Home Economia Soft buy su Wall Street dopo i risultati di JP Morgan

Soft buy su Wall Street dopo i risultati di JP Morgan

45
0

shopping tranquillo a Wall Street dietro il Chiusura leggermente ribassista di martedì e dopo i risultati presentati da JP Morgan Chaseche hanno iniziato il stagione dei guadagni del primo trimestre negli USA.

Nonostante il fatto che i dati sull’inflazione americana siano stati inizialmente ricevuti con guadagni, a causa di segnali di moderazione dell’inflazione corenuovi commenti aggressivo dai membri della Federal Reserve (Fed) Hanno fatto il giro del mercato.

Il governatore della Fed, Lael Brainardin attesa dell’approvazione del Congresso per diventare vicepresidente della banca centrale, ha ribadito che il “Massima priorità“La Fed sta abbassando il”alta inflazione” che si è insediato nell’economia americana, nonostante ritenesse “benvenuta” la moderazione dell’IPC sottostante.

In questo senso, il mercato non ha più il sostegno monetario che ha avuto dalla banca centrale dall’inizio della crisi finanziaria nel 2008. E dopo le dichiarazioni di Bill Dudley, ex presidente della Fed di New Yorkè probabile che la banca centrale abbassi i mercati per inasprire le condizioni finanziarie e abbassare i prezzi.

Dudley ha commentato che “se le borse non cadono, la Fed dovrà forzarne la caduta“perché non ha ancora fatto molto” nei suoi sforzi per controllare l’inflazione. In quanto tale, dovrà inasprire le condizioni finanziarie per spingere i rendimenti obbligazionari al rialzo e i prezzi delle azioni al ribasso. “Se le condizioni finanziarie non cooperano con la Fed la Fed dovrà fare di più finché i mercati finanziari non collaboreranno“, ha aggiunto.

Vedi anche:  I 7.200 punti dello Ibex 35, sempre più vicini: l'ampiezza del movimento laterale

LA VOLATILITÀ RIMANE ALTA

In questo contesto, la volatilità continuerà ad essere un elemento dominante negli indici. Almeno, questo è ciò che crede Bank of America (BofA), il che spiega che ce ne sono diversi ragioni fondamentali per cui l’indice di volatilità VIX rimarrà al di sopra della media storica -il livello medio a lungo termine del VIX è 20-, con “rischi orientati al rialzo”.

Le ragioni principali sono proprio queste il nutrito è passato dall’essere un soppressore della volatilità e una fonte di rendimenti ad a fonte di volatilità e soppressore dei rendimenti. E in secondo luogo, che il volatilità obbligazionaria rimane la più stressata delle principali classi di attività.

LA RUSSIA NON VEDE PROGRESSI NEI NEGOZIATI

Sul fronte di guerra, il presidente russo, Vladimir Putinha indicato che i negoziati con l’Ucraina sono “in neutro“, il che rafforza i timori di una grande offensiva nel Donbas per controllare l’est del Paese. Nel frattempo continuano a essere noti i crimini di guerra delle truppe russe contro la popolazione civile.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

STAGIONE DEI RISULTATI

A livello aziendale, è iniziata la stagione degli utili del primo trimestre negli Stati Uniti, con i conti di JP Morganche nel trimestre ha guadagnato il 42% in meno, a 8.282 milioni di dollari, e non ha superato le previsioni.

Vedi anche:  Il rublo precipita ai minimi storici e la Borsa di Mosca crolla del 40% dopo l'attacco di Putin

Ha anche denunciato roccia nerache ha aumentato i suoi profitti del 18%, a 1.462 milioni di dollari.

Giovedì sarà la volta di Citi, Morgan Stanley, Goldman Sachs, Wells Fargo. Ricordiamo che Wall Street chiuderà i battenti venerdì per Pasqua, ma aprirà lunedì, a differenza delle borse europee.

Per analisi tecnica, Scattano gli allarmi nell’aspetto tecnico del Nasdaq. “Dopo aver svoltato in prossimità del media di 200 sessionila comparsa di due gap ribassisti ci mostra l’enorme forza delle vendite nel mercato della tecnologia selettiva”, indica César Nuez, analista di Bolsamanía.

“Per le prossime settimane, tutto sembra indicare che potremmo finire per vedere un attacco ai minimi annuali situati a 13.020 punti. Questi prezzi sono molto importanti, poiché se finisci per perderli, la cosa più normale è che possiamo finire per confermare a cambio di tendenza nel selettivo“, aggiunge questo esperto.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale in rialzo dell’1,39% ($ 102) e del barile Brent avanzato dell’1,65% ($ 106,36), mentre il Euro si deprezza dello 0,12% (1,0812). Oltre al oncia d’oro in rialzo dello 0,27% ($ 1.981). Infine, il bitcoin rimbalza dello 0,84% ($ 39.813); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni scende al 2,695%.

Articolo precedenteL’Aie taglia le sue previsioni sulla domanda di petrolio e ritiene che non ci sarà carenza
Articolo successivoNets, Timberwolves timbra i biglietti per i playoff, oltre al motivo per cui Gonzaga dovrebbe fare quello che fa il football di Notre Dame