoziati con l’Ucraina.

Per il momento, il le sanzioni economiche annunciate da USA e Unione Europea sono state molto tiepide, nonostante siano stati descritti come “massicci” dai leader europei. Pochi minuti prima della chiusura del mercato, l’addetto stampa della Casa Bianca, Jen Psaki, ha annunciato che il Paese nordamericano si sarebbe unito sanzioni personali su Putin e Lavrov.

Vedi anche:  Bitcoin guarda indietro a 40mila tra le sanzioni e l'attacco a una centrale nucleare ucraina

Allo stesso modo, il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberglo ha confermato l’Organizzazione continua a schierare truppe nel territorio alleato. “Faremo tutto il necessario per difendere tutti gli alleati in ogni angolo del territorio della NATO”, ha affermato.

In questo modo, Le banche russe non sono state escluse dal sistema SWIFTche sarebbe una sanzione economica molto più importante.

R) Sì, la volatilità e l’incertezza a breve termine sono molto elevatequindi tutto può succedere nei mercati nelle prossime ore.

Nell’agenda economica, il Dati sull’inflazione PCE USA, che a gennaio è salito al 6,1% anno su anno, un dato che ha sorpreso il mercato, visto che si sarebbe attestato al 5,5%. Quanto a il tasso sottostanteche esclude i prezzi di cibo ed energia, è stato nel 5,2% anno su annorispetto al 4,9% di dicembre e al 5,1% previsto.

Vedi anche:  Rovi ristruttura più in alto da appoggio declinante

Per quanto riguarda il rimbalzo di ieri a Wall Street, l’S&P 500 è arrivato a perdere il supporto del 4.200 – 4.250 punti (ha segnato un minimo di 4.114 punti), ma alla fine ha chiuso a 4.288 numeri interi.

Questo livello di prezzo è guardato da vicino dalle “mani forti”, ma non è andato perso, quindi le spade ‘restano alte’. Se alla fine cade, gli esperti prevedono declini a livelli di 4.000 punti breve termine.

In altri mercati, il barile Texas occidentale 0,48% è stato lasciato, ($ 92,33); e la botte Brent ha tagliato lo 0,18% ($ 98,90), dopo aver superato i $ 105 questo giovedì e aver lasciato più del 2% durante la sessione. Oltre al oncia d’oro scende dell’1,78% ($ 1.891). Da parte sua, il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è sceso all’1,96%. Infine, il bitcoin in rialzo del 2,04% ($ 39.228).

Articolo precedenteScelte d’angolo: quote calcio, pronostici, migliori scommesse per Leeds-Tottenham, Lazio-Napoli e altro ancora
Articolo successivoNote di calcio: all’interno del lancio del giocattolo del Real Betis; Weah e Paredes sull’onda USMNT; il Benfica contro gli eserciti in prestito; di più