Home Vita Pratica Truffa in banca: in pochi secondi viene defraudata di una somma colossale

Truffa in banca: in pochi secondi viene defraudata di una somma colossale

329
0

pubblicità Pochi giorni fa, una donna di Tolosa è stata vittima di una truffa. Quest’ultimo è stato derubato di 8.500 euro da un uomo che si è spacciato per agente del dipartimento frodi della sua banca. Come è successo esattamente? Questo è ciò che vedremo subito. Non preoccuparti, la redazione di Objeko ti racconterà tutto. Siete pronti ?

Una truffa da oltre 8500 euro

Purtroppo per i francesi le truffe sono sempre più presenti. E di recente è stato preso un Toulousaine. Infatti, quest’ultimo, è stato prelevato più di 8500 euro sul suo conto. Ma come è riuscito il truffatore ad estorcere questa somma alla sua vittima? Bene, è molto semplice. In effetti, tutto è iniziato con una telefonata del dipartimento frodi di BNP Paribas. Quest’ultimo poi gli chiede informazioni personali. Ben informato, l’uomo elenca il nome del suo consulente bancario, il suo numero di banca e il numero della sua carta di credito. E, naturalmente, tutto è giusto: “Mi dà il nome del mio consulente, il numero del mio conto bancario e il numero della mia carta di credito. Quindi l’individuo mi chiede se queste informazioni su di me sono corrette“. La vittima risponde quindi affermativamente.

Vedi anche:  Il lettino di Zara che ha rivoluzionato i giardini più eleganti

Una truffa consolidata

Dopo averla confidata, l’uomo interroga la sua vittima su due misteriosi acquisti. Uno da 1500 e l’altro da 2500 euro realizzati sul sito di Cdiscount. Ovviamente il 30enne nega categoricamente di aver speso queste somme. È allora che il truffatore gli spiega qualcosa di incredibile. Anzi, le avrebbe spiegato che la banca le avrebbe pagato 8.000 euro, in modo che questi ultimi non venissero scoperti. È allora che si avrà la vittima. Riceverà infatti una notifica con la scritta “rimborso”, nell’applicazione BNP del suo smartphone. Il truffatore poi le chiede di convalidare l’operazione: lei corre a ricevere i due presunti bonifici da 4.000 euro. Purtroppo per lei, premendo convalidato, ha accettato che fosse effettuato un bonifico a beneficio del truffatore.

La banca si rifiuta di rimborsare la vittima

Pochi giorni dopo, chiama il suo consulente per chiederle informazioni sulla procedura di rimborso. È allora che scopre di essere stata oggetto di una truffa. Oggi ha sporto denuncia contro il BNP. C’è da dire che la banca non vuole rimborsarlo. Inoltre, nega formalmente di essere stata vittima di un attacco informatico. Resta da vedere come tutto questo finirà per la vittima. Continua… (Stopandgo)

Articolo precedenteLidl ha fatto centro con questo caricabatterie, ideale per evitare problemi di cavi!
Articolo successivoTritatutto Lidl Silvercrest al prezzo imbattibile di 9,99€ – Novembre 2022
Ho 25 anni e da 3 anni lavoro nel Digital, scrivo più veloce della luce! Sono appassionata di rugby e boxe ma mi piacciono anche l'arte e la letteratura!