Home Economia Técnicas Reunidas riduce le sue perdite a 67,9 milioni, il 59% in...

Técnicas Reunidas riduce le sue perdite a 67,9 milioni, il 59% in meno, nel semestre

84
0

Tecniche raccolte ha pubblicato i risultati corrispondenti al prima metà del 2022un periodo che è stato chiuso con a significativa riduzione delle perdite fino al 59%. Così, l’azienda si è specializzata in infrastrutture ha perso tra gennaio e giugno circa 67,9 milioni di euro rispetto alle perdite di 163,7 milioni registrate nei primi sei mesi dell’anno precedente.

Le azioni della società stanno aumentando del 2,5% sul mercato dopo aver conosciuto questi risultati. Finora quest’anno, TR ha perso quasi l’8% sul mercato azionario.

L’utile ordinario della società nel periodo è stato di 1.654 milioni, il 16% in più. Nei primi sei mesi dello scorso anno, Técnicas Reunidas ha registrato un fatturato di 1.422 milioni di euro, più della metà del totale dell’esercizio 2021 (2.808 milioni di euro).

“Questa crescita mostra una ripresa stabile e graduale dell’operatività, nonostante lo scenario di grande volatilità vissuto nei primi mesi del 2022, che ha condizionato i prezzi delle materie prime e la disponibilità di manodopera”, sottolineano dall’azienda.

Técnicas Reunidas aggiunge che, “dato che questi ostacoli stanno attualmente diminuendo, l’azienda prevede che la ripresa delle vendite sarà ancora più visibile nella seconda metà del 2022, poiché i progetti riprogrammati prendono velocità e contribuiscono maggiormente alle vendite; e anche quando alcuni dei premi del 2021 entrano nella fase di acquisto delle attrezzature.

EBIT nel primo semestre 2022 si attestava a -56,4 milioni di eurouna figura influenzata da a fondo straordinario di 75 milioni di euro per contenzioso Y 10 milioni di euro di spese legate al Covid-19.

Vedi anche:  Disparità nella seduta asiatica dopo la chiusura positiva di Wall Street

Il portafoglio alla fine del primo semestre 2022 ammonta a 10.805 milioni di euro, che coincide con il dato di portafoglio di quest’anno. I nuovi premi da inizio 2022 ammontano a 1.165 milioni di euro, “in linea con la ripresa degli investimenti dopo il loro rallentamento durante la crisi causata dalla pandemia”.

“L’evoluzione positiva della posizione netta di cassa nel 2022 mostra, da un lato, la progressiva normalizzazione della realizzazione dei pagamenti unita al continuo sforzo del management team di TR nel miglioramento del capitale circolante. D’altra parte, nel semestre, riflette anche il recupero di 38 milioni di euro da un vecchio flusso di cassa, derivato dall’esecuzione di garanzie nel progetto Burrup in Australia”, sottolineano.

Come dicevamo, Técnicas Reunidas ha indicato di aspettarsi un “notevole aumento delle vendite” nella seconda metà del 2022, fino a un range compreso tra 2.100 e 2.300 milioni di euro. Allo stesso modo, stima che il margine EBIT sarà compreso tra il 2,5% e il 3%.

“Penso che standardizzazione sia la parola che meglio descrive la recente evoluzione delle nostre operazioni”, afferma. Juan Llado, Presidente della società. “Stiamo assistendo a una normalizzazione nell’esecuzione dei progetti, che si riflette nella crescita dei risultati di vendita e operativi, nonché in una normalizzazione nel dialogo con i clienti, che si tradurrà in un miglioramento del capitale circolante e nell’evoluzione del box”, spiega il presidente.

Vedi anche:  L'Ibex 35 e l'Europa rimbalzano prepotentemente, con Twitter e Santander protagonisti

Per Lladó, queste “tendenze positive, insieme al recente allentamento dei prezzi delle materie prime dopo un periodo di forte inflazione, sostenere la nostra fiducia nel raggiungimento degli obiettivi fissati per la seconda metà dell’anno, per il quale prevediamo che le vendite supereranno ancora una volta il miliardo di euro al trimestre”. “Ciò consentirà ai nostri margini operativi di avvicinarsi al 3%, più vicini ai livelli normalizzati”, aggiunge.

Infine, Lladó mette in evidenza il complicato contesto della prima metà del 2022, sottolineando che “la disponibilità di energia è tornata ad essere una questione di interesse globale, con il suo riflesso in prezzi molto più elevati”. “È necessaria un’enorme ondata di investimenti e i nostri clienti si stanno preparando a cavalcarla. La volatilità macroeconomica ha rallentato le decisioni finali di investimento, ma il portafoglio di opportunità ha continuato a crescere”, sottolinea.

“Indubbiamente, ciò comporterà una maggiore concentrazione delle gare d’appalto nei prossimi anni, che rappresenterà una sfida per il settore, poiché le risorse ingegneristiche ed esecutive sono sempre più scarse. Con tutta certezza, Técnicas Reunidas sarà pronta a sfruttare questa opportunità unica”, conclude il Presidente.

Articolo precedenteMetrovacesa torna in profitto: guadagna 12 milioni nel primo semestre 2022
Articolo successivogranini Origin, la nuova bevanda granini con cui rinfrescarsi in modo sano e naturale