Home Economia Siemens Gamesa sale a quasi 18 euro: accettare l’OPA o vendere sul...

Siemens Gamesa sale a quasi 18 euro: accettare l’OPA o vendere sul mercato?

118
0

Siemens Gamesa sale quasi 18 euro per azione dopo Offerta pubblica di acquisto di esclusione lanciato questo fine settimana da Siemens Energy a 18,05 € per azione. La domanda ora è se vendere direttamente sul mercato o aspettare che l’intero processo si concluda, sperando anche che il gruppo tedesco possa migliorare il prezzo iniziale.

“Il prezzo offerto implica aggiungere alla nostra valutazione dopo l’ultimo profit warning (16 euro per azione) le sinergie di costo annunciate (300 milioni di euro) e quindi, ci sembra ragionevole“, affermano dal Banco Sabadell.

“Abbiamo fissato il nostro prezzo obiettivo al prezzo dell’OPA (18,05 euro/azione) e Cambiamo la raccomandazione in “ACCETTA OPA” (da VENDITA). Sebbene non si possano escludere miglioramenti dei prezzi, non li vediamo al di sopra dei 20 euro/azione”, aggiungono questi esperti.

Da Renta 4 affermano che “nel febbraio 2020 Siemens ha acquisito l’8% che era in possesso di Iberdrola per 20€/azione. Tuttavia, il prezzo è allineato al prezzo medio ponderato per il volume degli ultimi 6 mesi, che è il minimo stabilito dalla legge spagnola sulle offerte pubbliche di acquisto. Con questo prezzo, in linea di principio riteniamo che soddisfi i requisiti minimi richiesti dalla legge“.

Vedi anche:  Brutale svolta degli indici: le borse europee hanno ridotto le perdite dopo il crollo iniziale

“L’operazione è programmata durerà a settembre e chiuderà entro la fine dell’anno“, aggiungono questi esperti, un aspetto interessante di cui tenere conto per gli attuali azionisti e che giustifica che il prezzo non sia andato direttamente a 18,05 euro.

Da Bankinter, aggiungono che “il prezzo dell’offerta rappresenta un premio del +27,7% rispetto al prezzo antecedente alle indiscrezioni confermate da Siemens Energy il 18 maggio; ed è simile al prezzo medio ponderato del semestre precedente“.

Questi analisti riconoscono che “non comporta un premio elevato sulla nostra valutazione (17,10 euro) o sul prezzo medio del semestre (18,01 euro) ed è inferiore del -9,7% rispetto al prezzo pagato per l’8% di Iberdrola”.

Tuttavia, spiegano che se ne deve tenere conto Siemens Energia controlla già la società, con una quota del 67%; e quello “la situazione finanziaria di Siemens Gamesa è peggiorata negli ultimi anni”.

Vedi anche:  Soft buy su Wall Street dopo i risultati di JP Morgan

“D’ora in poi si apre un processo che ci vorrà tempo per formularloapprovazione e termine di accettazione dell’offerta. Vendiamo parzialmente sul mercato se il prezzo supera di molto il prezzo di offertaaltrimenti, aspetteremmo di partecipare all’offerta, poiché se ci fosse un leggero miglioramento del prezzo si rifletterebbe nell’offerta. Comunque, non ci aspettiamo cambiamenti rilevanti nell’offertaanche se il prezzo non implica un premio rilevante rispetto alla nostra valutazione, per i motivi sopra menzionati”, concludono.

Pertanto, gli investitori al dettaglio devono valutare queste sfumature per decidere se attendere la fine dell’intero processo o, al contrario, vendere sul mercato per raccogliere profitti a breve termine.

Articolo precedenteBitcoin continua a consolidarsi dopo la sua peggiore serie di sconfitte settimanali dal 2011
Articolo successivoQuesta è la webcam AnkerWork PowerConf B600