Home Economia Segno misto a Wall Street con focus su Fed e Ucraina

Segno misto a Wall Street con focus su Fed e Ucraina

65
0

Segno misto di Wall Street Records dietro il chiusura ribassista venerdì scorso. Gli investitori continuano a concentrarsi sulla politica monetaria del Riserva Federale (Fed)che sarà molto più aggressivo nei prossimi mesi per contenere il inflazione; e nel Invasione russa dell’Ucraina “imminente”come anticipato NOI nel fine settimana (anche se Mosca continua a negarlo).

Secondo neil wilsondirettore di Markets.com, ciò che preoccupa davvero gli investitori americani non è l’Ucraina, ma il Riserva federale e il “completa incertezza misure politiche che potrebbe adottare nelle prossime settimane e mesi” per contenere i prezzi negli Stati Uniti.

Diversi membri della Fed hanno mostrato moderazione la scorsa settimanacommentando che la banca centrale non può reagire in modo troppo aggressivo, perché ciò potrebbe mettere a repentaglio la ripresa economica.

il falco’ James Bullardha dichiarato lunedì su ‘CNBC’ che si è impegnato un rapido aumento dei tassi di interessedopo aver affermato che la banca centrale deve reagire all’accelerazione dell’inflazione.

Le parole di Bullard arrivano una settimana dopo aver dichiarato che la Fed dovrebbe aumentare il suo tasso di interesse di riferimento a breve termine di un intero punto percentuale a luglio. Le sue parole hanno innescato volatilità nei mercati dei futures, con ben sette aumenti di un quarto di punto percentuale previsti entro la fine del 2022.

Vedi anche:  JP Morgan, Barclays, Credit Suisse... non vedono valore nello spin-off di Naturgy

“Il contesto generale di inasprimento monetario e aumento dei tassi di interesse in generale non è stato gentile con i titoli sensibili alla crescita come le big techche sono nell’occhio del ciclone”, afferma Richard Hunter, Head of Markets di Interactive Investor.

In questo senso, il ‘mani forti’ del mercato stanno ruotando le proprie posizioni verso i settori che ottengono le migliori performance in scenari con tassi di interesse in rialzo e prezzi elevati delle materie prime, come bancheil energico e il titoli difensivi ad alta capitalizzazionecon potere di determinazione dei prezzi.

TENSIONE GEOPOLITICA IN UCRAINA

Da parte loro, esperti di Titoli di collegamento commenta che “una possibile soluzione diplomatica è ancora fattibileanche se c’è sempre meno tempo, dal momento che la Russia, se davvero intende intervenire direttamente in Ucraina, dovrà farlo in inverno per sfruttare al meglio il suo ‘vantaggio competitivo’ del gas naturale rispetto all’Unione Europea (UE )”.

Vedi anche:  Intel flirta pericolosamente con la base di lato degli ultimi quattro anni

A suo avviso, il conflitto potrebbe interrompere le esportazioni russe di petrolio greggio, che aumenterebbe il prezzo del petrolioaumenterebbe l’inflazione e metterebbe seriamente a repentaglio la ripresa economica mondiale. A partire dal Berenbergconsidera che “un’invasione russa dell’Ucraina non è il nostro scenario di base“.

Tuttavia, lo commentanopotrebbe essere un conflitto significativamente più grande dell’annessione della Crimea dalla Russia e il suo intervento nella regione ucraina del Donbas nel 2014″. Oltre alla perdita di vite umane, sottolineano che “al di là dei problemi politici e militari, colpirebbe probabilmente un Colpo temporaneo per la fiducia di imprese e consumatori in Europa“.

In altri mercati, petrolio Texas occidentale scende dello 0,7% a $ 92,43; mentre il Euro si deprezza dello 0,3% e passa a $ 1,1316. Inoltre, la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni sale all’1,987% e il oncia d’oro aggiunge l’1,1% ($ 1.862). Infine, il bitcoin anticipi 1% ($ 42.700).

Articolo precedenteIl G7 avverte la Russia di “sanzioni economiche massicce” se invade l’Ucraina
Articolo successivoPronostici Spezia vs. Fiorentina, quote, come guardare, live streaming: 14 febbraio 2022 Scelte degli esperti della Serie A italiana