Home Sport Voci di trasferimento PSG: come Tanguy Ndombele del Tottenham potrebbe rimodellare il...

Voci di trasferimento PSG: come Tanguy Ndombele del Tottenham potrebbe rimodellare il centrocampo di Mauricio Pochettino

113
0

Il Paris Saint-Germain è attualmente in trattative con Tanguy Ndombele del Tottenham Hotspur per un trasferimento in prestito a gennaio che ha il potenziale non solo per rianimare il 25enne, ma anche per consentire ai giganti francesi di iniziare finalmente a ricostruire il proprio centrocampo.

Per anni, dall’era del Parc des Princes di Thiago Motta e Blaise Matuidi, il PSG ha riposto le proprie speranze sul fragile talento che è Marco Verratti e sebbene non ci siano dubbi sulle sue capacità quando in forma, la sua disponibilità influenza spesso le sorti della capolista della Ligue 1.

Se Ndombele arrivasse questo mese, Mauricio Pochettino non solo si sarebbe riunito con un talento enigmatico che ha fatto un promettente inizio di vita sotto di lui a Londra, ma non avrebbe più bisogno di fare affidamento sul nazionale italiano così tanto.

Essere in grado di costruire un centrocampo di Verratti, Ndombele e forse Idrissa Gueye renderebbe l’XI titolare di Les Parisiens una proposta diversa con un 3-4-3 o 4-3-3 entrambi probabilmente pesantemente testati dal tattico argentino in un cercare di massimizzare i punti di forza di tutti e tre in vista del loro pareggio di Champions League Real Madrid (su Paramount+).

Vedi anche:  Villarreal-Juventus: live streaming Champions League, canale tv, come vederla online, news, quote

Il nazionale francese aggiungerebbe creatività e tecnica al fianco di Verratti, ma porterebbe anche una presenza fisica e dinamismo che potrebbero aiutare a dare vita a un attacco che vanta Kylian Mbappe, Neymar e Lionel Messi nella seconda metà della stagione.

Scambiare Leandro Paredes per Gueye potrebbe essere avventuroso, mentre Ndombele garantirebbe che il centrocampo non sia a regola d’arte senza Verratti e Georginio Wijnaldum potrebbe anche trarre vantaggio dall’arrivo dell’ex giocatore dell’Olympique Lyonnais, se dovesse passare il turno.

Il PSG è stato collegato a Dele Alli in passato, soprattutto dall’arrivo di Pochettino, ma Ndombele ha più senso come potenziale adattamento e si aggiunge all’intrigo che circonda un’altra possibile evoluzione del sontuoso progetto del Qatar a Parigi: la francesizzazione.

Con Zinedine Zidane fortemente propenso a subentrare come capo allenatore alla fine di questa stagione e Paul Pogba del Manchester United un obiettivo a parametro zero per l’estate, qualsiasi potenziale opzione di acquisto aumenta la prospettiva che il PSG faccia un gioco forte per mantenere Kylian Mbappe rimpatriando Stelle parigine.

Questo non vuol dire che questa mossa sarebbe un gioco da ragazzi poiché ex giocatori come Serge Aurier hanno dimostrato che tornare nella regione dell’Ile-de-France alle proprie radici non è così facile come sembra con numerose potenziali insidie ​​lontano dal pece.

Vedi anche:  Classifiche Serie A Power: il Milan perde l'occasione al primo posto, la Juventus si avvicina alle prime quattro

Tuttavia, un ritorno in Francia e Ligue 1 potrebbe ugualmente rilanciare Ndombele che non sembrava mai riprendersi veramente dall’incantesimo di Jose Mourinho in carica al Tottenham Hotspur Stadium e la vita non è certamente facile sotto l’esigente Antonio Conte in questo momento.

Un ritorno in prestito in un territorio familiare potrebbe essere proprio ciò di cui il talentuoso centrocampista di Longjumeau ha bisogno per ricominciare a godersi il suo calcio e ripristinare parte del suo valore in vista di un potenziale trasferimento permanente in estate.

Supponendo che Ndombele faccia la mossa, all’improvviso non sono solo Mbappe e Kimpembe a rappresentare il contingente francese con Pogba sul radar, così come Christopher Nkunku dell’RB Lipsia e Moussa Diaby del Bayer Leverkusen, tutti potenzialmente supervisionati da Zidane.

In primo luogo, però, Ndombele si sarebbe unito alla rosa di Pochettino con l’obiettivo di vincere in UEFA Champions League, Ligue 1 e Coupe de France e la sua potenziale aggiunta a quel gruppo potrebbe fornire una grande spinta in vista dello scontro del mese prossimo con i principali pretendenti di Mbappe, il Real Madrid.

Articolo precedentePronostico Hellas Verona-Bologna, quote, come guardarlo, live streaming: 21 gennaio 2022 Scelte Serie A italiana
Articolo successivoUfficio analisi tecniche: BBVA, Arcelor, Grenergy, Endesa, Faes, Taiwan Semiconductor…