Home Economia Unicredit guadagna 2.010 milioni, quasi il doppio, nel secondo trimestre e sale...

Unicredit guadagna 2.010 milioni, quasi il doppio, nel secondo trimestre e sale alle stelle in borsa

134
0

la banca italiana Unicredit ha pubblicato il risultati del secondo trimestre 2022un periodo eccezionale per l’azienda transalpina che si è concluso con a utile netto di 2.010 milioni di euro. L’aumento dei guadagni è stato 94,5% dall’utile di 1.034 milioni registrato tra aprile e giugno 2022.

Dopo aver appreso questa notizia, le azioni della società sono aumentate nei mercati dell’8,64%. Finora, nel 2022, le azioni hanno perso quasi un terzo del loro valore.

Quanto a reddito, è aumentato dell’8,9% in tasso anno su anno fino a 4,78 miliardi euro nel trimestre. Al 30 giugno 2022 il fatturato della banca transalpina è stato di 4.388 milioni di euro. Nel complesso, questo dato rappresenta un calo del 4,7% rispetto al primo trimestre dell’anno in corso, dove sono stati fatturati 5.016 milioni di euro.

Il margine di interesse è cresciuto del 13,3% a 2.484 milioni di euro, mentre le operazioni su azioni hanno totalizzato 564 milioni, il 41% in più rispetto a un anno fa, ma il 28,2% in meno rispetto ai primi tre mesi dell’anno. I proventi da dividendi sono diminuiti di un terzo, a 83 milioni di euro.

Vedi anche:  Barattolo di acqua fredda per Telefónica: JP Morgan taglia il prezzo a 3,50 euro per azione

Per la sua parte, i costi operativi sono stati ridotti del 3,8% nell’ultimo anno a 2.358 milioni di euro. Al contrario, hanno rappresentato un leggero incremento dello 0,6% rispetto al primo trimestre 2022, quando ammontavano a 2.344 milioni di euro.

Inoltre, escludendo l’impatto della Russia sui risultati, la banca transalpina lo ha indicato il CET1 capital ratio, la più alta qualità, si è attestato al 15,7%. Questa cifra rappresenta un aumento di due decimi del tasso interannuale. Per quanto riguarda la rendimento del capitale, questa grandezza si attestava al 13%, 5,4 punti percentuali in più dei dati del secondo trimestre 2021.

Andrea Orcellamministratore delegato di Unicredit, ha indicato che la banca “Ha avuto il suo miglior primo semestre in più di un decennio”trainato da “crescita redditizia, sana generazione organica di capitale e riduzione dei costi nonostante l’impatto dell’inflazione”.

Vedi anche:  L'inflazione pesa pesantemente sui margini del Gruppo Colruyt

Allo stesso modo, l’amministratore delegato lo ha indicato hanno migliorato le loro previsioni per il 2022, un anno in cui ritiene che i ricavi supereranno i 16.700 milioni di euro; Da parte sua, il beneficio stimato per l’anno fiscale in corso sarà prossimo ai 4.000 milioni di euro.

“L’economia globale sta affrontando sfide senza precedenti e molta incertezza. È in questi momenti che il nostro impegno incrollabile nell’attuazione della nostra strategia è particolarmente critico. Unicredit è costruito su solide basi, che ci consentono di navigare in qualsiasi ecosistema macroeconomico che ci si presenta. Garantire di rimanere forti e resilienti ci consentirà di adempiere alle nostre responsabilità nei confronti dei nostri clienti, aiutandoli a superare questi tempi difficili”, conclude Orcel.

Articolo precedentePharmaMar guadagna 34,92 milioni nella prima metà del 2022, il 19% in meno
Articolo successivoEndesa guadagna il 10% in più nel primo semestre, fino a 916 milioni di euro