Home Economia Segno misto su Wall Street in attesa di guerra e azione della...

Segno misto su Wall Street in attesa di guerra e azione della Fed

63
0

Wall Street non riesco a trovare la tendenza (Dow Jones: +0,40%; S&P 500: -0,26%; Nasdaq: -1,34%) dietro il Chiusura leggermente rialzista di giovedì, dopo due sessioni di correzione. Gli investitori continuano a scontare i messaggi aggressivi arrivati ​​questa settimana dalla Federal Reserve (Fed), dal momento che la banca centrale americana sta preparando il mercato per un processo di stretta monetaria accelerato.

La prima settimana di aprile è stata una settimana di calo per i tre principali indici. Il Dow Jones è quello che ha perso meno negli ultimi cinque giorni con lo 0,28%, mentre l’S&P 500 e il Nasdaq sono scesi rispettivamente dell’1,27% e del 3,86%. La tecnologia è quella selettiva che è scesa di più quest’anno, oltre il 12%.

Questo martedì, Lael Brainard ha “spaventato” gli investitori con il suo tono insolitamente aggressivo per contenere i prezzi. E questo mercoledì, i mercati hanno scontato il contenuto del verbale dell’ultima riunione della banca centraletenutasi a marzo.

Il documento lo ha dimostrato la riduzione del bilancio partirà nel breve termine (maggio o giugno) ad un tasso di 95.000 milioni di dollari al mese; e quello l’aumento dei tassi sarà di 50 punti base almeno nei prossimi due incontri.

“Molti partecipanti lo hanno notato uno o più aumenti di 50 punti base in tassi potrebbe essere appropriato in riunioni future, soprattutto se le pressioni inflazionistiche rimangono elevate o si intensificano”, si legge nel verbale.

Anche questo mercoledì James Bullardpresidente della Saint Louis Fed e uno dei banchieri più duri del Federal Open Market Committee (FOMC), ha affermato che un tasso di interesse vicino al 3,5% contenere i prezzi. Ciò significherebbe aumentare l’interesse su 300 punti base nei prossimi mesi e portare l’orientamento della politica monetaria a un livello restrittivo per l’attività economica.

Vedi anche:  Ibex 35: quali sono gli appoggi e le resistenze da tenere d'occhio in questo momento?

“Adesso aspettiamo rialzi dei tassi di 50 punti base a maggio e giugnoseguito da aumenti di 25 punti base nelle restanti quattro riunioni del 2022, che porterebbero la fascia obiettivo dei fondi federali a 2,25 – 2,50% entro la fine del 2022“, affermano gli esperti di Berenberg, in linea con quanto sconta il consenso del mercato.

Nei prossimi mesi, la chiave per i mercati azionari sarà guardare il comportamento inflazionistico, e se questi rialzi dei tassi, unitamente alla riduzione di bilancio, sono sufficienti a contenere i prezzi. Tuttavia, l’evoluzione del CPI dipenderà maggiormente quando la guerra in Ucraina finisce e l’evoluzione del Covid-19 in Cina.

GLI INVESTITORI DIVENTANO DIFENSIVI

A Wall Street, continua “il rotazione settoriale avviata da pochi giorni, una rotazione che sta favorendo, come sta avvenendo anche nei principali mercati europei, il valori limite difensivi“, spiegano da Link Securities.

Questi esperti evidenziano il “buon comportamento di settori come salute o consumo di base. Ha inoltre evidenziato l’evoluzione positiva dei titoli della gas e petroliocosì come quelli di industria dei materiali“.

LA RUSSIA SI CONCENTRA SUI DOMBAS

Sulla guerra in Ucraina, La Russia ha affermato che le sue truppe controllano Mariupol, dopo un assedio di diverse settimane che ha ridotto la città in macerie. L’obiettivo di Putin è controllare l’est del Paese e creare un corridoio verso il Mar Nero che gli permetterà di controllare completamente il Mar d’Azov e la penisola di Crimea.

Per la sua parte, l’Unione Europea ha concordato sanzioni per le importazioni di carbone russoma al momento non può fermare le importazioni di petrolio e gas dalla Russia, quindi continua a finanziare indirettamente la guerra.

Vedi anche:  Il dollaro dà una pausa allo yen che si ritira dai minimi di 20 anni; l'euro, in attesa della BCE

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

ANALISI TECNICA E ALTRI MERCATI

“Il Il Nasdaq lascia il 6% nell’ultima settimana e mezzo e riesce a porre fine alla correzione, o almeno così sembra, dal supporto del 14.350 punti. Il superamento di questa resistenza a metà marzo ha attivato un double bottom con una proiezione di rialzo (minimo teorico) in the 15.700-15.800 punti. Vale a dire, c’è la possibilità che la caduta verso la clavicolare sia il tipico ‘ritorno’ alla nuova zona di appoggio, prima della resistenza, per ristrutturarsi da lì nuovamente verso l’alto.

E impostare a sognare, il superamento delle massime di marzo nel 15.265 punti farebbero scattare una testa e spalle invertite che lo lancerebbe verso i massimi storici nel 16.765 punti. Stiamo andando passo dopo passo, giorno dopo giorno e confidiamo che i minimi di questo giovedì reggano. A brevissimo termine, l’indice ha una resistenza significativa nel gap ribassista di 14.820 punti“, spiega José María Rodríguez, analista di ‘Bolsamanía’.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale ha rimbalzato dell’1,93% ($ 97,89) e il barile Brent ha guadagnato l’1,99% ($ 102,58), mentre il Euro la sua caduta continua e si è deprezzata dello 0,04% (1,0873). Oltre al oncia d’oro è avanzato dello 0,50% ($ 1.947). Infine, il bitcoin 1,54% ($ 42.825) è stato lasciato; e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni continua la sua salita ed è rimbalzato al 2,704%.

Articolo precedentePronostici d’angolo: pronostici calcio, quote, migliori scommesse per Manchester City-Liverpool, Napoli-Fiorentina, altro
Articolo successivoNewcastle vs Wolverhampton pronostici, quote, linea: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese per l’8 aprile