Home Sport Vendita del Chelsea: la famiglia Ricketts tra gli acquirenti selezionati nonostante le...

Vendita del Chelsea: la famiglia Ricketts tra gli acquirenti selezionati nonostante le proteste dei fan per i proprietari dei Chicago Cubs

136
0

La famiglia dei Ricketts è stata selezionata tra gli acquirenti preferiti del Chelsea anche dopo che la loro candidatura è stata criticata dalla fiducia dei tifosi dei Blues, che venerdì hanno dichiarato di nutrire ancora dubbi sulla capacità dei potenziali proprietari di gestire un “club inclusivo e di successo”. .

I proprietari dei Chicago Cubs sono tra i contendenti per assicurarsi il Chelsea, che dovrebbe ottenere un prezzo superiore a $ 3 miliardi, ma potrebbe ancora ritrovarsi in ritardo rispetto ai due principali consorzi, uno guidato dal proprietario dei Los Angeles Dodgers Todd Boehly e l’altro guidato da Martin Broughton e Sebastian Coe. Quest’ultimo, ha rivelato la CBS Sports la scorsa settimana, ha il sostegno finanziario di Josh Harris e David Blitzer alle spalle.

I tifosi del Chelsea hanno condotto una prolungata campagna #NoToRicketts sui social media dopo che i commenti storici razzisti fatti da Joe Ricketts nel 2018 sono venuti alla luce. Da allora si è scusato per loro e l’offerta ha tentato di costruire ponti con i fan questa settimana, anche attraverso colloqui con il Chelsea Supporters’ Trust (CST). Quelli, tuttavia, non hanno avuto l’esito sperato per la famiglia.

“Il primo e più importante scopo del CST è rappresentare gli interessi dei nostri membri e dei tifosi del Chelsea”, si legge in una dichiarazione del trust. “È importante chiarire che la decisione su chi sarà l’aggiudicatario sarà presa dal Chelsea FC, dal Raine Group e dal governo del Regno Unito. Il CST non ha alcun ruolo legale o voce in capitolo in questa decisione.

“Dobbiamo però essere preparati ad ogni evenienza. È fondamentale che i nuovi proprietari del club ha la fiducia della base di sostenitori e dimostrare una comprensione del i valori che rappresentiamo. Ecco perché la forza del sentimento verso l’offerta della famiglia Ricketts da parte dei tifosi del Chelsea non può e non deve essere ignorata.

“Il CST è grato alla famiglia Ricketts per averci incontrato questa settimana. Li abbiamo sfidati su tutti i punti su cui i sostenitori hanno sollevato preoccupazioni. Tuttavia, le nostre preoccupazioni sulla loro capacità di gestire un club inclusivo e di successo per conto della nostra variegata base di tifosi in tutto il mondo non sono ancora state placate.

Vedi anche:  Le sanzioni di Roman Abramovich minacciano la redditività finanziaria del Chelsea, carte di credito bloccate per rapporto

“Spetta alla famiglia Ricketts dimostrare come affronterà le preoccupazioni dei sostenitori, soprattutto per quanto riguarda l’inclusività, date le dichiarazioni passate e recenti dei membri della famiglia, e non l’hanno ancora fatto. Devono farlo pubblicamente e devono farlo con urgenza. Se non sono in grado di farlo e ottenere la fiducia dei tifosi del Chelsea, il CST Board non crede che sarebbe nel migliore interesse dei nostri membri e dei tifosi del Chelsea che la loro offerta abbia successo”.

In risposta, Tom Ricketts ha dichiarato: “Io e la mia famiglia siamo molto grati a tutti i tifosi e ai gruppi di tifosi che hanno dedicato del tempo per incontrarci questa settimana e condividere la loro passione e le loro preoccupazioni per il Chelsea Football Club. È chiaro che non hai altro che il a cuore i migliori interessi del club.

“Abbiamo ascoltato tutti i tuoi commenti, incluso il Chelsea Supporters’ Trust, e siamo grati che la porta sia ancora aperta per dimostrare il nostro impegno a lavorare con i tifosi per proteggere l’eredità del club. Ora tocca a noi raddoppiare i nostri sforzi e definire chiaramente una visione per la nostra gestione del club con la diversità e l’inclusione al centro”.

La fiducia esaminerà i suoi sostenitori sull’offerta di Ricketts nelle prossime settimane, ma l’intervento di venerdì rappresenta un duro colpo per quello che si sta rapidamente trasformando nel più impopolare dei favoriti. La dichiarazione del CST chiedeva anche che l’offerente vittorioso consegnasse una quota d’oro ai fan, quella che avrebbe consentito loro di porre il veto ad azioni che potrebbero avere un impatto sul “patrimonio del club”, incluso lo spostamento dello stadio o il rientro in Super League. Sia Broughton che il consorzio Boehly hanno fatto aperture ai sostenitori senza impegnarsi completamente per una parte d’oro.

Sebbene questi due siano emersi in quanto gli addetti ai lavori in testa, ritengono improbabile che l’identità dell’offerente di successo sarà nota prima della prossima partita del Chelsea, in casa contro il Brentford una settimana sabato. Raine, tuttavia, ha ridotto il numero di proposte concorrenti con offerte di alto profilo di Nick Candy e Saudi Media Group che non sono riuscite a tagliare. Quest’ultimo è stato uno dei primi a mostrare le mani, ma non è mai stato considerato un serio contendente. Si ritiene che Candy, nel frattempo, sia desiderosa di unirsi a uno degli altri gruppi ancora nel mix.

Vedi anche:  Contratto di Jurgen Klopp: il Liverpool accetta un nuovo accordo che darà all'allenatore la possibilità di costruire la prossima grande squadra

Ascolta di seguito e segui In Soccer We Trust: un podcast di CBS Sports Soccer in cui tre volte a settimana i tuoi tre ex giocatori USMNT preferiti coprono tutto ciò che potresti voler sapere sul bellissimo gioco negli Stati Uniti.

Una volta selezionato un offerente preferito da Raine e Roman Abramovich, che è stato costretto a vendere il club dopo essere stato sanzionato dal Regno Unito a causa dei suoi legami con Vladimir Putin, ha confermato che non lo bloccherà, la Premier League condurrà il suo test di proprietari e direttori. È stato suggerito che Harris e Blitzer potrebbero essere in qualche modo avvantaggiati in questo senso avendolo già subito al momento dell’acquisto della loro partecipazione in Palace, anche se saranno necessari ulteriori controlli. Disinvestirsi delle loro partecipazioni del 18% negli Eagles non sarebbe un problema, una fonte di Selhurst Park ha detto a CBS Sports che un accordo potrebbe essere concluso “in 30 secondi”.

Solo una volta completati questi processi, il governo britannico modificherà la licenza in base alla quale il Chelsea sta operando per consentire il completamento di una vendita. Entrambi i principali consorzi saranno fiduciosi che questo ultimo ostacolo possa essere negoziato in sicurezza poiché hanno figure politiche influenti alle loro spalle. Coe è un ex parlamentare conservatore, mentre la squadra di Boehly è sostenuta dal pari Tory Daniel Finkelstein.

Articolo precedenteIl mercato azionario ha negoziato a marzo 43.846 milioni di euro, il 24,7% in più rispetto allo scorso anno
Articolo successivoUfficio analisi tecniche: IAG, Repsol, Inditex, Fluidra, ASML, Occidental Petroleum, bitcoin…