Home Economia Sei passaggi che gli investitori dovrebbero adottare per proteggere il proprio portafoglio...

Sei passaggi che gli investitori dovrebbero adottare per proteggere il proprio portafoglio dalla volatilità

60
0

Il guerra ucrainal’escalation incessante di inflazione… I mercati globali sono immersi in a spirale di volatilità che, lungi dall’essere risolto, sembra peggiorare ogni settimana che passa. L’incertezza è tale che, secondo alcuni esperti, “fa girare la testa anche agli investitori più esperti”. Per questo, in tempi come quelli attuali, è fondamentale tutelare i portafogli, e per questo è sufficiente seguire una serie di passaggi.

“Se vuoi assicurarti che il tuo portafoglio sopravviva all’attuale fase di volatilità, portala attraverso la seguente lista di controllo in sei passaggi e sarai preparato per qualunque cosa il mercato ti riserverà”, afferma Grant Wasylik, analista del Palm Beach Research Group (PBRG). Questo esperto ritiene che ora sia un buon momento per controllare lo stato di salute dei portafogli, in modo da poter agire in essere necessario e disinvestire nei beni più pericolosi.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

Wasylik ha condiviso le sei domande che, a suo avviso, gli investitori dovrebbero porsi per ‘stress test’ i loro portafogli e sapere esattamente se hanno o meno la composizione giusta per sopravvivere alla volatilità. Sono i seguenti:

1. Il tuo portafoglio è diversificato? “Numeri studi dimostrano che l’asset allocation rappresenta oltre il 90% del ritorno sugli investimenti. Una maggiore diversificazione significa anche meno rischi”, afferma l’esperto PBRG. Pertanto, “un buon inizio è possedere un mix di azioni nazionali ed estere, obbligazioni, bitcoin, immobili e oro”.

2. Hai delle vere alternative? Il consiglio dell’esperto è chiaro: “Stai tranquillo con il disagio. Esponi le tue risorse ad alternative ‘reali’, come oggetti da collezione, criptovalute e collocamenti privati. Genereranno una sovraperformance a lungo termine e nel frattempo proteggeranno il tuo portafoglio”, afferma. .

Vedi anche:  Le banche europee subiscono forti cali dopo le misure contro la Russia

3. Hai un fondo di emergenza? Wasylik afferma che il contante “è spesso una classe di attività trascurata”. Tuttavia, offre agli investitori una scelta. “Non si sa mai quali opportunità ha da offrire la vita. Qualunque esse siano, i contanti spesso ‘si adattano al bisogno’ meglio di qualsiasi altra cosa” e quindi “è essenziale tenere un po’ di contanti”.

4. Qual è la dimensione delle tue posizioni? L’analista spiega che si riferisce alla dimensione di una posizione all’interno di un portafoglio (la percentuale o l’importo del tuo investimento). “La nostra semplice regola pratica è: se una posizione si ferma nel tuo portafoglio, la tua perdita massima non dovrebbe essere superiore al 2,5%-5% del valore del tuo portafoglio”, afferma Wasylik.

5. Usi stop loss? “Gli stop loss ti consentono di controllare quanto sei disposto a perdere. Eliminano le emozioni (il più grande nemico dell’investitore) dalle decisioni di vendita. E proteggono i tuoi investimenti da perdite devastanti”, afferma questo esperto.

6. Hai un incarico per titoli più sicuri? Questa sarebbe l’ultima domanda che gli investitori dovrebbero porsi. Wasylik consiglia di investire in società “con bilanci di qualità, valutazioni interessanti, utili solidi e solide prospettive di crescita”.

Vedi anche:  Il Texas occidentale corregge il 27% dai massimi ed è supportato dalla linea guida rialzista a breve termine

“Questa lista di controllo ci è stata utile in passato. E continuerà a farlo in futuro. Ti suggeriamo di stamparla e di averne una copia a portata di mano”, afferma l’analista di Palm Beach Research Global, che raccomanda anche di “rivedere” potenziali perdite.

PUOI SOSTENERE PERDITE DEL 34%?

Wasylik crede che anche gli investitori dovrebbero imparare a valutare se sono o meno in grado di sopportare grandi perdite prima che sia troppo tardi e non si possa tornare indietro. “Dalla fine della seconda guerra mondiale, il S&P 500 ha sperimentato 11 mercati ribassisti (ribassi di almeno il 20%)”, spiega. La perdita media è stata del 34% e, sebbene quei mercati ribassisti siano stati seguiti da mercati rialzisti, è meglio “testare” i portafogli applicando una perdita di 34 % alla parte investita in azioni.

“Riesci a sopportare una perdita come questa? Riuscirai a dormire la notte? Hai tempo per recuperare quelle perdite?”, dice l’analista che gli investitori devono chiedere. E dice che se una qualsiasi delle risposte è “no”, allora “dovrebbe rivedere la sua asset allocation” e “considerare la possibilità di tagliare alcune delle posizioni azionarie”.

Il consiglio è chiaro: “Se le cattive notizie ti tengono sveglio la notte, prova subito il tuo portafoglio. In questo modo non ti farà prendere dal panico se le cose dovessero prendere una brutta piega. Invece, sarai ben preparato per qualsiasi dosso sulla strada. E posizionato per trarre vantaggio quando il mercato si riprenderà”.

Articolo precedenteChelsea FC vs Newcastle: streaming live della Premier League, canale TV, come guardare online, notizie, quote
Articolo successivoIl bitcoin soffre prima del voto del parlamento europeo che può aprire le porte al suo divieto