Home Sport Trasferimenti dell’Arsenal: all’interno della caduta in disgrazia di Pierre-Emerick Aubameyang mentre i...

Trasferimenti dell’Arsenal: all’interno della caduta in disgrazia di Pierre-Emerick Aubameyang mentre i Gunners si concentrano su Alexander Isak

170
0

Mentre l’Arsenal cerca i gol in campo e i marcatori fuori, la caduta in disgrazia di Pierre-Emerick Aubameyang diventa più difficile da comprendere. I marcatori più bassi tra i primi sei della Premier League hanno uno dei marcatori più costanti d’Europa dell’ultimo decennio nei loro libri, eppure, poiché è tornato in Inghilterra un giorno dopo il promesso, viene espulso da Mikel Arteta.

Aubameyang non avrebbe potuto salvarli dal più torrido di gennaio. Era alla Coppa d’Africa con il Gabon fino a quando non è stato rimandato a Londra per controlli medici dopo che una scansione post-COVID ha rivelato “lesioni cardiache”. Quei test hanno dato il via libera all’attaccante; non avendo giocato dal 6 dicembre, ora può scendere in campo.

Nei colori di chi sarà non è ancora chiaro. Per il quarto anno consecutivo, l’Arsenal trascorre gennaio cercando di spostare il giocatore con i guadagni più alti, il veterano che stavano progettando di costruire, ovunque lo porti.

Non è chiaro se avranno successo. Finora l’unica offerta che l’Arsenal ha sul tavolo per Aubameyang viene da Al Nassr, come rivelato per la prima volta mercoledì dalla CBS Sports. Anche i loro rivali di Riyadh, Al Hilal, sono entusiasti, sebbene non abbiano sviluppato il loro interesse verso un’offerta formale. L’offerta di Al Nassr è allettante per i Gunners: una considerevole commissione per il prestito, una clausola di acquisto obbligatoria e lo stipendio di $ 340.000 a settimana dell’attaccante coperto nel frattempo.

Fonti vicine alla situazione indicano che Aubameyang preferirebbe rimanere in Europa. Finora Paris Saint-Germain, Marsiglia, Milan, Juventus e Siviglia hanno tutti espresso interesse per l’emarginato dell’Arsenal. Almeno un club della Premier League sta anche valutando di entrare nella mischia. Tuttavia, solo il PSG potrebbe teoricamente pagare l’intero stipendio. Se le offerte formali vengono da qualcuno di questi, è improbabile che siano a condizioni favorevoli come quelle dei sauditi. Tale è il loro desiderio di andare avanti, i Gunners sarebbero disposti a considerare seriamente un prestito senza opzione

Nel frattempo, continuano i lavori per assicurarsi il sostituto di Aubameyang, che se ne vada o meno. Una lunga offensiva di fascino per Dušan Vlahović non ha finora conquistato il serbo – anche se se dovesse impegnarsi, Arsenal e Fiorentina sarebbero pronte a concordare rapidamente le specifiche del trasferimento – il che significa un rinnovato interesse per Alexander Isak della Real Sociedad. Il direttore tecnico Edu Gaspar e l’allenatore Mikel Arteta sono disperati per non lasciare affari in sciopero all’estate con un posto tra i primi quattro della Premier League apparentemente in palio. Ciò significa accettare che alcuni obiettivi a lungo termine non saranno sul mercato; CBS Sports capisce che, ad esempio, non c’è stato alcun contatto tra Arsenal e Lille per Jonathan David, un giocatore che ammiravano da tempo.

Vedi anche:  Jesse Marsch fissa l'obiettivo del Chelsea mentre sostiene il Leeds per fuggire dalla zona retrocessione della Premier League

Credono che Aubameyang e Alexandre Lacazette, la coppia d’attacco da 136 milioni di dollari firmata negli ultimi giorni di Arsene Wenger, non siano all’altezza del compito di portarli al quarto posto. Un ritorno di 30 gol in campionato dall’inizio della scorsa stagione, sei dei quali su rigore, suggerisce che potrebbero avere un punto. Allo stesso modo, se i club calciatori contemporanei dell’Arsenal danno un’occhiata ad Aubameyang, si pone la domanda su cosa stanno vedendo che Arteta non lo è. Da quando è stato privato della carica di capitano, è stato garantito che la menzione del nome del 32enne in qualsiasi ambiente mediatico avrebbe sollevato le difficoltà dell’allenatore.

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Parlando dopo il pareggio a reti inviolate di domenica con Burnley, Arteta ha fatto tutto il possibile per manovrare altrove una domanda sul fatto che le lotte dell’Arsenal sotto porta – e aveva il diritto di notare che a dicembre non c’erano problemi del genere – potessero avere un impatto sul futuro dell’ex skipper . Ha rifiutato di confermare se Aubameyang sarebbe stato sull’aereo per il campo invernale a Dubai quando partiranno giovedì. Se il club ottiene quello che vuole, per allora sarà vicino a assicurarsi un’uscita.

La rottura della loro relazione è tanto più curiosa quando giocatore e allenatore avevano stretto un legame così stretto durante i 18 mesi precedenti. Fonti vicine ad Aubameyang hanno da tempo insistito sul fatto che sia stata la presenza di Arteta all’Emirates Stadium a convincerlo a firmare un nuovo contratto nell’estate del 2020. Mentre l’attaccante ha lottato sotto porta nei mesi successivi, il supporto di Arteta è stato costante.

Dieci giorni prima dell’esonero di Aubameyang dalla squadra, il suo manager lodava lo sforzo dell’attaccante anche se i gol non scorrevano. “Mettere la palla in rete o meno può essere una differenza di millimetri o di un secondo; Auba ha quella capacità e non ha perso quella capacità”, ha detto Arteta il 1° dicembre.

Ciò che è cambiato è stato l’arrivo in ritardo di Aubameyang dalla Francia, che ha avuto implicazioni sui protocolli COVID-19 del club. Come ha notato il club quando ha tolto la fascia al capitano, questa non è stata la prima violazione disciplinare, la più notevole è stata il suo arrivo in ritardo prima del derby del nord di Londra a marzo. Aubameyang era stato eliminato per quella partita, ma la CBS Sports ha capito che non è stato multato. Fonti vicine agli eventi da allora hanno indicato la loro sorpresa per il fatto che l’Arsenal sia andato a misure così estreme così rapidamente.

Vedi anche:  Pronostico Roma-Atalanta, quote, come guardare, live streaming: 5 marzo 2022 Scelte Serie A italiana, pronostico

Quelli intorno al giocatore non erano gli unici confusi. Ex attaccante dei Gunners Emmanuel Adebayor ha dichiarato a Sky Sports: “So che passerà molto. Questo è l’Arsenal per te. Non hanno mai imparato a perdonare”.

Può darsi che Arteta si aspetti standard più elevati dal capitano del suo club. Va ovviamente notato che Aubameyang non ha mai chiesto il capitano, è stata una responsabilità che gli è stata imposta dopo che il precedente skipper, Granit Xhaka, ha giurato ai tifosi mentre veniva sostituito in pareggio con il Crystal Palace nell’ottobre 2019 La fascia non si è sempre accomodata facilmente su Aubameyang, che ha deferito alcuni dei suoi doveri al suo numero 2 Hector Bellerin durante gli incontri dei capitani della Premier League nell’estate del 2020.

Tuttavia, Aubameyang ha perseverato, il suo ruolo è cambiato in continuazione in una squadra dell’Arsenal che raramente era stata impostata per sfruttarlo al meglio. Dopo aver vinto una Scarpa d’Oro come parte di uno sciopero in tandem con Lacazette, la forma migliore dell’ex attaccante del Borussia Dortmund sotto Arteta è arrivata in un sistema 3-4-3 in cui il suo ruolo difensivo era minimo e poteva funzionare come un’approssimazione di Mohamed Salah: Portare la palla nelle aree avanzate sul canale sinistro, tagliare il campo sul suo piede più forte e tirare in porta.

Anche se non è da qui che vengono segnati la maggior parte dei suoi gol, Aubameyang ha un punto debole particolare intorno all’interno dell’area di rigore, a sinistra dell’area. Nelle partite di Premier League ed Europa League dalla stagione 2019-20 in poi, ha effettuato 45 tiri da quell’area per un valore complessivo di 2,87 goal previsti (xG). Ha segnato nove volte. Mentre l’Arsenal stava vincendo la FA Cup, la loro superpotenza come squadra sembrava portare la loro stella in avanti in quel punto.

I tiri di Aubameyang dal canale interno sinistro intorno all’area dall’inizio della stagione 2019-20 di Premier League ed Europa League. La dimensione di una bolla riflette il valore degli obiettivi previsti

TruMedia

Tuttavia, per gran parte delle stagioni 2020-21 e 2021-22 hanno lottato per portare Aubameyang in quei punti. Hanno lottato per trovarlo in qualsiasi, davvero. I suoi ultimi tre tocchi di gioco aperto ogni 90 minuti sono diminuiti in entrambe le ultime due stagioni; la scorsa stagione ha trascorso troppo tempo abbandonato a sinistra, inseguendo i terzini avversari e facendo la spola avanti e indietro. In questa stagione, è stato utilizzato sia come leader della linea di corsa esca, in particolare nella vittoria del derby del nord di Londra sul Tottenham, dove ha allungato il campo in modo che Emile Smith Rowe e Bukayo Saka potessero fare festa.

Non è passato molto tempo da quella partita che Arteta diceva ai media: “Vedi come corre, lo scopo che ha per premere la palla, e quando la prende il suo movimento, il suo collegamento, come [he] sta guidando il gioco?”

Niente di tutto questo per sostenere che Aubameyang avrebbe necessariamente salvato l’Arsenal dal loro gennaio secco, né per sostenere che non sia un giocatore in declino. Il suo xG per 90 minuti, 0,53 nella sua stagione vincitrice della Scarpa d’Oro 2018-19, si è stabilizzato a 0,32 nelle ultime due stagioni. La spinta turbo del ritmo non è sempre stata così evidente come quando è arrivato dal Borussia Dortmund.

Le motivazioni dell’Arsenal per effettuare un aggiornamento sono chiare. Hanno bisogno di un attaccante migliore ora e per il futuro, Isak potrebbe essere quell’uomo. Forse è più difficile capire la fretta di passare da Aubameyang del tutto in termini diversi dal riordinare un conto salario che Josh Kroenke desiderava da tempo spingere al ribasso. La sua disciplina è stata discutibile, ma il 2021 è stato un anno tumultuoso per il giocatore, quello in cui ha sofferto di due attacchi di COVID-19, ha contratto la malaria e ha visto sua madre soffrire di una grave malattia.

Ha già dimostrato come opzione dalla panchina che può entrare in posizioni da gol, come ha fatto quando ha respinto un’opportunità per vincere punti contro l’Everton nella sua ultima apparizione con i Gunners. A differenza di Lacazette o persino di Eddie Nketiah, riesce a trovarsi costantemente in posizioni per ottenere i colpi. Potrebbe perdere alcune occasioni di alto profilo, come fanno tutti gli attaccanti, ma la chiave è che le ottiene.

Mentre Arteta si guardava intorno in panchina, non aveva nessuno con la storia di gol di Aubameyang, la sua capacità di trovare la rete su base regolare. Anche se la sua squadra è tornata in piena forma, sostenuta dal nuovo attaccante talismanico che desidera, è possibile che le opzioni dell’allenatore dell’Arsenal siano coerenti con Lacazette, Nketiah, Nicolas Pepe ed Emile Smith Rowe. A parità di altre condizioni, nessuno rappresenta un’opzione migliore per un gol nel finale di Aubameyang.

Ciò non significa nulla di ciò che accadrà se Vlahović, Isak o un altro attaccante non potranno essere assicurati la prossima settimana. Mentre il Manchester United vacilla, c’è un bel premio alla portata dell’Arsenal in questa stagione. Senza dubbio renderebbe più difficile capire se Aubameyang non fosse utilizzato o sostituito.

Articolo precedenteCome pulire le vecchie monete?
Articolo successivoCosa succede se ti fai il vaccino e hai il covid?