Home Sport USMNT vs Grenada: Brenden Aaronson condivide il motivo per cui il centrocampo...

USMNT vs Grenada: Brenden Aaronson condivide il motivo per cui il centrocampo è un ruolo “Mi vedo giocare in futuro”

121
0

A soli 21 anni, Brenden Aaronson è diventato un membro fondamentale della squadra nazionale maschile degli Stati Uniti, assicurandosi anche un trasferimento al Leeds United. Vincitore ovunque vada, Aaronson è diventato famoso per l’energia contagiosa che porta e il suo desiderio di imparare, crescere e consumare film in ogni occasione possibile. Come ha detto al podcast In Soccer We Trust di CBS Sports, quel mix unico deriva dal suo allenamento in background con suo padre Rusty e il fratello Paxten, mentre si è fatto un nome anche attraverso l’accademia della Philadelphia Union.

La cosa più sorprendente di Aaronson, tuttavia, è che mentre ha fatto così tanto nella sua carriera, non ha ancora una posizione fissa. La sua versatilità lo ha aiutato a progredire, ma significa che nessun allenatore lo ha ancora inchiodato a un ruolo specifico. Nel corso degli anni ha giocato come un otto, un 10 e un’ala, ma potrebbe trovare il suo ritmo mentre Gregg Berhalter cerca di trovare modi diversi per portare in campo la sua squadra migliore, che include Aaronson, allo stesso tempo.

Le recenti amichevoli contro Marocco e Uruguay hanno visto Aaronson assumere un ruolo più profondo a centrocampo che normalmente è occupato da Weston McKennie. Con Tyler Adams e Yunus Musah che operano quasi come due centrocampisti difensivi, Aaronson è stato incaricato di operare negli spazi intermedi tra il centrocampo e l’attacco, un luogo in cui si sente a suo agio.

Aaronson ha apprezzato il ruolo.

“Ho giocato in dieci alla Red Bull Salisburgo e conosco il mio ruolo nel mezzo, quindi è stato bello avere un’altra possibilità di giocare nel mezzo di questo campo”. Aaronson ha detto: “Ha funzionato che sono stato in grado di giocare contro il Marocco e fare una buona partita. Ed è stato un bene per la squadra [when it came to] il flusso dell’attacco e tutto ciò che ho fatto parte del gioco, è stato bello nel mezzo”

Vedi anche:  Pronostico Salernitana vs Spezia, quote, come guardare, live streaming: 7 febbraio 2022 Scelte degli esperti della Serie A italiana

In quella partita in Marocco, Aaronson ha segnato un gol con una corsa a centrocampo che Christian Pulisic ha notato. Anche se la corsa non è troppo diversa da quelle che ha fatto anche da esterno, essere in grado di portare la sua consapevolezza da dietro Pulisic e Tim Weah ha fatto una bella differenza rispetto all’operare più in alto sul campo. Guardare il gioco svolgersi e scegliere le sue corse è un luogo in cui brilla l’attenzione di Aaronson per lo studio del cinema.

Sul palcoscenico nazionale, può fare una grande differenza. Cogliere le tendenze di una squadra e usarle per separarla dal profondo può fare la differenza tra uscire dalla fase a gironi della Coppa del Mondo e tornare a casa in anticipo. Aiuta anche a interpretare un ruolo che ti piace. “Si può dire con certezza che mi piace giocare con gli otto ed è qualcosa che mi vedo giocare in futuro. E penso di poterlo fare, questo centrocampo box-to-box [role].”, ha aggiunto Aaronson.

Ascolta di seguito e segui In Soccer We Trust: un podcast di CBS Sports Soccer in cui tre volte a settimana i tuoi tre ex giocatori USMNT preferiti coprono tutto ciò che potresti voler sapere sul bellissimo gioco negli Stati Uniti.

Anche se a volte farà la spola, questo è il ruolo che Aaronson dovrebbe interpretare con il Leeds United mentre si riunisce con il suo vecchio allenatore Jesse Marsch. La speranza è che anche con le prossime partite della Concacaf Nations League contro Grenada ed El Salvador, Aaronson possa giocare anche più a centrocampo. Per le squadre che hanno maggiori probabilità di sedersi e lasciare che l’USMNT abbia la palla, aiuta qualcuno come Aaronson a far passare la palla attraverso i buchi creati dalla difesa e sfruttare i canali che si aprono.

Vedi anche:  Neymar sbattuto dall'ex giocatore del PSG ed esperto Jérôme Rothen: "È meno efficiente e ingrassa quando è fuori"

Guidare il gioco in situazioni come questa è dove Aaronson dice che vuole far crescere il suo gioco personale ed è pronto a indicare giocatori come Kevin de Bruyne per esempi di giocatori offensivi che possono anche dettare il gioco dal profondo. E Aaronson ha esperienza di gioco in squadre che dettano un gioco del genere. Si è guadagnato il trasferimento al Leeds giocando in una delle migliori squadre austriache, l’RB Salisburgo, una squadra che o aveva la palla o stava cercando di prenderla per la stragrande maggioranza del tempo durante le sue partite. E, guardando avanti, alla Coppa del Mondo avrà probabilmente l’opportunità di fare qualcosa di simile contro Iran e Galles, due squadre stilisticamente più conservatrici nel gruppo dell’USMNT.

Mentre Berhalter cerca di continuare lo sviluppo dell’USMNT, la continua maturazione di Aaronson sarà la chiave per raggiungere nuovi livelli. La sete di Aaronson di sviluppare il suo gioco personale in ogni momento, unita alla situazione favorevole del club verso cui si sta dirigendo con il Leeds United, dovrebbe preparargli le basi per fare il prossimo salto nella sua carriera con club e nazionale.

Sia che abbia la possibilità di mostrarlo alla Nations League quest’estate, sia ai Mondiali di novembre, Aaronson è una parte importante del futuro dell’USMNT… ovunque sul campo si schieri.

Articolo precedenteGli spagnoli che muoiono senza cure palliative raddoppieranno in 10 anni per mancanza di risorse
Articolo successivo“Ti preparano alla morte senza dire la parola”