Home Economia Wall Street allunga il rimbalzo: quinta giornata di guadagni per il Dow...

Wall Street allunga il rimbalzo: quinta giornata di guadagni per il Dow Jones

63
0

Wall Street ha allungato i guadagni (Dow Jones: +1,61%; S&P 500: +1,99%; Nasdaq: +2,68%) dietro il rimbalzo di mercoledì. Gli scarsi risultati di Nvidia prevedeva una punizione maggiore per il settore tecnologico, ma i buoni risultati del rivenditore di Macy hanno contrastato il pessimismo iniziale che i futures prevedevano. Allo stesso modo, il Dow Jones chiude con benefici per il quinto giorno consecutivo.

Due dei principali indici americani hanno raggiunto nuovi traguardi negativi in ​​questi primi 100 sessioni dell’anno. Per lui nasdaqla perdita vicino a 27% accumulato è il più grande mai registrato in un anno in questo periodo di tempo, mentre il S&P 500 (-16,5%), accumula la sua maggiore diminuzione nelle prime 100 sessioni dell’esercizio dal 1970, gli esperti di Titoli di collegamento.

Nonostante questo comportamento negativo, gli esperti di Banca d’America Ritengono che non abbiamo ancora visto il peggio per i mercati azionari. “Per ogni $ 100 entrati in azioni globali da gennaio 2021, ne sono usciti solo $ 4”, affermano.

Inoltre, commentano che, per vedere a autentica capitolazionela Fed dovrà cambiare posizione sulla politica monetaria “e occorre prima un evento sistemico e un aumento del tasso di disoccupazione“, sottolineano.

VERBALI FED

Riguardo a minuti alimentatiche sono stati pubblicati mercoledì, lo hanno confermato ci saranno aumenti di 50 punti base dei tassi di interesse durante i prossimi incontripur eliminando i timori del mercato di rialzi di 75 punti base, di cui non si è parlato.

“La maggior parte dei partecipanti lo riteneva probabilmente sarebbe opportuno aumentare la fascia obiettivo di 50 punti base nelle prossime riunioni”, si legge nel documento.

Vedi anche:  Aldi per aprire centinaia di negozi in Cina

Lo hanno notato anche i membri del Federal Open Market Committee (FOMC). “un orientamento politico (monetario) restrittivo potrebbe essere appropriato a seconda dell’evoluzione delle prospettive economiche e dei rischi ad esse associati”.

In ogni caso, questo la stretta monetaria è già stata scontata dal mercatoe non ha causato ulteriori cali negli indici di New York.

NVIDIA E MACY’S, TESTE E CODE

Tuttavia, persistono i rischi per l’inflazione e la crescita che hanno pesato sui mercati azionari negli ultimi mesi. sul fronte di guerra, La Russia continua a rafforzare il suo controllo sulla regione strategica del Donbas nonostante l’opposizione dell’Ucraina. Per il momento non è previsto un cessate il fuoco a breve termine, che sarebbe il principale catalizzatore positivo per una ripresa dei mercati.

Inoltre, il produttore della scheda grafica Nvidia ha attenuato il suo declino dopo aver tagliato le sue previsioni di profitto. “Le azioni Nvidia sono state coinvolte nel sell-off tecnologico di quest’anno e hanno perso metà del loro valore da novembre. guerra in ucraina e il Cina blocchi covid stanno pesando pesantemente sul business, il che rappresenta una riduzione dei ricavi di circa 500 milioni in questo trimestre”, affermano gli esperti di Interactive Investor.

Oltretutto, Manzana prevede di mantenere la produzione del i phone più o meno piatto nel 2022, una posizione conservatrice poiché l’anno diventa sempre più difficile per l’industria degli smartphone.

Sul lato positivo, i risultati di Macy sono stati accolti molto bene dal consenso, poiché la catena di vendita al dettaglio ha battuto le previsioni e aumentato le sue previsioni di profitto.

Vedi anche:  Punti salienti degli acquisti a Wall Street, guidati dai guadagni del Nasdaq

ECONOMIA E ALTRI MERCATI

Nell’agenda economica Il PIL del primo trimestre è stato rivisto al ribasso a -1,5%un dato leggermente al di sotto delle previsioni di consenso, che prevedevano una revisione al rialzo a -1,3% dal -1,4% pubblicato lo scorso aprile nella prima stima.

Tuttavia, entrambi i consumo privato come investimento aziendalele due componenti più importanti della domanda interna, hanno mostrato nel periodo una grande forza, che porta gli esperti a prevedere che il PIL tornerà a crescere nel secondo trimestre.

Dovrai anche pagare presta attenzione questo venerdì all’indicatore del prezzo PCE, che “assume particolare rilevanza in un momento di alta inflazione e viene utilizzato dalla Fed per prendere le sue decisioni di politica monetaria”, sottolineano da Bankinter. Se il PCE indica una tregua nel tasso di aumento dell’inflazione può essere la scusa perfetta per il rimbalzo.

D’altra parte, Richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti è salito a 210.000 nella settimana del 21 maggio dai 218.000 registrati la settimana precedente, secondo i dati pubblicati dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Questa cifra è stata significativamente inferiore alle previsioni di consenso, che hanno posizionato il livello a 215.000.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale è avanzato del 3,29% ($ 113,97 e il barile Brent è aumentato del 2,89% ($ 117,33), mentre il Euro apprezza lo 0,41% ($ 1,0724). Oltre al oncia d’oro ha guadagnato lo 0,21% ($ 1.850); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni è sceso al 2,74%. Infine, il bitcoin è sceso dell’1,27% ($ 29.304).

Articolo precedenteEthereum crolla a causa dei dubbi sulla ‘fusione’ e trascina bitcoin
Articolo successivoC’è ancora speranza? “Il mercato rialzista non è assolutamente morto e sepolto”