Home Sport UEFA Champions League: il PSG non può aspettarsi di trattenere Kylian Mbappé...

UEFA Champions League: il PSG non può aspettarsi di trattenere Kylian Mbappé dopo l’ultima implosione contro il Real Madrid

59
0

Kylian Mbappe ha segnato una doppietta in entrambe le gare degli ottavi di finale di UEFA Champions League del Paris Saint-Germain contro il Real Madrid e non è stato comunque sufficiente per evitare un’uscita umiliante quando i giganti francesi hanno perso 3-2 complessivamente dopo aver perso 3-1 su il mercoledì al Santiago Bernabeu.

Il 23enne non avrebbe potuto fare molto di più per portare in alto la sua squadra visto che ha visto anche due gol esclusi nella capitale spagnola, ma gli uomini di Mauricio Pochettino sono comunque riusciti a soffiare un vantaggio complessivo di due gol negli ultimi 30 minuti della cravatta.

Mbappe è stato oggetto di congetture pre-partita poiché lunedì ha preso un colpo in allenamento e si è ritirato per giocare e ha finito per recitare per la prima ora prima che il collega nazionale francese Karim Benzema lo mettesse in ombra. Tale è la posizione unica di Mbappe nel gioco (e forse nel futuro del Real Madrid) che gli è stata persino concessa un’ovazione pre-partita.

La possibilità che il numero 7 del PSG passi al Real ora si avvicina a diventare realtà. Quest’ultimo imbarazzo europeo ha evidenziato che la capolista della Ligue 1 è ancora ben lontana dall’essere pronta a vincere la Champions League.

Mbappe può permettersi di aspettare per scoprire se la società della capitale francese potrà rimediare a questi problemi durante l’estate? Improbabile. I problemi del PSG sembrano essere radicati lontano dal campo, dove vanta probabilmente una squadra completa come qualsiasi altro rivale dell’UCL. L’unica soluzione è una pulizia profonda.

Nonostante l’esperienza maturata nelle ultime due edizioni, quando ha raggiunto la finale nel 2019-20 prima di perdere contro il Bayern Monaco e poi non essere all’altezza contro il Manchester City la scorsa stagione in semifinale, il PSG sta regredendo ancora una volta e i segni sono lì da mesi adesso.

Vedi anche:  Punteggio Manchester United vs Leicester City: i Red Devils non riescono a guadagnare terreno nelle prime quattro gare della Premier League

Il mandato di Pochettino è stato un totale fallimento e Mbappé lo riconoscerà più di altri, dato che l’argentino ha supervisionato gli ultimi 18 mesi della sua permanenza a Parigi e ha ripagato le sue speranze di vincere il primo titolo di Champions League per il club.

C’è stato un momento in cui il PSG sembrava giustificato nel rifiutare i milioni del Real la scorsa estate per mantenere Mbappé e anche se il punto di vista del club non sarà cambiato, il giocatore probabilmente non avrà così pochi rimpianti dato che ora potrebbe vedere il Real andare fino in fondo la finale si è recentemente trasferita allo Stade de France.

L’uomo di Bondy non dovrebbe essere troppo duro con se stesso dato che ha trascinato spesso questa squadra negli ultimi mesi e praticamente per l’intero periodo di Pochettino in carica, ma può ugualmente chiedersi se può davvero dare qualcosa in più a avere successo.

Se Mbappe decide di rimanere con il PSG per un altro anno o due, che deve essere una remota possibilità in questo momento visto come questa sconfitta ha ucciso la stagione, probabilmente supererà Edinson Cavani come capocannoniere. Tuttavia, verranno apportate le modifiche necessarie per favorire il successo dell’UCL?

Zinedine Zidane e Arsene Wenger sono stati pubblicizzati come un potenziale doppio atto per entrare per Pochettino e il direttore sportivo sotto tiro Leonardo, ma quanto tempo impiegherebbe la coppia francese o altri per attuare il cambio di mentalità di cui è così disperato?

Vedi anche:  Gol in trasferta: cosa ci ha detto la vittoria del Real Madrid sul Paris Saint-Germain sulla nuova regola della Champions League?

Troppo a lungo per aspettare e scoprire che Mbappe è probabilmente la risposta più vicina alla verità in questo momento, poiché ha già visto tutto questo prima e ha chiarito che non voleva prendere parte a un’altra delusione nel 2019, quando notoriamente si dichiarò affamato di responsabilità a i premi della Ligue 1.

Lionel Messi è entrato e ha a malapena lasciato un segno al fianco di Mbappé, Sergio Ramos riesce a malapena a entrare in campo per non parlare di influenzare lo spogliatoio come ha fatto con il Real, e Neymar ha guardato l’ombra di se stesso da almeno un anno ormai.

Non c’è un vero modo per girare positivamente la situazione del PSG dato da quanto tempo sono stati in grado di vincere la Champions League e ora i loro proprietari del Qatar hanno mancato la possibilità di far diventare la loro squadra detentrice del titolo per l’anno della Coppa del Mondo.

Mbappe potrebbe restare fino ai Giochi Olimpici del 2024 a Parigi e chiudere il suo periodo in Francia con una potenziale medaglia d’oro, ma chissà come saranno i due anni tra adesso e allora per il PSG.

Almeno Mbappe non è più obbligato a pensare al suo futuro in fondo alla mente, dato che la squadra non dovrebbe perdere un vantaggio di 13 punti a Le Championnat senza altri interessi nazionali da inseguire.

È giunto il momento per il momento della decisione della superstar francese e il PSG non può più aspettarsi che finisca con un’estensione del contratto, non importa quanto a breve termine sia un accordo che potrebbero essere disposti ad accettare: il tempo di Mbappe con il suo club d’infanzia potrebbe benissimo aver esaurito il suo corso.

Articolo precedenteReal Madrid vs PSG: dove si colloca questa inversione di tendenza/crollo tra i più grandi nella storia della Champions League?
Articolo successivoGol in trasferta: cosa ci ha detto la vittoria del Real Madrid sul Paris Saint-Germain sulla nuova regola della Champions League?