Home Economia Segno misto a Wall Street dopo la violenta svolta al ribasso di...

Segno misto a Wall Street dopo la violenta svolta al ribasso di martedì

59
0

Wall Street vive una giornata senza un trend definito nei suoi indici, dopo aver chiuso questo martedì con pesanti perditevicino al 3% nel caso di nasdaq. Gli indici hanno già corretto quasi la metà degli importanti guadagni accumulati la scorsa settimana, quindi non dovrebbero perdere gli attuali livelli di prezzo (il 3.800 punti dell’S&P 500 sono un riferimento da tenere d’occhio) per non tornare ai minimi annuali.

Uno dei fattori più importanti della giornata è stato l’intervento di Girolamo Powell nel forum della banca centrale che si è tenuto a Sintra. Nel suo discorso, Powell ha ribadito la forza del mercato del lavoro statunitense e lo ha affermato “l’economia può resistere ai movimenti di politica monetaria”. Nonostante la contrazione della crescita economica nei primi tre mesi dell’anno, il banchiere centrale si è mostrato ottimista sull’attuale stato di salute dell’economia, affermando che “è in buone condizioni”.

Questo martedì, il presidente del Fed di New York, John Williamslo ha notato si aspetta che l’economia statunitense eviti la recessioneanche quando vede la necessità di tassi di interesse significativamente più elevati per controllare l’inflazione.

Williams lo ha sottolineato, sebbene Il PIL può ridurre la sua crescita all’1% – 1,5%, “questa non è una recessione, è un rallentamento cosa dobbiamo vedere nell’economia per ridurre davvero le pressioni inflazionistiche che abbiamo.

Vedi anche:  Acciona accusa il taglio di valutazione di Citi: pone il target price a 157 euro

Per la sua parte, Loretta Mester, Presidente della Federal Reserve di Clevelandha sottolineato che “se le condizioni fossero esattamente le stesse della riunione di giugno, se la riunione fosse odierna, Sosterrei un aumento del tasso dello 0,75% perché non ho visto il tipo di numeri sul lato dell’inflazione che devo vedere per pensare che possiamo tornare a un aumento dello 0,5%”.

Un altro centro di interesse è a Madrid, dove il Vertice della NATOin cui la ingresso di Svezia e Finlandia dopo l’approvazione della Turchia.

Sarà anche molto rilevante Il rating della Cina come “sfida sistemica” e il ritiro della qualifica di partner in Russiaper vedere quale sarà la risposta di queste due potenze sullo sfondo della guerra in Ucraina.

L’evento centrale di questo mercoledì è stata la conferenza stampa in cui il segretario generale, Jens Stoltenbergha annunciato il nuovo “Concetto strategico di Madrid”con i nuovi obiettivi dell’alleanza.

PRENDI POSIZIONI DIFENSIVE

“Storicamente, gli stili azionari più difensivi hanno sovraperformato le controparti più cicliche“, che di solito sono i vincitori quando arriva la recessione, sostengono gli esperti di Schroders.

Così, gli stili vincenti sono state le strategie di alto rendimento da dividendi e volatilità minima. Sembra che gli investitori abbiano cercato rifugio in titoli che sono in grado di resistere meglio alle sfide di una crescita economica più debole e di un’accelerazione dell’inflazione.

Vedi anche:  Julius Baer: l'opportunità del mercato cinese deriva da titoli e settori specifici

AZIENDE, ECONOMIA E ALTRI MERCATI

Nel panorama economico è stato pubblicato che il Il prodotto interno lordo (PIL) degli Stati Uniti è diminuito dell’1,6% nel primo trimestre del 2022, secondo la lettura finale pubblicato dal Bureau of Economic Analysis del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. Il dato rappresenta un decimo della contrazione dell’1,5% riflessa nella seconda stima pubblicata a maggio. Il consenso prevedeva una contrazione dell’1,5%.

Gli investitori attribuiscono molta più importanza ai dati che alle misure fiducia dei consumatori e aspettative di inflazione delle famiglie. In questo senso, i dati pubblicati questo mercoledì hanno mostrato ancora una volta un calo della fiducia e un aumento delle previsioni di inflazione.

I dati, secondo gli esperti di Oxford Economics, hanno rivelato che “il Il maggiore pessimismo dei consumatori indica un aumento dei rischi di recessione nell’ultima parte dell’anno, poiché l’inflazione rimane elevata, i tassi di interesse continuano a salire e le tensioni geopolitiche in Europa mantengono alta l’incertezza”.

In altri mercati, il barile di petrolio Texas occidentale aumenta dell’1,5% ($ 113,43) e il Brent avanzato dell’1,63% ($ 119,90), mentre il Euro si deprezza dello 0,3% ($ 1,0486). Oltre al oncia d’oro in aumento dello 0,6% ($ 1.832); e il bitcoin rende l’1,3% ($ 20.003).

Articolo precedenteChristophe Galtier al Paris Saint-Germain: il ritorno del Nizza di Lucien Favre libera Pochettino dal sostituto del PSG
Articolo successivoTrasferimento di Gabriel Jesus: l’Arsenal ha intenzione di acquisire l’attaccante del Manchester City con un affare vicino a $ 55 milioni