Home Sport Serie A Star Power Index: voci sul trasferimento di Vlahović; L’enigma...

Serie A Star Power Index: voci sul trasferimento di Vlahović; L’enigma del Cuadrado della Juventus; Leão in fiamme per il Milan

103
0

Benvenuto in Serie A Star Power Index: un indicatore settimanale dei giocatori che controllano maggiormente il brusio in Italia. L’inclusione in questo elenco non è necessariamente una buona cosa. Significa semplicemente che stai catturando l’attenzione del mondo di Serie A. Anche questa non è una classifica. I giocatori elencati non sono in un ordine particolare in quanto riguarda il ronzio che stanno generando. Puoi guardare i migliori giocatori della Serie A per tutta la stagione su Paramount+.

Dusan Vlahovic, Fiorentina

Il 21enne attaccante serbo della Fiorentina, ancora uno dei giocatori più chiacchierati, affronta un futuro incerto dopo che il club ha reso pubblico il 5 ottobre lo stallo delle trattative contrattuali. Il suo attuale contratto scade a giugno 2023 e mentre ci avviciniamo al traguardo di un anno, il proprietario del club Rocco Commisso sta cercando una soluzione ora o nella finestra di mercato estiva. Diversi club stanno tenendo d’occhio uno dei migliori giovani attaccanti d’Europa, che ha scelto di rimanere la scorsa estate nonostante l’interesse di Atletico Madrid e Tottenham.

Tra tutte le voci di una possibile partenza, Vlahović, che è stato un professionista ed estremamente rispettoso del club e dei suoi tifosi, è stato concentrato sulla stagione in corso e ha dato il massimo in campo con 17 gol già realizzati, a pari merito con Ciro Immobile della Lazio per le prime posizioni in Serie A. Il vicepresidente della Fiorentina Joe Barone ha ammesso pubblicamente di essere pazientemente in attesa di vedere se i pretendenti faranno offerte nei prossimi giorni per l’agognato attaccante, con la finestra di mercato che si chiuderà in meno di due settimane.

L’Arsenal è uno dei club interessati a Vlahović, ma fino ad ora il giocatore e il suo agente non si sono aperti all’idea di unirsi alla squadra della Premier League a gennaio. Mentre la situazione di Vlahović continua ad evolversi, c’è la possibilità che possa scegliere di aspettare fino all’estate per fare la sua uscita dalla Fiorentina. Se ciò dovesse accadere, potrebbe essere solo uno dei tanti attaccanti di punta che cercano di dare una scossa al mercato e trovare nuove opportunità altrove.

Rafael Leão, Milan

Nonostante la sconfitta all’ultimo minuto contro lo Spezia Calcio, la squadra di Stefano Pioli può contare su Rafael Leão, che ha finalmente mostrato in questa stagione perché è considerato da molti uno dei giovani portoghesi più talentuosi con un sacco di vantaggi e potenzialità. Il 22enne si è trasferito al Milan nell’estate 2019 dal Lille per circa 23 milioni di euro, firmando un contratto quinquennale con i rossoneri. Paolo Maldini e il consiglio sono attualmente in trattative con il suo agente per prolungare il suo contratto, con il suo attuale accordo in scadenza nell’estate 2024.

Vedi anche:  Quote Spezia-Lazio, pronostici, come guardare, live streaming: 30 aprile 2022 Pronostici Serie A italiana

Leão ha messo insieme prestazioni di livello mondiale in questa stagione, soprattutto negli ultimi tempi, con tre gol e tre assist nelle ultime cinque partite in tutte le competizioni. Il Milan ha superato gli avversari per 12-4 in quell’arco di tempo con quattro vittorie: l’unico difetto è la sconfitta all’ultimo minuto di lunedì contro lo Spezia. Leão ha anche ritrovato la continuità che gli era mancata in passato, avendo già segnato sei gol e fornito tre assist in campionato. Tifosi e società lo vedono come un intoccabile, e anche contro lo Spezia, sfortunato risultato rossonero, Leão è stato il miglior giocatore in campo, segnando il primo gol della serata.

Juan Cuadrado, Juventus

In mezzo a tutto il rumore che circonda il futuro di Paulo Dybala, c’è un altro giocatore chiave della Juventus che potrebbe essere pronto a partire a fine stagione. Juan Cuadrado, il cui contratto scadrà in estate, ha segnato il suo primo gol in Coppa Italia in sette anni quando la Juventus ha reso facile il lavoro della Sampdoria martedì. In un’intervista post partita a Mediaset, il 33enne si è detto “tranquillo” sul suo futuro: “Dobbiamo far lavorare la società e loro sanno cosa voglio”. I suoi commenti sono sicuramente un cambio di passo rispetto a quelli di Dybala, che ha messo in chiaro che c’è tensione tra la sua gente e il club mentre cercano di negoziare un nuovo accordo.

Grazie alle sue scelte individuali e alle sue doti dinamiche, l’esterno colombiano si è fatto avanti in diversi momenti vincendo partite con la Juve e consolidandosi come un giocatore chiave nella rosa di Massimiliano Allegri. Oltre al gol segnato in Coppa Italia, Cuadrado ha trovato il gol cinque volte in 25 partite.

Da quando è arrivato alla Juventus, Cuadrado è stato il fulcro dell’attacco sulla fascia destra, ma è riuscito negli ultimi anni a diventare un giocatore più attento in area difensiva. Di conseguenza, ora è diventato uno dei migliori terzini della Serie A. La Juventus non può permettersi di perdere a parametro zero un importante come Cuadrado quest’estate, soprattutto considerando quanto sarebbe difficile trovare un sostituto.

Vedi anche:  Probabilità Chelsea vs. Lille, scelte, come guardare, live streaming: le migliori scommesse della UEFA Champions League per il 22 febbraio 2022

Stefano Sensi, Inter

Un gol ai supplementari potrebbe cambiare il corso della storia di Stefano Sensi? Il 26enne centrocampista dell’Inter è stato uno dei nomi da tenere d’occhio nel mercato di gennaio in Italia, visto che inizialmente doveva arrivare a Genova giovedì prima del suo trasferimento alla Samp in prestito per il resto della stagione.

Sensi è arrivato all’Inter nel 2019 dal Sassuolo per circa 30 milioni di euro e ha subito mostrato il suo potenziale diventando un giocatore chiave per la squadra di Antonio Conte. Il suo stock è stato elevato nelle prime settimane della stagione 2019-20, poiché è stato ampiamente considerato uno dei migliori centrocampisti della Serie A ed è stato anche chiamato da Roberto Mancini per giocare per la nazionale italiana. Ma questo è stato prima che fosse colpito duramente da diverse assenze per infortuni, che si estendevano ovunque tra problemi al polpaccio, al piede e ai bicipiti, che gli hanno fatto perdere un sacco di tempo di gioco. Non ha collezionato più di nove presenze in Serie A in una sola stagione con l’Inter e non ha mai potuto riassumere le sue responsabilità una volta tornato in forze.

Con Simone Inzaghi le cose non sono cambiate molto con soli 194 minuti giocati in tutte le competizioni. Il giocatore e la società hanno deciso che la strada migliore fosse un prestito di sei mesi per trovare più spazio e continuità in un altro club. Ma poi Sensi ha segnato la vittoria ai supplementari contro l’Empoli in Coppa Italia, spingendo i nerazzurri ai quarti di finale contro Roma o Lecce (su Paramount+).

Da segnalare che nei primi minuti di gara Joaquin Correa è stato colpito da un infortunio al tendine del ginocchio che potrebbe tenerlo fermo per un lungo periodo e cambiare la strategia di mercato dell’Inter. Sensi non dovrebbe partire prima del fine settimana e, a questo punto, il suo status per l’immediato futuro sembra essersi aperto. Potrebbe rimanere all’Inter, ma non lo sapremo fino a quando non verrà presa una probabile decisione all’inizio della prossima settimana.

Articolo precedentePerché la gamba destra di Heidi Klum vale più della sua sinistra?
Articolo successivoPunteggio Arsenal vs Liverpool: Diogo Jota licenzia i Reds di Jurgen Klopp per la finale della Coppa EFL contro Chelsea