Home Sport Valutazioni giocatori Real Madrid vs Manchester City Champions League: la splendida doppietta...

Valutazioni giocatori Real Madrid vs Manchester City Champions League: la splendida doppietta nel finale di Rodrygo ruba la scena

44
0

In una notte magica a Madrid, il Real ha scritto un’altra pagina della storia della UEFA Champions League passando da 1-0 a 3-1 ai supplementari per raggiungere la finale di questa stagione allo Stade de France 6-5 complessivamente. Gli uomini di Carlo Ancelotti affronteranno ora il Liverpool in una rivincita tra i finalisti del 2018 vinta dagli spagnoli mentre Pep Guardiola e il Manchester City aspettano il successo in UCL.

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta qui sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast giornaliero della CBS Soccer in cui ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Ma come si è comportato ogni giocatore in questo? Ecco le nostre valutazioni dei giocatori per la partita per ogni titolare, sostituto e allenatore. Tutte le valutazioni sono su 10 e più alto è il numero, meglio è. Uno zero sarebbe un cartellino rosso al primo minuto. Un 10 sarebbe come una tripletta dominante.

Valutazioni dei giocatori del Real Madrid

(GK) Thibaut Courtois

120

Un’altra prestazione impressionante del nazionale belga che ha ulteriormente sottolineato la sua importanza per questo Real. Niente da fare per il gol di Riyad Mahrez, ma i Blancos sarebbero stati sepolti senza di lui.

9

(DEF) Dani Carvajal

120

Ha preso un’ammonizione nel secondo tempo e sembrava molto più solido di quanto non fosse contro giocatori del calibro del PSG in generale prima di colpire il secondo cruciale di Rodrygo con un pallone malvagio.

7

(DEF) Eder Militao

115

Come David Alaba nella gara di apertura, sembrava insicuro prima di crescere un po’ nella competizione nonostante il gol di Mahrez. Anche prenotato.

6

(DEF) Nacho

120

Sostituendo Alaba, è stata una serata in gran parte stabile e non spettacolare per il 32enne che forse avrebbe potuto fare di più per chiudere in porta Bernardo Silva.

6

(DEF) Ferland Mendy

120

Probabilmente avrebbe dovuto essere più stretto su Mahrez per il gol, ma ha offerto uno sfogo sulla sinistra durante i momenti migliori del Real e ha fatto un superbo intervento nel finale.

7

(MID) Luka Modric

75

Prenotato in una notte che sottolinea il pericolo che il Real deve affrontare mentre cerca di ricostruire. L’elegante croato, Toni Kroos e Casemiro hanno bisogno di rinfrescarsi, anche se Modric non è la preoccupazione principale.

6

(MID) Casemiro

75

Un gradito ritorno in squadra dopo aver saltato l’andata e aver aggiunto una struttura tanto necessaria al centro.

7

(MID) Toni Kroos

68

Il primo centrocampista agganciato da Ancelotti con cui è difficile polemizzare visto che questo trio è allo stremo. Il tedesco è probabilmente il più pronto per essere eliminato gradualmente e aggiornato con un’opzione più giovane come l’impressionante Eduardo Camavinga.

5

(MID) Fede Valverde

120

Operoso nel corso della partita e anche se non è necessariamente sufficiente per essere una soluzione tampone in più posizioni, ha svolto il lavoro egregiamente. Anche prenotato.

7

(FWD) Karim Benzema

105

⚽ 95′ Una notte inaspettata con zero tiri in porta fino a quando la raffica in ritardo di Rodrygo li ha resuscitati con la superstar francese che ha fornito il primo di quei due gol. Ha poi vinto e segnato il rigore che ha portato il Real in vantaggio nei tempi supplementari.

7

(avanti) Vinicio Junior

115

Tenuto sotto controllo fino a quando Walker non è stato costretto a ritirarsi e la puntura sembrava essere stata eliminata dal brasiliano a quel punto fino a quando Rodrygo non ha dato a tutti una seconda spinta per il Real.

6

Rodrigo

Kroos, 68′

⚽ 90′ ⚽ 91′ Inviato per iniettare un po’ di urgenza in esso per il Real e ha realizzato in ritardo con due enormi gol a fuoco rapido che sono entrati direttamente nei libri dei record.

8

Marco Asensio

Modric, 75′

Parte della riorganizzazione del centrocampo di Ancelotti a 15 minuti dalla fine, che alla fine ha funzionato quando Valverde si è riposizionato.

6

Eduardo Camavinga

Casemiro, 75′

La più logica delle tre sostituzioni Real che avrebbe potuto avere ancora più senso se avesse sostituito Kroos prima. Il francese ha contribuito a spianare la strada al cambiamento di slancio avvenuto al momento giusto.

7

Dani Ceballos Benzema, 105′ Inviato tanto per garantire che Benzema ricevesse la piena adulazione della folla del Santiago Bernabeu come qualsiasi altra cosa. 6
Lucas Vazquez Vinicio, 115′ Sostituto difensivo in ritardo per garantire che il Real resistesse 5
Gesù Vallejo Militao, 115 Mandato come gambe fresche per assicurarsi che il City fosse tenuto al guinzaglio per gli ultimi cinque minuti circa. 5

Carlo Ancelotti

6

Ha impostato il Real per ottenere una vittoria per 1-0 ai tempi supplementari e sebbene ci sia voluto fino alla morte e abbia comportato una sconfitta, ha ottenuto la vittoria con un gol. Una finitura più nitida avrebbe potuto aiutare in oltre 90 minuti, ma i suoi cambiamenti sono entrati in vigore una volta che la partita è andata ai tempi supplementari e si è assicurata la vittoria.

7

Vedi anche:  Real Madrid vs. PSG: live streaming Champions League, canale TV, come guardare online, notizie, quote

Valutazioni dei giocatori del Manchester City

(GK) Ederson

120

Nonostante tutta la pressione sull’area di rigore del City, Ederson non ha avuto molte parate da fare, anche se ha fatto cadere goffamente una palla alta nell’area. Avrebbe sicuramente sentito che avrebbe potuto fare di più con il pareggio di Rodrygo.

5

(DEF) Kyle Walker

72

Anche in piena forma sarebbe stata un’ottima prestazione di Walker, chiaramente ancora ostacolato dall’infortunio che avrebbe dovuto tenerlo fuori dai giochi. Questo non è stato perfetto per il nazionale inglese, ma date le circostanze Pep Guardiola non avrebbe potuto chiedere di più.

8

(DEF) Ruben Dias

120

Per due volte nel primo tempo è sembrato colpevole di aver lasciato Benzema in punti pericolosi dell’area. Nel quadro generale le difficoltà di questa sera probabilmente riflettono solo un giocatore che ha riguadagnato la nitidezza dopo l’infortunio, ma stasera sono state decisive poiché ha subito un rigore all’inizio dei tempi supplementari.

4

(DEF) Aymeric Laporte

120

Invariabilmente a portata di mano con i blocchi e i contrasti nella sua stessa area mentre il City ha combattuto una tempesta iniziale di pressione del Real Madrid, ma Laporte è stato estremamente fortunato a evitare qualsiasi sanzione per quello che sembrava uno schiaffo su Modric.

6

(DEF) Joao Cancelo

120

In possesso palla era pieno di colpi delicati e passaggi creativi, ma è stato un po’ troppo facilmente battuto sulla destra, da dove sono arrivate molte delle migliori occasioni del Real Madrid. Quando è passato sull’altra fascia è stato battuto troppo facilmente da Benzema sul secondo palo mentre incrociava per Rodrygo.

5

(MID) Rodri

99

Sempre disponibile per un passaggio, Rodri è stato una componente fondamentale nei momenti in cui il City è riuscito a rallentare il ritmo di questa partita fino a dove voleva. Un tasso di completamento dei passaggi del 95% e 15 recuperi di palla sono tutto ciò che si può chiedere a un centrocampista difensivo, non è stata colpa sua, così tanti altri hanno perso la testa.

8

(MID) Bernardo Silva

120

I migliori incantesimi del City hanno invariabilmente coinciso con i momenti migliori di Bernardo, il nazionale portoghese pieno di visione sulla palla e che preme bene per tenere sotto controllo il Real Madrid. Nonostante tutta la sua brillantezza in attacco, non avrebbe potuto dare un contributo maggiore a questo gioco del suo contrasto in area al 55° minuto. Il brillante assist di Mahrez non era lontano.

8

(MID) Kevin De Bruyne

72

Ci sono stati lampi del miglior match vincente di De Bruyne, ma non così tanti come ne abbiamo visti nelle ultime settimane, a parte due tiri dalla distanza non ha mai davvero messo in pericolo il Real Madrid nelle aree più cruciali. Non è stato così sorprendente che abbia fatto strada prima che la partita fosse vinta.

6

(FWD) Riyad Mahrez

85

⚽ 73′ Era a malapena in gioco per i primi 72 minuti, ma quando contava di più ha sicuramente consegnato. Dopo tutte le critiche per la sua conclusione la scorsa settimana, il suo gol è stato un ricordo della sua magia tecnica, colpendo la palla nel punto più fantasioso.

7

(FWD) Gabriele Gesù

77

Qualcosa come una vittima della sua stessa diligenza, Gesù era sempre pronto a scacciare indietro, ma troppo spesso lo lasciava nelle retrovie mentre il City cercava di costruire attacchi. È andato vicino con uno sforzo di flessione nel primo tempo e si è lavorato fino all’osso nel secondo.

6

(FWD) Phil Foden

99

Spostato a centravanti per il secondo tempo, Foden ha trascorso buona parte del suo tempo a inseguire palle lunghe nel mezzo senza una reale speranza di raggiungerle. Questo ha rappresentato piuttosto una notte frustrante per la star nostrana del City, che non è mai entrato davvero in una partita che riguardava tanto ciò che i suoi compagni di squadra facevano dall’altra parte.

6

Ilkay Gundogan

De Bruyne, 73′

Il suo impatto è stato immediato, una rapida svolta e un passaggio a centrocampo hanno portato il City in campo a un ritmo che raramente raggiungevano altrimenti. Quando il pareggio era nelle loro mani sembrava essere una testa sicura, ma è scivolato fuori dal gioco alla fine.

6

Oleksandr Zinchenko

Walker, 73′

L’ucraino ha preso parte alla sfida quando Rodrygo ha dato vita a questa gara. Ha fornito un passaggio eccellente nella preparazione del gol di Mahrez, ma ha lottato quando il giovane brasiliano gli è corso addosso.

6

Jack Grealish

Gesù, 77′

Grealish ha pescato un cartellino giallo fallo da un Militao in difficoltà con un pericoloso dardo lungo la fascia prima di andare vicino due volte nell’arco di pochi secondi con un devastante gioco di fascia sinistra. Se uno dei due avesse trovato la rete, questo pareggio sarebbe finito.

5

Fernandinho

Mahrez, 85′

Man mano che il gioco si allungava sempre di più non si poteva fare a meno di pensare che Fernandinho potesse essere stato il giocatore sbagliato in questo momento, troppo spesso superato da Camavinga.

5

Raheem Sterling

Foden, 100′

Ha portato alcune corse minacciose ma non ha potuto aggiungere la scintilla di cui il City aveva così disperatamente bisogno.

5

Pep Guardiola

5

In poche parole, non ho idea di come valutare il lavoro di Guardiola qui. Per 89 minuti la sua squadra conosceva l’incarico e lo portava a termine, impedendo al Real Madrid di tirare in porta. Ha sbagliato a eliminare Mahrez e De Bruyne o era lecito presumere che la sua squadra non avrebbe subito due gol in pochi secondi? Risposte su una cartolina.

\_(ツ)_/

Vedi anche:  Probabilità PSG vs Real Madrid, scelte, come guardare, live streaming: scommesse UEFA Champions League per il 15 febbraio 2022

Articolo precedenteIbercaja guadagna 63 milioni di euro nel primo trimestre, il 15,2% in più
Articolo successivoL’OPEC+ rispetterà il copione: aumenterà la produzione di 432mila barili al giorno