Home Economia Segno misto e volatilità a Wall Street dopo la sua sessione più...

Segno misto e volatilità a Wall Street dopo la sua sessione più ribassista dal 2020

90
0

Wall Street non trova alcuna tendenza in quello che promette di essere un altro giorno di alta volatilità dopo aver subito la sua sessione più bassa dal 2020che ha annullato il rimbalzo effettuato dagli indici di New York da venerdì scorso.

Il rialzo degli indici di New York è stato di a rally rialzista all’interno di un mercato ribassista; e gli analisti guardano già con preoccupazione ai possibili supporti del mercato, che è ricaduto nell’area dei minimi annuali.

Lo commenta César Nuez, un esperto di Bolsamanía l’aspetto del Dow Jones “è terribile” e che l’indice “potrebbe scendere fino a 30.000 punti” perché “ha finito per fare un complicato ‘tiro indietro’ che ci fa pensare a un futuro tecnico molto complicato”.

“Per i prossimi giorni sembra molto probabile che vedremo a colpo ai minimi annuali tracciati poche sessioni fa nel 31.798 punti. Se vediamo una chiusura al di sotto di questi prezzi, confermerà sicuramente un cambio di tendenza, che potrebbe portare a un crash al livello di 30.000 punti, che rappresenta un ulteriore calo del 5%”, spiega questo esperto.

“Il primo livello di resistenza ora risiede nel 32.689 punti. Solo superando questo livello di prezzo vedremmo un miglioramento nel suo complicato aspetto tecnico”, conclude Nuez. Pertanto, i minimi intraday annuali degli indici sono diventati il ​​principale riferimento da tenere d’occhio nel breve termine (3.858 punti per l’S&P 500 e 11.108 punti per il Nasdaq).

Vedi anche:  Le borse asiatiche lasciano i rialzi mentre monitorano Russia - Ucraina

COSA FARE NEI MERCATI ORSI?

A livello strategico, l’analisi di Bank of America continua a reggere. “La buona notizia è che i mercati ribassisti sono più brevi dei mercati rialzisti.“, ha commentato qualche giorno fa l’attuale situazione a Wall Street, che è crollata dopo aver perso la cosiddetta ‘Fed put’, ora trasformata in quella che chiamano ‘Fed Kaput’.

A suo avviso, il fatto che le azioni americane abbiano perso il sostegno della Fed annulla ogni possibilità di ripresa del mercato durante i prossimi mesi. “L’esodo è iniziato, ma la vera capitolazione inizia quando gli investitori vendono ciò che amano“, affermano.

Pertanto, danno come esempio che il grande tecnologia americana accumulano già perdite del 20% dal loro massimo, ma possono ancora scendere molto di più fino a quando non avviene la capitolazione totale dei sacchi.

LA CINA AVVISA GLI STATI UNITI SU TAIWAN

Sulla scena geopolitica, oltre al Minacce russe a Svezia e Finlandia per la sua domanda di adesione alla NATO, a causa dell’invasione dell’Ucraina, Cina ha detto questo Stati Uniti d’America è “sulla strada sbagliata” per quanto riguarda Taiwan e che le sue mosse potrebbero portare a “situazioni pericolose“.

Vedi anche:  Shein apre un temporary store a Madrid e mostra i suoi denti a Inditex

A livello aziendale, si evidenzia il tremenda rabbia di Elon Musk dopo cosa Tesla è stata esclusa dall’indice di sostenibilità dell’S&P 500, che include altre società più inquinanti come la compagnia petrolifera Exxon Mobil.

Oltretutto, Sistemi Cisco crolla dopo aver pubblicato i risultati e aver abbassato le sue previsioni di profitto a causa dei confinamenti in Cina e della guerra in Ucraina.

Nello scenario economico, i dati di disoccupazione settimanale negli Stati Uniti, che salgono a 218.000 dai 197.000 registrati la settimana precedente; Questa cifra è stata significativamente al di sopra delle previsioni di consenso, che hanno posizionato il livello a 200.000.

Allo stesso modo, i dati del Indice manifatturiero della Fed di Filadelfia maggio, che ha registrato un anticipo di 2,6 punti, ben al di sotto delle stime di consenso, che lo prevedevano a quota 16 punti, e il dato di aprile, a quota 17,6.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale scende del 2,09% ($ 107,29) e il barile Brent in calo dell’1,24% ($ 107,75), mentre il Euro apprezza lo 0,77% ($ 1,0547). Oltre al oncia d’oro avanzato 1,26% ($ 1.838); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni si rilassa al 2,79%. Infine, il bitcoin in rialzo dell’1,43% ($ 29.669).

Articolo precedenteLe persone sotto i 40 anni sono più esposte al vaiolo delle scimmie perché non hanno un vaccino
Articolo successivoMonkeypox si diffonde in Italia e Svezia e l’OMS lancia l’allarme per risalire ai contatti