Home Economia Tesco e Heinz litigano per i fagioli al forno

Tesco e Heinz litigano per i fagioli al forno

70
0

Heinz i prodotti, tra cui il ketchup e i fagioli al forno che sono diventati un alimento base nelle case britanniche, stanno scomparendo Tescogli scaffali. A causa di una controversia sul prezzo, al momento non ci sono consegne.

“Nessun aumento di prezzo ingiustificato”

La guerra (dei prezzi) è in corso tra Tesco e Heinz. La catena di supermercati britannica si rifiuta di accettare gli ultimi aumenti di prezzo del produttore americano, motivo per cui il produttore di ketchup ha sospeso le consegne. Di conseguenza, un numero crescente di supermercati Tesco non è più in grado di offrire ketchup, fagioli in salsa o zuppa di Heinz. Eppure questi prodotti sono fondamentali in molte famiglie britanniche e Heinz è il leader indiscusso del mercato.

Tuttavia, in quanto principale rivenditore di prodotti alimentari del Regno Unito, Tesco non tollererà questo aumento unilaterale dei prezzi, nemmeno da parte di un gigante come Heinz. “Non trasmetteremo aumenti di prezzo ingiustificati ai nostri clienti”, ha detto a BBC News un portavoce della catena di supermercati. “Siamo spiacenti che ciò significhi che alcuni prodotti non sono disponibili in questo momento, ma abbiamo molte alternative tra cui scegliere e speriamo di risolvere presto questo problema”.

Vedi anche:  Il Brent scende violentemente dopo aver sfiorato i 120 dollari

Zuppa fino al 40% più costosa

Nell’attuale clima di alta inflazione e aumento dei prezzi dei generi alimentari, Tesco ritiene che “ora più che mai” abbia “la responsabilità di garantire ai clienti il ​​miglior valore possibile”. In altri supermercati, i prezzi dei prodotti Heinz sono aumentati fino al 40% nelle ultime settimane, ha calcolato The Grocer. Sempre più consumatori britannici stanno cercando di risparmiare denaro limitando le loro spese e, in media, anche i britannici stanno andando meno al supermercato.

Heinz si difende dicendo che i costi di produzione sono aumentati. L’azienda afferma di essere costantemente alla ricerca di modi per offrire prodotti adatti al budget di tutti, variando prezzo, dimensioni e confezioni. Il produttore di ketchup è fiducioso che presto verrà trovata una soluzione positiva con Tesco.

Vedi anche:  Repsol è interessata all'energia rinnovabile italiana PLT Energy, del valore di 1.000 milioni

I produttori restano fermi

Non è la prima volta quest’anno che si verifica un conflitto tra produttori di marchi e rivenditori. All’inizio di quest’anno è sorta una disputa tra i belgi Gruppo Colruyt e produttori Nestlé e Ferrero, con la Nutella che scompare brevemente dagli scaffali. In Francia, Jacobs Douwe Eggberts ha interrotto le consegne a Intermarché e Colgate Palmolive ha avuto anche una disputa con Tesco.

Le controversie di solito non durano a lungo, tuttavia, poiché i costi sono in aumento e non c’è “altra scelta” che condividerli, poiché Kellogg detto prima. I produttori stanno attualmente negoziando da una posizione di forza con i supermercati, abbiamo analizzato, e non hanno paura di sospendere le consegne se necessario. Resta da vedere quanto tempo passerà prima che i britannici riprendano i loro fagioli al forno e a quale prezzo.

Articolo precedenteL’ingrediente da cucina che aiuta ad allargare le nostre nuove scarpe senza deformarle
Articolo successivoNotizie di calciomercato, indiscrezioni: Raphinha negozia i termini con il Chelsea, Renato Sanches vicino alla mossa del PSG, altro