Home Economia Solaria raddoppia l’utile nel primo trimestre del 2022 e guadagna 20,5 milioni

Solaria raddoppia l’utile nel primo trimestre del 2022 e guadagna 20,5 milioni

86
0

Solaria ha chiuso il primo trimestre 2022 con un utile netto di 20,5 milioni di euro, come la società ha notificato alla National Securities Market Commission (CNMV). I dati presuppongono un aumento quasi doppio (98%) dell’utile rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorsoquando la società ha registrato un utile di 10,36 milioni di euro.

Il reddito della società sono aumentati a 36,46 milioni di eurouna crescita del 59% rispetto allo stesso anno del 2021, dove il fatturato dell’azienda ammontava a 22,91 milioni di euro.

Allo stesso modo, Solaria ha comunicato a risultato operativo lordo (EBITDA) di 33,07 milioni di euroil 70% in più rispetto a dodici mesi fa (19,5 milioni di euro), mentre il risultato operativo netto (EBIT) è aumentato dell’85%. 27,73 milioni di euro rispetto alle 14,95 registrate nel primo trimestre 2021.

Vedi anche:  L'Asia chiude in positivo, meno la Nuova Zelanda, che scende dopo il rialzo dei tassi

L’azienda evidenzia anche la crescita di iimporto netto del fatturato aziendale, che sale a 32.649 mila euro, con un incremento del 74% (+13,89 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tale incremento, spiega Solaria, è dovuto all’incremento della produzione dovuto all’allaccio di nuovi impianti fotovoltaici durante l’esercizio 2022 ea fine esercizio 2021.

D’altro canto, i costi operativi sono diminuiti del 32% a 1,12 milioni di euroda 1,65 del 2021, principalmente per i costi maturati dall’imposta del 7% sulla produzione di energia elettrica, abrogata lo scorso luglio 2021.

Allo stesso modo, la società ha indicato che, nell’ambito del suo piano di crescita in Spagna, continua aumentando la connessione di nuovi impianti e ampliando la propria pipeline di progetti. Nel mercato italiano Solaria “estende il proprio target di crescita da 3 a 5 GW entro il 2030 grazie ai buoni progressi e alla favorevole situazione del mercato”, mentre ha deciso di avviare le attività in Germania“dove c’è attualmente un enorme potenziale di crescita grazie al fermo impegno che il Paese ha preso per l’energia solare, annunciando ad aprile un obiettivo di 215 GW entro il 2030”.

Vedi anche:  I nuovi proprietari di Belgian Metro e Makro si concedono del tempo per studiare

Articolo precedenteIndra firma un accordo con Avinor per digitalizzare lo spazio aereo norvegese
Articolo successivoÁlvarez-Pallete, nuovo presidente del Comitato per l’occupabilità di ERT