Home Sport Tottenham: Antonio Conte che riporta gli Spurs in Champions League è un...

Tottenham: Antonio Conte che riporta gli Spurs in Champions League è un enorme successo, quello che viene dopo è più difficile

92
0

Il quarto posto non arriva con un trofeo. Per i club ambiziosi, il quarto posto non è tanto un traguardo quanto un’aspettativa. Arrivare quarto è necessario, ma non dovrebbe essere sufficiente. È una piattaforma su cui costruire qualcosa ed è una piattaforma su cui il Tottenham aveva un disperato bisogno di tornare dopo aver perso la Champions League per due stagioni consecutive. Quando Nuno Espirito Santo è stato licenziato a novembre, mesi dopo essere stato assunto per guidare gli Spurs, questa squadra avrebbe potuto prendere molte strade diverse. Ma, forse, solo Antonio Conte potrebbe riportarli al quarto posto.

Conte è arrivato agli Spurs in un momento di suprema instabilità. Dopo una finestra estiva che li ha visti passare da un nome all’altro nella loro ricerca per sostituire Jose Mourinho, quasi nominando Gennaro Gattuso come allenatore prima di stabilirsi definitivamente su Nuno, se gli Spurs avessero sbagliato ancora una volta quando Nuno è stato licenziato sarebbe stato disastroso. Ma Daniel Levy no, nominando Conte come allenatore. Anche se le capacità di Conte come allenatore sono chiare, ciò non significava che la mossa fosse priva di rischi. C’era il dubbio che questa sarebbe stata una relazione che avrebbe funzionato poiché Levy preferisce fare acquisti nel cestino degli affari mentre Conte vuole aggiunte ai migliori scaffali – e alcune di quelle domande sono ancora lì che entrano nella finestra estiva – ma con quella piattaforma di Champions League ora c’è ( e i soldi in più che ne derivano), la speranza è che gli Spurs ora possano offrire ciò che cercano gli obiettivi di mercato di Conte.

Gli Spurs sono al terzo allenatore da quando hanno licenziato Mauricio Pochettino nel 2019 e, francamente, dovrebbero considerarsi fortunati ad avere Conte. Anche il Manchester United era sul punto di cambiare allenatore a novembre, con Ole Gunnar Solskjaer sempre più sotto tiro. Ma poi lo United ha battuto gli Spurs, prolungando l’era del Solskjaer e ponendo fine alla corsa dell’Espirito Santos. Se forse quella partita finisse diversamente e lo United avesse deciso di cambiare prima, chissà cosa sarebbe potuto succedere.

Vedi anche:  Cristiano Ronaldo dice che spera di giocare oltre i 40 anni, suggerisce che la stagione della Premier League dovrebbe avere più pause

Per ora, nonostante il loro successo, nulla è ancora scolpito nella pietra come ha detto Conte dopo la vittoria per 5-0 degli Spurs sul Norwich City. Ma ha riconosciuto il raggiungimento di ciò che la squadra ha fatto dicendo: “È molto molto difficile raggiungere un posto in Champions League. Devo considerare questo un grande risultato per me e per i miei giocatori, e anche per il club considera questo un grande traguardo dopo tre anni che il Tottenham può tornare a giocare in Champions League. Per noi è molto importante perché i migliori giocatori, i migliori allenatori vogliono giocare in questa competizione, per questo trofeo. Dobbiamo essere contenti per quello che abbiamo fatto.”

Quando Conte è subentrato, gli Spurs erano noni in campionato, lottando per segnare. Harry Kane era sconsolato dal fatto che un trasferimento estivo al Manchester City fosse fallito e stava permeando il resto della squadra. Nonostante l’Espirito Santo fosse conosciuto come un allenatore solido in difesa, la squadra ha lottato e ha lasciato che piccoli errori li ferissero costantemente. Ma, da novembre in poi, solo Liverpool e Manchester City hanno raccolto più punti degli Spurs di Conte.

C’erano dolori crescenti, ma si sono stabiliti nel suo 3-5-2 e sono diventati una squadra da temere. Le integrazioni di Rodrigo Bentancur e Dejan Kulusevski a gennaio hanno fatto la differenza dimostrando che Conte non ha bisogno di tanti giocatori per far funzionare il suo sistema, ma ha bisogno di quelli giusti. Il vincitore congiunto della Scarpa d’Oro Heung-min Son, Kane e Kulusevski sono diventati i tre gol più prolifici della Premier League. Kane ha segnato 17 gol mentre assisteva altri nove, Son ne ha segnati 23 assistendo sette e Kulusevski ne ha segnati cinque assistendo otto dal suo arrivo a gennaio.

Vedi anche:  Rangers vs. Napoli info in diretta streaming, canale TV: come guardare la Champions League in TV, streaming online

La macchina di Conte è diventata una squadra che poteva batterti in tanti modi e il ritorno in Champions League è un segnale che all’orizzonte si profilano giornate migliori. Conte chiederà di più durante l’estate e se non viene sostenuto potrebbe ancora camminare, con Conte è sempre una minaccia, ma è qui che aiuta un direttore del calcio con cui ha lavorato in passato. Fabio Paratici è molto consapevole dei modi di Conte e può aiutare a garantire che se non si può raggiungere un obiettivo sul budget degli Spurs, si possa aggiungere qualcuno di simile.

Gli Spurs si sono imbattuti in una situazione come questa a gennaio inseguendo Luis Diaz solo per vederlo dirigersi al Liverpool, ma l’ingaggio di Kulusevski ha funzionato abbastanza bene. La squadra avrà bisogno di più profondità non solo per il ritorno in Champions League, ma anche dal momento che la Premier League tornerà a consentire cinque sostituzioni a partita. Ma il nucleo è già a posto. È necessario prendere decisioni sulle posizioni di terzino esterno e non ci si può aspettare che Ben Davies si esibisca a questo livello come nella posizione di difensore centrale sinistro per un’intera stagione il prossimo anno, ma vendere la Champions League è sempre più facile che vendere la speranza di esso.

Il futuro è il più luminoso che sia stato da un po’ di tempo nel nord di Londra, ma spetta a Daniel Levy assicurarsi che rimanga tale. Entrando in un’estate critica, è necessario fare tutto il possibile per garantire che l’allenatore d’oro degli Spurs rimanga al comando poiché ha già mostrato un assaggio di ciò che può fare senza che la squadra abbia nemmeno una preseason sotto di lui.

Articolo precedenteQuesto è lo “smartphone” X8, di Honor
Articolo successivoLiverpool-Real Madrid: quando, dov’è la finale di UEFA Champions League? Ora di inizio, data, live streaming, TV