Home Economia Solidi guadagni a Wall Street con focus su inflazione e Cina

Solidi guadagni a Wall Street con focus su inflazione e Cina

110
0

Wall Street ha concluso la sessione di giovedì con acquisti solidi (Dow Jones: +1,12%; S&P 500: +1,50%; Nasdaq: +2,28%) che lo hanno portato a prolungare guadagni moderati registrati questo mercoledì in una sessione che ha permesso ai principali indici di tornare sul sentiero al rialzo. L’S&P 500 e la catena Nasdaq Composite per tre giorni consecutivi hanno chiuso in verde, mentre il Dow Jones è riuscito a chiudere in positivo in due delle ultime tre sessioni.

Tuttavia, l’attenzione degli investitori rimane sul inflazionedopo che ieri sono stati pubblicati i verbali della Federal Reserve (Fed), e come avanzerà il Covid-19 Shanghaipoiché si teme che un nuovo confinamento sia imminente.

LA FED RIMANE SULLA CORSA

Il mercato ha ricevuto un’accoglienza positiva la pubblicazione del verbale dell’ultima riunione del Federal Open Market Committee (FOMC, per il suo acronimo in inglese), un documento arrivato a confermare ciò che gli investitori già sapevano: la banca centrale statunitense continuerà ad aumentare i tassi di interesse di riferimento a un ritmo elevato. Pertanto, la Fed sottolinea che “a un aumento di 50 o 75 punti base sarebbe probabilmente appropriato al prossimo incontro».

Ed è che la Fed ha sottolineato che la strada da seguire continua ad essere “un adeguato inasprimento della politica monetaria, insieme a comunicazioni chiare ed efficaci”. “I partecipanti hanno riconosciuto che l’inasprimento delle politiche potrebbe rallentare per un po’ il ritmo della crescita economica, ma hanno considerato un ritorno dell’inflazione al 2% fondamentale per ottenere la massima occupazione su base duratura”, hanno affermato i banchieri, pur riconoscendo che “il ritmo di gli aumenti dei tassi e l’entità del futuro inasprimento delle politiche dipenderanno dall’evoluzione delle prospettive per l’economia”.

Il presidente della Federal Reserve di Saint Louis, James Bullarduno dei banchieri più duri della Fed, ha sottolineato che l’economia statunitense ha “una buona possibilità di un atterraggio morbido” e che continuerà a crescere nel 2022 nonostante l’inasprimento delle politiche monetarie da parte della Federal Reserve. Ha inoltre ribadito la forza e la solidità del mercato del lavoro statunitense.

Vedi anche:  Ben & Jerry's e Tony's Chocolonely uniscono le forze

Cristoforo Wallermembro del Board of Governors della Federal Reserve, è stato un altro dei protagonisti ad affermarlo i timori che gli Stati Uniti sperimenteranno una recessione sono “esagerati” ed è stato favorevole al sostegno un aumento del tasso di 75 punti base alla riunione di luglio e di 50 punti base a settembre.

NUOVI LOCKDOWN IN CINA?

Dall’altra parte del globo, gli investitori paura di nuovi lockdown di massa a Shanghaiil centro finanziario cinese, dopo che giovedì la città ha segnalato un forte aumento dei casi di coronavirus.

“Diverse aree stanno affrontando focolai locali e sono emerse infezioni a livello di comunità a Shanghai”, ha riconosciuto l’ufficiale sanitario della città, Zhao Dandan, che chiede di “non sciogliersi” la rigida politica “Covid zero”. del gigante asiatico. Sebbene gli ultimi dati sui contagi giornalieri siano al livello di 300, una cifra insignificante per una città delle dimensioni di Shanghai, la città ha già confinato più di 30 edifici.

Gli investitori temono che un nuovo blocco di massa a Shanghai possa causare a crollo non solo dei mercati cinesima anche di catena di approvvigionamento globaleche sarebbe duramente colpito se il gigantesco porto di Shanghai venisse bloccato.

D’altro canto, Pechino ha annunciato mercoledì che diventerà la prima città a richiedere un programma di vaccinazione completo per accedere ad alcuni luoghi pubblici. come biblioteche, cinema o palestre a partire dal prossimo 11 luglio. La Cina nel suo insieme ha già richiesto la vaccinazione dei dipendenti a più alto rischio, come quelli che lavorano nei trasporti pubblici o in lavori legati alla catena del freddo, e gli ultimi dati sulle vaccinazioni gestiti da “Reuters” indicano che il 97% della popolazione adulta di la capitale cinese è immunizzata.

ECONOMIA, AZIENDE E ALTRI MERCATI

In campo economico, questo giovedì i dati del richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti, che sono saliti a 235.000 dai 231.000 della settimana precedente, e hanno peggiorato le previsioni di consenso, che prevedevano 230.000. Riguarda il più alto livello di domande da metà gennaio.

Vedi anche:  Le misure per abbassare i prezzi dell'elettricità non influenzeranno la sostenibilità del sistema, secondo Moody's

Da Pantheon Macroeconomia hanno precisato che, pur essendo stabile l’andamento dei dati, ritengono che “nelle prossime settimane i dati saranno più alti”. Da parte loro, esperti di economia di Oxfordhanno sottolineato che si aspettano che “la crescita dell’occupazione continui, anche se a un ritmo moderato, e che un numero maggiore di lavoratori torni alla forza lavoro”.

Si precisa che la consulenza privata ADP non offrirà il suo tradizionale rapporto sul mercato del lavoro statunitense fino al 31 agosto, dal momento che stanno cambiando la metodologia con cui si procede a prevedere con maggiore precisione i dati condivisi dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti dopo le critiche ricevute in questi mesi.

A livello aziendale, gli esperti si chiedono se amazzone potrebbe essere ruotato nei 100 dollari. “È normale che l’azienda riesca a rimbalzare a questi prezzi, ma potrebbe finire per dare forma a una svolta”, ha affermato César Nuez, specialista di Bolsamanía. Le azioni della società sono aumentate dell’1,75% e hanno chiuso a 116,33 dollari.

GameStopda parte sua, è stata una delle società che ha fatto i movimenti più grandi e ha segnato un balzo del 14,79% in borsa dopo aver annunciato una divisione o scissione dei suoi titoli (“split”) in un rapporto 4×1.

In altri mercati, il il petrolio ha continuato a salire e ha subito un forte rimbalzo con il quale cerca di riprendersi dalle ultime perdite. La botte Texas occidentale sale del 3,8%, a 102,32 dollari, mentre il greggio Brent è in aumento del 3,5% e viene scambiato a $ 104,17.

Da parte sua, il Pregato è aumentato dello 0,15% a $ 1.739 e il Euro è leggermente sceso a $ 1,0158, cercando di allontanarsi dalla parità che ha accarezzato in questi giorni.

Il Obbligazione statunitense a 10 anni è salito al 3% e il bitcoin è anche avanzato, del 6,60%, a $ 21.680.

Articolo precedenteCosta poco più di 1€
Articolo successivoGameStop vola sul mercato azionario dopo aver annunciato una “divisione” delle sue azioni 4×1