Home Technologia Un attacco informatico contro Iberdrola espone i dati personali di 1,3 milioni...

Un attacco informatico contro Iberdrola espone i dati personali di 1,3 milioni di clienti

169
0

Iberdrola ha sofferto a attacco informatico chi ha esposto il informazione personale fino a 1,3 milioni di suoi clienti. Il gruppo di criminali informatici ha avuto accesso ai loro nomi, cognomi e numeri di identificazione, ma non a informazioni critiche come conti bancari o carte di credito o dati sui consumi di energia elettrica.

Come ElDiario.es ha avanzato e fonti della compagnia elettrica spagnola hanno potuto confermare a EL PERIÓDICO, l’attacco è avvenuto il 15 marzo ed “è stato risolto lo stesso giorno”. Il giorno dopo averlo chiuso violazione della sicurezzaIberdrola “ha rilevato attacchi massicci che non hanno raggiunto il loro obiettivo”.

L’azienda ha contattato i clienti colpiti dall’attacco informatico, ha denunciato quanto accaduto alla Brigata Centrale Investigativa Tecnologica della Polizia Nazionale e ha informato l’Agenzia per la Protezione dei Dati, come previsto dalla legge. In una lettera, I-DE Redes Eléctricas Inteligentes -la società di distribuzione di energia elettrica di Iberdrola- ha chiesto ai clienti interessati di essere “particolarmente attenti alle comunicazioni elettroniche ea qualsiasi attività atipica o insolita che possa essere correlata ai loro dati personali nelle prossime settimane”.

Vedi anche:  Facebook continuerà a guardarti nel metaverso

Iberdrola ha spiegato che questi attacchi informatici hanno coinciso con altri simili che hanno cercato di penetrare e colpire i sistemi di aziende come Cercanías e istituzioni come il Congresso dei Deputati.

avviso di attacco

Lo scoppio della guerra in Ucraina, anch’esso condotto nel ciberspazio, ha alzato il livello di allerta. Martedì, il governo ha approvato un pacchetto di misure di emergenza in risposta al “notevole aumento del rischio di attacchi informatici per motivi geostrategici”. Pertanto, cerca di rafforzare la sicurezza delle infrastrutture digitali pubbliche, nel mirino dei criminali informatici, come avviene anche per i settori economici strategici.

Il 9 marzo il governo spagnolo ha deciso di alzare l’allerta al livello tre (su cinque). sicurezza informatica. Presidente, Pedro Sanchez, ha quindi annunciato un piano nazionale per la sicurezza informatica per “garantire il funzionamento dei servizi essenziali”. Questo mercoledì, il National Intelligence Center (CNI) ha avvertito che gli hacker collegati al servizio di intelligence russo lanceranno un’offensiva nei “prossimi giorni” con l’obiettivo di indebolire la capacità politica, tecnologica ed economica della Spagna.

Vedi anche:  Il rischio di attacchi informatici russi si moltiplica in Spagna

Articolo precedenteSenza uscire dal copione: OPEC+ aumenta la produzione di maggio di 432.000 barili al giorno
Articolo successivoACS propone un aumento di capitale per un massimo di 600 milioni di euro