Home Salute Uno studio avverte che il bisfenolo A aumenta il rischio di asma...

Uno studio avverte che il bisfenolo A aumenta il rischio di asma nelle ragazze

108
0

Il ragazze esposto a Bisfenolo A nel grembo materno può essere ad aumentato rischio di asma e respiro sibilante durante l’età scolare. Questa è una delle conclusioni di un’indagine condotta dagli scienziati dell’Istituto di Salute globale di Barcellona (ISGlobal), che è stato recentemente pubblicato sulla rivista ‘Environment International’.

Lo scorso giugno, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha già classificato questa sostanza come interferente endocrino. Ciò significa che viene considerato il bisfenolo A tossico ormonale e anche una possibile causa di cancro e altri problemi di salute.

Ma cos’è esattamente il Bisfenolo A? È un sostanza chimica che viene utilizzato per produrre materie plastiche e resine, che a loro volta vengono utilizzate per realizzare vari prodotti di consumo, come ad esempio biberon, lattine, biberon o giocattoli. I numerosi allarmi hanno portato alcuni Paesi a limitarne l’uso, e l’industria ha anche iniziato a ricorrere ad altri componenti per sostituire questa sostanza.

Vedi anche:  La Spagna rileva già più negativi che positivi nel vaiolo delle scimmie

Lo studio

Per svolgere quest’ultimo studio, tra il 1999 e il 2010 i ricercatori di ISGlobal hanno analizzato campioni di più di 3.000 madri e i rispettivi figli e figlie di sei paesi europei: Spagna, Francia, Grecia, Norvegia, Paesi Bassi e Regno Unito. Dal momento che era già noto che queste sostanze sono presenti nel latte materno e hanno la capacità di farlo attraversare la barriera placentare, in questo caso hanno valutato se l’esposizione durante la gravidanza potesse portare a problemi di salute respiratoria anni dopo. Per fare ciò, hanno raccolto dati anni dopo la nascita sulla salute respiratoria delle figlie e dei figli, attraverso questionari e spirometria.

di più

Il lavoro ha concluso che la concentrazione di bisfenolo A nell’urina materna è associata a un rischio maggiore che presentano le loro figlie asma e respiro sibilante in età scolare. Al contrario, questa associazione non è stata osservata nei bambini.

Vedi anche:  Gli spagnoli che muoiono senza cure palliative raddoppieranno in 10 anni per mancanza di risorse

“I nostri risultati sono in linea con quelli di studi precedenti che attribuiscono un ruolo negativo al bisfenolo A sulla salute respiratoria durante l’infanzia. Pensiamo che possa essere dovuto alla capacità dei bisfenoli di attraversare la placenta e interferire con il sistema respiratorio e immunitario quando sono in fase di sviluppo”, spiega Alicia Abellanoricercatore ISGlobal e autore dello studio.

Per quanto riguarda le differenze osservate tra ragazze e ragazzi, Maribel Casasun ricercatore di ISGlobal e anche autore dello studio, avverte che “i bisfenoli sono interferenti endocrini, possono interferire con ormoni sessualiche possono dar luogo, come suggeriscono i nostri risultati, ad effetti diversi a seconda del sesso della persona esposta”.

Articolo precedenteScattano gli allarmi nell’S&P 500: preoccupazione per il potenziale ‘crocevia della morte’
Articolo successivoLa giustizia brasiliana ordina il divieto di Telegram per aver consentito la disinformazione di Bolsonaro