Home Sport Serie A Star Power Index: Vlahović spinge in alto la Juventus; ...

Serie A Star Power Index: Vlahović spinge in alto la Juventus; La stagione della carriera di Simeone; Il talento del Sassuolo Traorè

58
0

Benvenuti nello Star Power Index della Serie A: un indicatore settimanale dei giocatori che controllano maggiormente il brusio in Italia. L’inclusione in questo elenco non è necessariamente una buona cosa. Significa semplicemente che stai catturando l’attenzione del mondo di Serie A. Anche questa non è una classifica. I giocatori elencati non sono in un ordine particolare in quanto riguarda il ronzio che stanno generando. Puoi guardare i migliori giocatori della Serie A per tutta la stagione su Paramount+.

Dusan Vlahovic, Juventus

Prima del suo primo attesissimo ritorno a Firenze per la semifinale di Coppa Italia di mercoledì, l’attaccante della Juventus Dušan Vlahović ha dimostrato ancora una volta il suo valore e il suo impatto sulla sua nuova squadra segnando al Villarreal 30 secondi dopo il suo debutto in Champions League. Ha segnato una doppietta anche contro l’Empoli lo scorso fine settimana, una vittoria che ha dato alla squadra di Massimiliano Allegri nuove speranze di tornare di soppiatto alla corsa allo scudetto.

I primi ritorni di Vlahović alla Juventus sono già eccezionali, con tre gol nelle prime quattro partite di Serie A con il suo nuovo club e il 62,5% dei tiri in porta. Oltre a numeri e statistiche, quello che colpisce è l’impatto sulla mentalità della squadra, che è completamente cambiata dal suo arrivo a gennaio (4V, 3P, 0P). La qualità del gioco non è proprio migliorata, ma la Juventus ora è più cinica e gli avversari sanno che basta un momento di genialità del serbo per mettere da parte la partita.

“Dušan è un giocatore importante per noi”, ha parlato di lui Allegri dopo la partita dell’Empoli. “Ha carattere e qualità. Non avevamo prima un giocatore del genere nel roster. Non è che non mi aspettassi un tale impatto, abbiamo subito visto che vuole vincere e che è uno che combatte in campo .”

Hamed Junior Traorè, Sassuolo

Il trequartista del Sassuolo Junior Traorè è sicuramente un giocatore da tenere d’occhio in queste settimane. Il 22enne ivoriano ha avuto finora una stagione difficile, ma nell’ultimo mese è tornato al suo livello. Dopo aver segnato nella prima partita di Serie A della stagione contro l’Hellas Verona, si è ritrovato in una siccità fino al 13 febbraio contro l’AS Roma, per poi segnare nel fine settimana contro la Fiorentina.

Vedi anche:  Classifiche Serie A Power: Juventus tornata in corsa per lo scudetto ma non ancora tra le prime tre

Sono stati due gol importanti che hanno regalato punti al suo club. Ha anche dimostrato di poter provvedere agli altri, con un assist a Gianluca Scamacca a San Siro nella vittoria per 2-0 del Sassuolo sull’Inter il 20 febbraio. È stato un momento speciale per Traorè, che ora dovrebbe dare continuità alle sue prestazioni. .

“Non ho detto che sia maturo, ma ha bisogno di continuità”, ha detto il tecnico del Sassuolo Dionisi su come può ancora migliorare. “E deve meritare occasioni per giocare di più. Per i primi tre mesi, dico la verità, non ha voluto tanto questa continuità. Spero che ora capisca”.

Il cda ha sempre creduto nelle sue qualità, tanto che quando lo ha preso dall’Empoli per circa 20 milioni di euro, la Juventus ha pagato al Sassuolo 1 milione di euro solo per avere la prima voce nel caso in cui il Sassuolo volesse venderlo in futuro. . Questa clausola era però valida solo fino all’estate scorsa, quindi se il Sassuolo dovesse mai passare da Traorè, la Juventus non avrà alcun vantaggio nella trattativa.

Giovanni Simeone, Hellas Verona

L’attaccante dell’Hellas Verona Giovanni Simeone ha preso fuoco nel fine settimana contro il Venezia con una tripletta che ha regalato alla sua squadra un’altra vittoria importante che porta la squadra a quattro punti dalla Roma per un ambito sesto posto che garantisce l’accesso alle competizioni europee (Europa Conference League). . Il Verona è già sano e salvo da eventuali timori per la retrocessione (18 punti di vantaggio dalla zona di scarto) anche per via dei gol segnati dall’attaccante argentino nell’ultimo mese.

Simeone, che nelle scorse stagioni ha sofferto alcuni infortuni, si è finalmente ritrovato a Verona dove ha segnato 15 gol in stagione, di cui quattro contro la Lazio in una partita. Ha anche due doppiette e una tripletta al suo nome, dimostrando che può segnare a grappolo. La sua tripletta di domenica ha spezzato una siccità di otto partite che risaliva al 12 dicembre contro l’Atalanta, ma ora sembra decisamente tornato in buone grazie come attaccante cruciale per l’Hellas Verona.

Vedi anche:  Ci siamo: è la stagione del prolungamento del contratto mentre Lewandowski attende l'offerta del Bayern, Christensen pianifica l'uscita dal Chelsea

L’Hellas Verona ha ingaggiato Simeone dal Cagliari nell’estate 2021 per circa 1 milione di euro con un’opzione di acquisto di 12 milioni di euro inclusa nell’accordo. È certo che il club scatterà la clausola per le sue prestazioni durante questa stagione, ma è anche estremamente probabile che altri club bussino alla porta per chiedere informazioni sul suo futuro già quest’estate.

Teun Koopmeiners, Atalanta

Dopo essere arrivato la scorsa estate dall’AZ Alkmaar, il centrocampista olandese è finalmente considerato un giocatore chiave per una squadra dell’Atalanta Bergamo che sta cercando di battersi contro Juventus e altri per il quarto e ultimo posto in Champions League per la prossima stagione. Koopmeiners ha avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarsi al sistema e al modo di giocare di Gian Piero Gasperini, ma ora è a pieno titolo nelle rotazioni e un giocatore chiave per una squadra incredibilmente competitiva. Infatti, solo una volta in questa stagione in tutte le competizioni hanno perso una partita per più gol.

Ha segnato una doppietta l’ultima volta contro la Sampdoria e ha fornito un assist contro l’Olympiacos la scorsa settimana negli ottavi di finale dei playoff di Europa League. Ha quattro gol in Serie A al suo attivo in questa stagione, ma i suoi numeri suggeriscono che sta sovraperformando nei gol e leggermente sottoperformando con gli assist:

Teun Koopmeiners, Atalanta

20

4

1.38

1

3.73

Quest’anno ha realizzato solo sette tiri in porta e anche questo dimostra che Gasperini preferisce averlo al centro del campo, piuttosto che spostarlo troppo in avanti.

“E’ ancora un giocatore giovane ma ha una grande personalità”, ha detto Gasperini a proposito di Koopmeiners qualche settimana fa. “Sta crescendo molto ed è arrivato qui con grandi credenziali. Sarà un leader dell’Atalanta del futuro e anche adesso nel presente è un giocatore molto importante per noi”.

L’Atalanta ha pagato circa 14 milioni di euro la scorsa estate e ha respinto diversi club di Serie A interessati ai suoi servizi, tra cui Roma e Napoli. L’esperto club bergamasco ha dimostrato ancora una volta di aver preso la decisione giusta per ingaggiarlo e sarà sicuramente un giocatore da tenere d’occhio in questa parte finale di stagione.

Articolo precedenteTelefónica si scalda: punta sulla linea guida ribassista principale
Articolo successivoCerebrino Mandri, pubblicità e medicinali, di Xavier Carmaniu Mainadé