Home Salute Sviluppato un nuovo modo per rilevare gli anticorpi covid con un test...

Sviluppato un nuovo modo per rilevare gli anticorpi covid con un test delle urine

38
0

Un Gruppo scientifico brasiliano ha sviluppato un test in grado di rilevare nelle urine la presenza di Anticorpi SARS-CoV-2 con una precisione paragonabile ai test esistenti basati sul siero del sangue.

La sua descrizione è pubblicata in un articolo sulla rivista Science Advances e, secondo i responsabili, questa tecnica offre un metodo non invasivo per valutare il rischio di infezione di un individuo.

Si tratta di una nuova piattaforma Elisa, il test di laboratorio comunemente utilizzato per rilevare gli anticorpi nel sangue e acronimo in inglese di test di immunoassorbimento enzimatico di assorbimento, che rileva gli anticorpi contro SARS-CoV-2 nelle urine anziché nel siero.

L’analisi offre a metodo non invasivo che può essere utilizzato per segnalare il grado di esposizione di una popolazione al covid-19 e per valutare il rischio di infezione di un individuo, osservano gli autori.

Vedi anche:  Diarrea, l'ennesimo effetto collaterale del covid

metodo non invasivo

A differenza del popolare test Elisa a base di siero, l’uso dell’urina per rilevare gli anticorpi consentirebbe ai pazienti di raccogliere i propri campioni e eliminerebbe la necessità di esperti di prelievo di sangue e maneggiare i campioni.

Sebbene i test delle urine non siano invasivi, semplici, convenienti e sicuri, fino ad ora gli scienziati non avevano studiato se questo fluido corporeo potesse essere un’alternativa al siero del sangue per rilevare gli anticorpi specifici del virus SARS-CoV-2, secondo un abstract. rivista.

Per indagare, Fernanda Ludolf dell’Università Federale di Minas Gerais in Brasile e il suo team si sono sviluppati un test Elisa basato sulle urine utilizzando la proteina del coronavirus N (proteina nucleocapside ricombinante).

Hanno usato il test per valutare 209 campioni di urina di 139 pazienti tra 2 e 60 giorni dopo l’inizio dei sintomi di Covid-19 e confrontato i loro risultati con quelli del test Elisa a base di siero di latte, che è ben consolidato.

Vedi anche:  Dimostrata l'esistenza di cellule staminali nel cervello umano

94% di sensibilità

Hanno scoperto che la piattaforma basata sulle urine ha rilevato con successo gli anticorpi in 187 dei campioni, dimostrando una sensibilità del 94%, rispetto alla sensibilità dell’88% del test basato sul siero.

Secondo gli scienziati, la piattaforma basata sulle urine ha rilevato gli anticorpi con una precisione leggermente migliore rispetto alla piattaforma basata su siero, sebbene questa differenza non fosse statisticamente significativa.

“Poiché abbiamo identificato anticorpi contro la proteina N SARS-CoV-2 nelle urine, lo sviluppo di un test Elisa sulle urine a base di proteina S o arpione del virus può anche essere fattibile per coprire altre applicazioni dei test sierologicicome il rilevamento di anticorpi indotti dal vaccino”, scrivono gli autori.

Articolo precedenteTrasferimento di Robert Lewandowski: la stella del Bayern Monaco vuole la mossa estiva, il Barcellona è interessato ai rapporti
Articolo successivoRomelu Lukaku fa esplodere il suo agente sul discorso di trasferimento della finale di FA Cup: “Non lascerò mai che qualcuno parli per me”