Home Economia Un ex dipendente di OpenSea è accusato di insider trading in NFT

Un ex dipendente di OpenSea è accusato di insider trading in NFT

158
0

È stato un ex dipendente del mercato dei token non fungibili OpenSea arrestato e accusato di traffico di informazioni privilegiato rispetto a NFT.

Nathaniel Chastain, l’ex product manager dell’azienda, è stato accusato di frode telematica e frode monetaria per l’utilizzo di informazioni sensibili sugli NFT che apparirebbero sulla home page di OpenSea a proprio vantaggio economico personale. Utilizzando la sua conoscenza privilegiata, Chastain avrebbe acquistato dozzine di NFT, che rappresentano risorse digitali come cimeli di arte e videogiochi, prima che apparissero sul servizio e successivamente le vendette a scopo di lucro.

Nell’atto d’accusa, depositato presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, il Federal Bureau of Investigation sostiene che Chastain fosse responsabile della selezione degli NFT apparsi sulla home page di OpenSea. Mare aperto mantennero riservate le informazioni su cui sarebbero apparse le NFTpoiché quando un NFT è apparso sulla home page, il prezzo che gli acquirenti erano disposti a pagare è aumentato notevolmente.

Vedi anche:  Segno misto a Wall Street dopo una sessione di forti guadagni

Tra giugno e settembre 2021, Chastain ha utilizzato le informazioni riservate per acquistare gli NFT e successivamente venderli con profitto. In una transazione tipica, il profitto di Chastain sarebbe compreso tra due e cinque volte il prezzo a cui aveva acquistato gli NFT.

Anche Chastain ci ha provato nascondi la tua sospetta frode utilizzando portafogli di criptovaluta anonimi e account anonimi su OpenSea.

“In questo caso, come asserito, Chastain ha lanciato aEx schema per commettere insider trading utilizzando la tua conoscenza di informazioni riservate di acquistare dozzine di NFT prima che apparissero sulla home page di OpenSea”, ha dichiarato in una nota il vicedirettore dell’FBI Michael J. Driscoll.

Il fondatore e CEO di OpenSea Devin Finzer ha parlato per la prima volta delle accuse a settembre senza nominare Chastain. Anche se ha notato che il le accuse sono state incredibilmente deludenti. Finzer ha aggiunto che OpenSea aveva “incaricato una terza parte di condurre una revisione completa dell’incidente e formulare raccomandazioni su come rafforzare i nostri attuali controlli”.

Vedi anche:  Il gas diventa il secondo fronte della guerra russa in Ucraina

Le accuse di Chastain di frode telematica e riciclaggio di denaro comportano una pena massima di 20 anni di carcere.

Articolo precedenteBinance VC Arm aumenta di 500 milioni per aumentare l’utilizzo di Blockchain e Web3
Articolo successivoI prodotti definitivi ed efficaci per pulire il tuo forno e la cappa aspirante