Home Salute Un farmaco “rivoluzionario” è efficace contro il cancro al seno avanzato

Un farmaco “rivoluzionario” è efficace contro il cancro al seno avanzato

157
0

UN nuovo trattamento, che unisce a terapia mirata con chemioterapia, ha dimostrato di essere molto efficace in cancro al seno Si tratta di trastuzumab deruxtecan, un tipo di immunoterapia che aumenta la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza mediana rispetto ai trattamenti standard. UN studio internazionale di fase tre, a cui hanno partecipato quattro centri catalani, testa l’efficacia di questo farmaco in a nuovo segmento di donne: quelle che hanno un tumore HER2-negativo. In essi, riduce la mortalità fino al 40% e controlla la malattia il doppio della durata della chemio. Trastuzumab lo è il più “rivoluzionario” degli ultimi mesi nella ricerca sul cancro e apre le porte alla cura di altri tipi di malattie, come ad esempio cancro ai polmoni.

Lo scorso marzo, uno studio condotto dall’International Breast Cancer Center (IBCC) ha già mostrato che trastuzumab deruxtecan è migliorato sopravvivenza libera da progressione a 12 mesi di pazienti con carcinoma mammario metastatico HER2-positivo, uno dei più aggressivi Ma ora i ricercatori hanno visto come questo stesso farmaco sia efficace anche in un’altra popolazione: le donne con Cancro metastatico HER2-negativo.

il cancro al seno è il tumore più comune nelle donne in tutto il mondo: colpisce 2,3 milioni di persone e provoca la morte di 571.000 ogni anno. Il classificazione molecolare di cancro al seno ti permette di decidere quale sia il tuo miglior trattamento in base alle caratteristiche del tumore. Tra i diversi sottotipi, i tumori al seno HER2-negativi rappresentano il 70% di tutti i tumori.

La nuova ricerca, che ha studiato 650 donne, è stato pubblicato in “New England Journal of Medicine” (NEJM) e vi hanno partecipato quattro centri catalani: l’Institut d’Investigacions Biomèdiques August Pi i Sunyer (Idibaps) Hospital Clínic, Vall d’Hebron Institut d’Oncology (VHIO), l’Istituto Catalano di Oncologia (ICO) e l’Istituto di ricerca biomedica Bellvitge (Idibel). I risultati sono stati presentati questa domenica durante il congresso del Società americana di oncologia clinica (ASCO), tenutasi a Chicago (USA).

Vedi anche:  L'Ospedale Generale della Catalogna dispone già di un robot chirurgico Da Vinci

Cos’è HER2?

HER2 è un proteina che è nel esterno delle cellule tumorali e il suo livelli abitualmente determinato a decidere quale sia il strategia di trattamento più appropriata per cancro al seno. Nel caso dei tumori metastatici HER2-negativi, si è visto che il 55% non ha amplificazione del gene HER2 (quindi, fino ad ora, sono considerati HER2-negativi), ma il 70% di questi esprime bassi livelli di HER2 proteine ​​(sono le HER2-basso o HER2-basso, in inglese).

“Trastuzumab, che è un anticorpo, ha otto molecole di una chemioterapia molto potente. È stato dimostrato che è in grado di funzionare con tumori a basso HER2. Sono pazienti con metastasi, che hanno già ricevuto vari trattamenti,” spiega a EL PERIÓDICO l’oncologo dell’Hospital Clínic Alex Pratt, Responsabile del gruppo Genomica Traslazionale e Terapie Mirate nei Tumori Solidi presso Idibaps e professore presso l’Università di Barcellona (UB).

Lo studio ora pubblicato dal ‘New England Journal of Medicine’ mostra che trastuzumab ha “un efficienza nettamente superiore” quella chemioterapia controlla la malattia “il doppio del tempo” e “migliora la sopravvivenza”. “Riduce del 40% il rischio di morte e, in termini assoluti, aumenta la sopravvivenza di sei mesi”, dice Prat.

Vedi anche:  Quali cibi evitare se si soffre di colon irritabile

Secondo questo oncologo, questo farmaco lo è “il più rivoluzionario”, negli ultimi mesi, nel campo della ricerca sul cancro. “È molto rivoluzionario non solo per la sua efficacia, ma perché usa gli anticorpi per attaccare il tumore con la chemio. È un modo intelligente di somministrare la chemio al cancro al seno e ha minore tossicità rispetto ad alcune chemio. L’anticorpo, fondamentalmente, lo è un tipo di immunoterapia”, Inserisci.

altri tipi di cancro

Inoltre, trastuzumab sta iniziando a “mostrare attività” in altri tipi di cancro, come quella polmonare, in cui “cominciano ad esserci dati molto interessanti”. “Il farmaco è in fase di sperimentazione studi multipli” dice Prat. “Ora, il passo successivo è provare a portare questo trattamento a prime fasi della malattia, cioè, i pazienti che hanno a carcinoma mammario localizzato.

D’altra parte, secondo Maria Vidal, oncologo, professore e ricercatore insieme a Prats presso Idibaps, uno dei “sfide attuali” farà in modo che si guardino l’un l’altro livelli di HER2 “adeguati”. “Finora non era importante, ma ora è molto importante e studi precedenti mostrano un grande disaccordo tra i patologi per identificare bassi livelli di HER2”, afferma Vidal.

“I risultati ottenuti sono statisticamente significante, clinicamente molto rilevante e con Effetti collaterali molto gestibili. questo trattamento diventerà presto uno standard, e speriamo che non ci vorrà molto prima che venga incorporato nel sistema pubblico una volta approvato dall’Agenzia europea per i medicinali e dall’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari (Aemps)”, commenta Michele Gil, Responsabile del Servizio di Oncologia Medica dell’ICO.

Articolo precedenteMusk minaccia per lettera di ritirare l’offerta su Twitter per i falsi account
Articolo successivoAndare in bicicletta per 20 minuti al giorno riduce del 10% il rischio di mortalità