Home Sport Serie A Star Power Index: torna Giovinco, Vlahovic esordisce con la Juventus...

Serie A Star Power Index: torna Giovinco, Vlahovic esordisce con la Juventus e Giroud sfida l’Inter

284
0

Benvenuti nello Star Power Index della Serie A: un indicatore settimanale dei giocatori che controllano maggiormente il brusio in Italia. L’inclusione in questo elenco non è necessariamente una buona cosa. Significa semplicemente che stai catturando l’attenzione del mondo di Serie A. Anche questa non è una classifica. I giocatori elencati non sono in un ordine particolare in quanto riguarda il ronzio che stanno generando. Puoi guardare i migliori giocatori della Serie A per tutta la stagione su Paramount+.

Sebastian Giovinco, Samp

È stata una settimana sorprendente per la Samp, che ha visto uno dei migliori talenti del calcio italiano dell’ultimo decennio fare il suo trionfante ritorno in Serie A. Sebastian Giovinco è arrivato alla Samp con un contratto semestrale fino alla fine della stagione in corso, dove ha ‘ Avrò il compito di aiutarli a evitare la retrocessione. La squadra di Marco Giampaolo ha segnato una bella vittoria casalinga domenica contro il Sassuolo, 4-0, ma ha accompagnato una brutta notizia con l’infortunio all’ACL dell’attaccante Manolo Gabbiadini. Di conseguenza, il club ha deciso di aiutare l’allenatore con un acquisto a breve termine ed è così che l’accordo con Giovinco si è concretizzato in meno di 24 ore.

Giovinco si era allenato con la sua ex squadra, il Toronto FC, nelle ultime settimane in attesa di sapere cosa sarebbe successo dopo. Il 35enne ha iniziato la sua carriera in Italia dove ha trascorso sette anni trascorsi in Juventus, Empoli e Parma. Con la Juventus ha vinto due titoli nel 2012-13 e 2013-14 sotto Antonio Conte insieme a due titoli di Supercoppa Italiana. Nel 2015, ha fatto la mossa sorprendente di unirsi a Toronto dove ha segnato 83 gol in 142 partite della MLS prima di trasferirsi ad Al-Hilal in Arabia Saudita. Ora è tornato al calcio italiano ed è pronto ad aiutare la Samp a evitare la retrocessione.

Dusan Vlahovic, Juventus

Non potevamo aspettarci di meglio dall’esordio di Dusan Vlahovic con la Juventus. L’attaccante serbo è riuscito a segnare il suo primo gol a soli 13 minuti dall’inizio della sua carriera bianconera grazie a una pesca su assist di Paulo Dybala. Vlahovic è stato il protagonista assoluto della partita insieme a Denis Zakaria, che ha segnato anche il suo primo gol all’esordio. E non era solo l’obiettivo, però. Vlahovic ha realizzato cinque degli 11 tiri della Juventus e 0,86 su 1,43 xG. È stato un inizio fantastico per un astro nascente che sembra già incredibilmente a suo agio a fare da fulcro dell’attacco della Juve.

Vedi anche:  Pronostici d'angolo: pronostici Champions League, migliori scommesse, quote, per Benfica-Liverpool e Manchester City-Atleti

“Devo ringraziare i miei compagni e l’allenatore che in questi giorni mi hanno accolto molto bene. Sto cercando di capire al più presto cosa significa essere qui, ho bisogno di un po’ di tempo. Ma l’importante era segnare qui. ” ha detto a DAZN dopo la partita.

Vlahovic ora dovrà aiutare i suoi compagni di squadra a raggiungere l’obiettivo cruciale della qualificazione alla Champions League la prossima stagione con un posto tra i primi quattro in Serie A, ma ora le cose sembrano decisamente migliorate grazie al suo arrivo. Nel frattempo, la Juventus ha ancora ambizioni per una corsa profonda nell’attuale stagione di Champions League, dove giocherà contro il Villarreal il 22 febbraio su Paramount+.

Olivier Giroud, Milan

L’attaccante francese è stato l’uomo della settimana in Italia grazie al paio di doppiette contro l’Inter rispettivamente in Serie A e la Lazio in Coppa Italia. Ora ha segnato 10 gol in stagione in tutte le competizioni e, cosa abbastanza interessante, tutti sono arrivati ​​a San Siro e nessuno lontano dallo stadio di casa del Milan. Il Derby della Madonnina di sabato scorso contro l’Inter ha segnato una svolta della stagione. La doppietta di tre minuti ha regalato al Milan la vittoria rimonta per 2-1 che ha riaperto la corsa al titolo, con i rossoneri a un solo punto dall’Inter e con una partita in mano. I due gol contro la Lazio hanno contribuito al 4-0 che mette in scena un doppio derby milanese in semifinale di coppa.

Giroud è arrivato la scorsa estate dal Chelsea per 1 milione di euro e si è rivelato un acquisto chiave in questa stagione, in parte perché è stato in grado di sostituire un giocatore cruciale come Zlatan Ibrahimovic, poiché i minuti della superstar invecchiata sono limitati dagli infortuni. Giroud ha dimostrato di essere ancora un giocatore importante e di poter contribuire al sogno rossonero di vincere lo scudetto a 11 anni dall’ultimo trionfo. Infatti, in campionato, i sette gol di Giroud e 5,37 xG sono secondi solo a Ibrahimovic sul Milan. È interessante notare che, nonostante Giroud abbia fornito copertura a Ibrahimovic, i due giocano in modo molto diverso. La fiammeggiante stella del Milan ottiene i suoi gol essendo un tiratore ad alto volume, effettuando 4,34 tiri ogni 90 minuti, mentre Giroud ne prende solo 1,91. In effetti, quando Zlatan guida la linea, tutto gli scorre addosso, mentre Giroud è specializzato nel balzare solo nelle occasioni migliori. Ma chi sta giocando in alto, sta lavorando per il Milan.

Vedi anche:  Udinese-Inter: diretta streaming Serie A, canale TV, come guardare online, notizie, quote

Victor Osimhen, Napoli

Lo scorso fine settimana è tornato a referto anche l’attaccante del Napoli Victor Osimhen. Il nazionale nigeriano è stato assente per quasi due mesi dopo aver riportato uno zigomo sinistro e una frattura orbitale nello scontro di Serie A del Napoli contro l’Inter il 21 novembre. L’infortunio lo ha costretto a saltare l’AFCON con la Nigeria il mese scorso mentre si riprendeva e mentre Luciano Spalletti giocava lui contro Bologna e Salernitana, non è riuscito a segnare. Lo ha fatto lo scorso weekend contro il Venezia, e con questa vittoria il Napoli torna in pista, a pari punti con il Milan secondo in classifica di Serie A.

Osimhen ha segnato 10 gol in 17 partite nella stagione in corso e la sua rimonta è estremamente importante per le ambizioni del Napoli. Oltre alla corsa allo scudetto, il 17 febbraio affronteranno il Barcellona in UEFA Europa League al Camp Nou su Paramount+.

Nonostante i suoi minuti limitati in questa stagione, Osimhen è stato un attaccante influente. Il suo tasso di gol è buono, 0,55 gol senza rigore ogni 90 minuti di campionato, che lo lega per il decimo marcatore più frequente in Serie A, ma guardando il suo xG suggerisce che il meglio deve ancora venire. L’xG per 90 senza rigore di Osimhen è uno straordinario 0,67, il più alto in Serie A. Se continua a creare le stesse occasioni che ha avuto finora, è probabile che anche il suo punteggio aumenterà, trasformandolo dal buon attaccante che è stato finora in un talento forse trascendente.

Articolo precedenteAtalanta-Juventus in diretta streaming: diretta streaming Serie A, canale TV, guarda online, orario d’inizio, notizie squadre, quote
Articolo successivoRisultato Atalanta-Juventus: la Juve segna il pareggio nei tempi di recupero dopo lo strepitoso vantaggio di Ruslan Malinovskyi