Home Sport Serie A Star Power Index: Dybala cerca il rinnovo della Juventus, il...

Serie A Star Power Index: Dybala cerca il rinnovo della Juventus, il Napoli pianifica l’uscita di Insigne al Toronto FC, altro

246
0

Benvenuto in Serie A Star Power Index: un indicatore settimanale dei giocatori che controllano maggiormente il brusio in Italia. L’inclusione in questo elenco non è necessariamente una buona cosa. Significa semplicemente che stai catturando l’attenzione del mondo di Serie A. Anche questa non è una classifica. I giocatori elencati non sono in un ordine particolare in quanto riguarda il ronzio che stanno generando.

Paulo Dybala, Juventus

Il futuro dell’attaccante argentino non è così prevedibile come alcuni avevano previsto qualche settimana fa. Alla domanda su Dybala e su un potenziale accordo dopo la sconfitta in Supercoppa contro l’Inter, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha detto ai giornalisti che “se ne sta occupando il direttivo”.

I dirigenti del club hanno confermato nelle ultime settimane che il giocatore e il board discuteranno di un nuovo accordo solo a febbraio. Il suo attuale accordo è valido fino a questa estate, quindi ha senso perché la Juventus abbia fretta di trovare una soluzione. Vale la pena notare che Dybala ha acconsentito verbalmente a un accordo a novembre e ha persino ammesso pubblicamente in un evento ai fan di essere stato vicino alla firma per altre cinque stagioni (fino al 2026) prima che la Juve si raffreddasse mentre stava recuperando dall’infortunio .

Il club ha anche modificato le condizioni del contratto originariamente proposto nelle ultime settimane, quindi resta da vedere quanto tempo ci vorrà prima che le due squadre raggiungano un accordo. L’Inter, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, sarà interessata ad ingaggiarlo in estate se non rinnoverà il contratto con l’attuale club. In 20 partite giocate finora, Dybala ha segnato nove gol e segnato quattro assist. I tifosi della Juve sono ansiosi di vedere il club trovare una soluzione dato che Dybala è un giocatore chiave e probabilmente il più amato oltre a capitan Giorgio Chiellini.

Marcelo Brozovic, Inter

Si può argomentare che il centrocampista croato è uno dei migliori trequartista di tutto il calcio europeo. Dopo mesi di trattative con il suo agente, il club ha finalmente raggiunto un accordo quadriennale che dovrebbe essere ufficializzato nei prossimi giorni, se tutto andrà per il verso giusto.

Visto che la squadra di Simone Inzaghi non dovrebbe avere arrivi nella finestra di mercato di gennaio, il rinnovo di Marcelo Brozovic è una bella mossa per i tifosi nerazzurri che hanno atteso pazientemente che il club concludesse il suo impegno a lungo termine con il 29enne . Dopo aver sperimentato alcuni problemi finanziari la scorsa estate e le scioccanti partenze per trasferimento di Romelu Lukaku e Achraf Hakimi a settimane di distanza, il fatto che giocatori chiave come Lautaro Martinez, Alessandro Bastoni e Nicolò Barella abbiano recentemente firmato il rinnovo del contratto ha calmato ogni preoccupazione che questa squadra non sarebbe in grado di stare al passo con tutti gli altri in Italia.

Vedi anche:  L'Everton è troppo bello per andare giù? Il successore di Rafael Benitez deve riparare velocemente il club rotto

Brozovic è stato un giocatore chiave nelle ultime stagioni ed è stato praticamente un appuntamento fisso nell’XI titolare di Inzaghi. È il tipo di giocatore che può dettare il ritmo in mezzo al campo e fare un passo avanti nei momenti critici della partita, quando devi rallentare, girare la palla, potenziare i tuoi difensori, attaccare dalle fasce.

Nel gennaio 2018, era a un passo dal passare al Siviglia, ma l’allora allenatore Luciano Spalletti ha interrotto tutto perché l’Inter non aveva un sostituto. Da quel momento tutto è cambiato per Brozovic e ora è uno dei volti della squadra.

“E’ impossibile sostituirlo”, ha affermato di recente il tecnico dell’Inter Inzaghi, e di questo non dovrà preoccuparsi per almeno altri quattro anni.

Vuoi saperne di più dal gioco del mondo? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Lorenzo Insigne, Napoli

Il 30enne capitano del Napoli ha annunciato che lascerà alla fine della stagione per unirsi al Toronto FC della Major League Soccer con una mossa sorprendente che ha suscitato un’ondata di shock nel panorama nordamericano.

L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti, che ora dovrà sostenere la partenza di Lorenzo Insigne, non è sembrato particolarmente infastidito dalla mossa e, infatti, lo ha utilizzato nel suo XI titolare 24 ore dopo l’annuncio ufficiale. Sfortunatamente, Insigne è durato solo 29 minuti quando è stato sostituito contro la Sampdoria per un infortunio muscolare che probabilmente lo terrà fermo per almeno tre settimane. Resta da vedere se Spalletti utilizzi o meno l’esterno italiano in modo diverso per il resto della stagione mentre torna in forma per la partita.

Cosa potrebbe fare il Napoli per riempire il suo vuoto? La squadra di Spalletti non dovrebbe trovare un sostituto nella finestra di gennaio, il che significa che dovremo aspettare fino a quest’estate per vedere cosa faranno. Spalletti ha a disposizione diverse alternative, da Hirving Lozano a Matteo Politano e, senza dimenticare, Dries Mertens. La squadra sta rispondendo positivamente a imprevisti come l’infortunio di Victor Osimhen, ormai vicinissimo al rientro in campo. Per ora, i tifosi partenopei hanno mostrato sostegno nei confronti di Insigne poiché domenica è stato sostituito per un infortunio. È importante avere i tuoi tifosi alle spalle, soprattutto con una serie cruciale di partite in arrivo nelle prossime settimane con date contro l’Inter a febbraio e il Barcellona in Europa League, tutte che puoi trasmettere in streaming tramite Paramount+.

Vedi anche:  Pronostici Fiorentina-Juventus, pronostici, come guardare, live streaming: 21 maggio 2022 Pronostici Serie A italiana

Federico Chiesa, Juventus

Federico Chiesa è stato colpito da una terribile notizia in quanto l’attaccante della Juventus ha subito un infortunio all’ACL che lo terrà fuori per il resto della stagione del club. Si prevede che salterà la partita degli spareggi della nazionale italiana di marzo, dove si troveranno a giocare con Macedonia del Nord, Turchia e Portogallo, dove solo uno di questi quattro si qualificherà per la Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar.

Al di fuori della preoccupazione per l’Italia, questa è una grave sconfitta per una squadra della Juventus che ha un disperato bisogno di entrare nelle prime quattro in Serie A dopo un inizio di stagione lento. L’allenatore della Juve Massimiliano Allegri deve cercare alternative per riempire il vuoto di Chiesa, con Federico Bernardeschi e Dejan Kulusevski che ora si occupano di più responsabilità. In particolare, il 21enne attaccante svedese era inizialmente considerato un potenziale uscente, ma dopo l’infortunio di Chiesa resterà sicuramente fermo almeno fino a giugno. Chiesa finora ha segnato solo due gol con tre assist, ma l’attaccante è stato il protagonista di una squadra e uno dei pochi in grado di vincere da solo le partite.

Allora quali sono le prospettive per la Juventus? Si lanceranno ovviamente nella ricerca di un nuovo attaccante, anche se al momento non ci sono molte opzioni a disposizione in una finestra che di solito è fatta solo di opportunità e non di obiettivi programmati. Mauro Icardi, attaccante del PSG ed ex interista, è in una situazione complicata in Francia. Alvaro Morata sembra determinato a restare a Torino nonostante il concreto interesse dell’FC Barcelona. Dusan Vlahovic, invece, sembra destinato alla Premier League, soprattutto se partirà questo mese. Per quanto riguarda Chiesa, tornerà alla forma migliore per l’inizio della prossima stagione nella speranza di essere protagonista per l’Italia nel prossimo Mondiale.

Articolo precedenteAlla ricerca di un donatore di midollo osseo compatibile per Marc
Articolo successivoCi siamo: cinque obiettivi di trasferimento da tenere d’occhio nella finestra di gennaio, incluso Pierre-Emerick Aubameyang dell’Arsenal