Home Sport Valutazioni dei giocatori Manchester United vs Atletico Madrid: Harry Maguire lotta ancora...

Valutazioni dei giocatori Manchester United vs Atletico Madrid: Harry Maguire lotta ancora con Renan Lodi

75
0

L’Atletico Madrid ha mandato il Manchester United fuori dalla Champions League, il gol del primo tempo di Renan Lodi è sufficiente per guadagnarsi una vittoria complessiva per 2-1 e garantire che un’altra stagione passerà senza che i Red Devils alzino un trofeo.

Ma come si è comportato ogni giocatore in questo? Ecco le nostre valutazioni dei giocatori per la partita per ogni titolare, sostituto e allenatore.

Tutte le valutazioni sono su 10 e più alto è il numero, meglio è. Uno zero sarebbe un cartellino rosso al primo minuto e un 10 sarebbe una tripletta dominante.

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Valutazioni del Manchester United

(GK) David de Gea

90

Una spettacolare parata iniziale nega il tiro al volo deviato di Rodrigo De Paul. Sebbene le sue credenziali di arresto del tiro siano state immacolate in questa stagione, la sua distribuzione non era allo standard che Ralf Rangnick si sarebbe aspettato.

5

(DEF) Diogo Dalot

90

Fin dall’inizio Dalot non ha mostrato paura nel risalire la fascia, ragionando che il modo migliore per sedare la minaccia di Renan Lodi era respingerlo. Non ha potuto fare nulla per il primo gol dell’Atletico, quando stava cercando di difendersi da tre attaccanti contemporaneamente.

5

(DEF) Raffaello Varane

90

Dov’è il giocatore che lo United pensava di ottenere, il tipo che avrebbe affermato la sua volontà su queste partite, senza annusare gli attaccanti dell’Atletico? Varane non era male, ma non ha nemmeno impressionato molto.

5

(DEF) Harry Maguire

83

Potrebbe essersi ritrovato troppo in fondo al campo, inseguendo Griezmann troppo a centrocampo per lasciare Dalot con troppi pericoli da affrontare. Come capitano del Manchester United ti aspetteresti che Maguire irradi compostezza. Spesso sembra essere il primo a perdere la calma e non c’è da stupirsi che sia stato ritirato quando la posta in gioco era al massimo.

3

(DEF) Alex racconta

90

È stato estremamente fortunato che Marcos Llorente sia andato un po’ troppo presto quando si è allontanato da lui nel primo tempo e non avrebbe potuto lamentarsi se fosse stato la causa di uno svantaggio iniziale.

4

(MID) Scott McTominay

66

Con così tanti dei suoi compagni centrocampisti impegnati in campo, McTominay è stato fondamentale sia per impedire all’Atletico di contrattaccare sia per colmare il divario in possesso. Ha svolto entrambi i lavori in modo impressionante.

7

(MID) Fred

75

Ottiene un punto bonus solo per quel richiamo sgargiante al trucco di Fernando Redondo su questo terreno 22 anni fa? Dovrebbe assolutamente, visto che è stato il momento clou di un’eccellente prestazione del primo tempo del brasiliano. Una prestazione energetica così elevata non poteva durare se non per il tempo che è durato.

8

(MID) Bruno Fernandes

66

Così spesso Fernandes ha onorato l’Old Trafford con tutte le sue meravigliose qualità, ma stasera è stata una dimostrazione del suo lato frustrante. Il suo passaggio è servito spesso a restituire il possesso all’Atleti e quando la pressione era alta ha deciso di vincere facilmente un fallo.

4

(FWD) Anthony Elanga

66

Una vera minaccia in area di rigore fin dall’inizio, negata solo dalla faccia di Jan Oblak prima di girare a lato all’inizio del secondo tempo. Tuttavia, è stato senza palla che ha dato il suo contributo più significativo della partita, non riuscendo a recuperare quando Lodi ha colpito di testa sul secondo palo.

6

(avanti) Cristiano Ronaldo

90

Mobile e laborioso senza palla come lo è stato da quando è tornato all’Old Trafford, ma tutto quel movimento attraverso il campo significava che raramente era in posizione per tirare fuori.

5

(FWD) Jadon Sancho

90

Il fatto che fin dall’inizio abbia registrato così tanti tocchi in aree pericolose ha mostrato quanto velocemente sia diventato una figura indispensabile nell’attacco dello United. Mentre la partita andava avanti, l’Atletico ha fatto il possibile per chiudergli i canali, nessuna sorpresa, perché ogni volta che aveva spazio per operare sembrava letale.

7

Marco Rashford

Elanga, 67′

Un’esibizione profondamente deludente dalla panchina, in cui troppo spesso ha dato via la palla nei buoni punti.

4

Nemanja Matic

McTominay, 67′

Stabile e non particolarmente emozionante, il suo contributo più notevole al gioco è stato lanciare la palla a Joao Felix, dando all’Atletico più tempo da perdere.

5

Paul Pogba

Fernandes, 67′

Ha spostato la palla in modo ordinato ma non è stato in grado di fornire il passaggio dell’assassino per cambiare questo gioco.

5

Edinson Cavani Fred, 76′ Cavani non è mai entrato davvero in gioco, una prestazione scadente soprattutto in termini di passaggi. 4
Juan Mata Maguire, 84′ L’ultimo successo e sostituzione della speranza, la quinta apparizione stagionale di Mata non è stata quella in cui avrebbe potuto dare un contributo significativo. 5

Ralf Rangnick

5

Il tedesco merita credito per come lo United ha iniziato questa partita – qualcosa che è fin troppo facilmente dimenticato – ma quando sono state necessarie sostituzioni per cambiare il gioco non è riuscito a trovare idee.

4

Vedi anche:  Risultati Champions, ascolti giocatori: la Juventus crolla contro il Villarreal; Chelsea costa ai quarti di finale

Valutazioni Atletico Madrid

(GK) Jan Oblak

90

Ha fatto cinque parate, di cui una con la faccia su Elanga proprio davanti alla porta. Potrebbe aver avuto delle prestazioni traballanti in questa stagione, ma qui è stato eccezionale.

8

(DEF) Stefan Savic

90

Era sempre lì per respingere la palla, faceva bene a bloccare i cross e sembrava dominante in aria. Il posizionamento avrebbe potuto essere migliore sulla prima occasione di Elanga.

7

(DEF) José Maria Gimenez

90

Simile a Savic in quello che ha fatto bene, ma aveva un posizionamento discutibile sulla migliore occasione dello United. Tuttavia, ha guidato la sua squadra con sei autorizzazioni e ha vinto ogni singolo duello e aereo.

8

(DEF) Reinildo

90

Quasi subito un rigore, ma alla fine è stata una bella sfida. Non era appariscente o altro, ma ha giocato in modo intelligente e non ha preso molti rischi.

7

(DEF) Marcos Llorente

90

Ha lottato con la fisicità dello United ma nel complesso ha fatto abbastanza. A volte era necessario rimboccare un po’ di più quando lo United cercava di giocare la palla in diagonale.

6

(DEF) Renan Lodi

90

⚽ 41′ L’eroe. Sta ottenendo un talento per il gol ed è venuto alla grande qui con un bel colpo di testa. Ma nemmeno lui crederà a quanto fosse aperto. Superbo andando avanti.

8

(MID) Koke

80

Sembrava un passo troppo lento. Non ha mai avuto un grande impatto, ma non ha commesso errori costosi. Ha completato solo il 60 percento dei suoi passaggi nel terzo attacco.

5

(MID) Hector Herrera

90

Un buon passaggio dall’internazionale messicano. Ha completato l’80,7 percento dei suoi passaggi, è stato in palla più di qualsiasi altro posto e ha preso la decisione giusta il più delle volte.

7

(MID) Rodrigo de Paul

90

Ha avuto una grande occasione da fuori area che è quasi andata dentro, e sembrava anche abbastanza creativo sulla palla. Non era l’impatto che voleva, ma era abbastanza buono.

6

(FWD) Joao Felix

89

Solo un tiro, ma è stato il suo passaggio di tacco ad Antoine Griezmann che ha contribuito a impostare il vincitore. Ha giocato un ruolo importante in entrambi i gol della sua squadra sulle due gambe.

7

(FWD) Antoine Griezmann

89

Era più un creatore che un tiratore, ma merita grandi oggetti di scena per aver visto Lodi spalancato sul secondo palo. Il peso sulla palla era eccezionale.

7

Geoffrey Kondobia

Koke (80′)

Ha contribuito a chiudere gli ultimi 10 minuti, portando la sua presenza difensiva e la sua capacità di schermatura.

6

Filippo

Joao Felix (90′)

Sub in ritardo per perdere tempo.

N / A

Angelo Correa

Griezmann (90+3′)

Un sottomarino che fa perdere tempo.

N / A

Diego Simeone

3

Esattamente come l’ha disegnato. Ha la sua squadra come un cavallo oscuro nella competizione ancora una volta con una difesa implacabile e un attacco che ha solo bisogno di un momento di tempo e spazio per morderti. Una vittoria impressionante e meritata.

8

Vedi anche:  Cristiano Ronaldo non giocherà per il Manchester United contro il Liverpool dopo la morte del bambino

Articolo precedentePronostici Champions League, quote: gli esperti scelgono Chelsea-Lille, Juventus favorita sul Villarreal
Articolo successivoPreoccupazione nell’OMS per il rimbalzo nel mondo dei casi covid