Home Economia Secondo Janus Henderson, i dividendi globali hanno raggiunto un nuovo record nel...

Secondo Janus Henderson, i dividendi globali hanno raggiunto un nuovo record nel 2022

134
0

La pandemia ha portato con sé una notevole riduzione dei dividendi aziendali a livelli mai visti prima. Tuttavia, il 2021 è stato un sostanziale recupero dei dividendi globalie nel 2022 i dividendi globali dovrebbero raggiungere un record di $ 1,52 trilioni, secondo l’ultimo Indice dei dividendi globali Janus Henderson.

I paesi europei, Australia e Regno Unito, che sono stati quelli che avevano registrato le maggiori diminuzioni durante la pandemia del 2020, hanno sperimentato il maggiori aumenti nel 2021. Il 90% delle società ha alzato o mantenuto il dividendo stabile, indicando una crescita generalizzata.

2022 PUNTI DI SOLIDITÀ E PROSPERITÀ IN TERMINI DI DIVIDENDI

Janus Henderson afferma che, grazie al buon quarto trimestre del 2021 che le aziende hanno avuto e alle prospettive che hanno per il 2022, ha deciso di migliorare le sue previsioni per l’intero anno e si aspetta che i dividendi globali raggiungano la cifra record di 1,52 trilioni di dollari , che rappresenta un aumento del 3,1% nel tasso generale o del 5,7% in termini sottostanti, rispetto al 2021.

Le banche lo sono state responsabile di questo aumento della distribuzione dei dividendi, insieme alle compagnie minerarie, per un valore di 212.000 milioni di dollari. Inoltre il 25% delle aziende ha ripreso la distribuzione di queste che hanno dovuto interrompere nel 2020 a causa della pandemia e della conseguente crisi economica. Le banche sono riuscite a riprendersi in qualche modo grazie al ripristino dei pagamenti in tutto il mondo tempi pre-pandemici poiché le autorità di regolamentazione avevano frenato le distribuzioni in molte parti del mondo.

Vedi anche:  L'OCSE scommette sull'aumento delle tasse alle società elettriche per ridurre la bolletta dell'elettricità

Le società minerarie sono riuscite a catturare oltre il 25% dell’aumento annuo, poiché hanno beneficiato del forte aumento dei prezzi delle materie prime. BHP Billiton è diventata la società che ha distribuito più dividendi al mondo. Anche se va notato che il settore minerario, perché molto ciclico (varia in base ai cicli economici), tornerà a distribuire dividendi normalmente, a livelli più stabili, quando le materie prime riprenderanno i loro valori abituali e perderanno la leggera volatilità che avere ora.

AUSTRALIA E REGNO UNITO, DOVE SONO STATI DISTRIBUITI PIU’ DIVIDENDI

Australia e Regno Unito, insieme all’Europa, sono stati i territori che hanno sofferto di più all’inizio della pandemia e dove le restrizioni sociali erano più severe. Ciò significava che, per mantenersi, le aziende dovevano in alcuni casi interrompere la distribuzione dei dividendi, limitarli o ridurli. Ma d’altra parte, le distribuzioni hanno raggiunto nuovi record in diversi paesi come stati Uniti, Cina e Svezia.

Vedi anche:  Wall Street anticipa incertezza con il rendimento del decennale vicino al 3%

Jane Calzolaiogestore del portafoglio clienti del team Reddito azionario globale di Janus Henderson, ha affermato che “gran parte della ripresa dei dividendi nel 2021 è venuta da un piccolo numero di aziende e settori in alcune aree del mondo. Tuttavia, dopo queste cifre eccellenti, c’è stata una crescita generalizzata delle distribuzioni sia dal punto di vista geografico oltre che per settore”.

Inoltre, il direttore di Janus Henderson per la Penisola Iberica, Juan Fierro, ha evidenziato che “dopo la forte ripresa dei dividendi su scala globale che abbiamo potuto vedere durante lo scorso anno, le nostre previsioni per il 2022 collocano le distribuzioni delle società quotate a un nuovo record di $ 1,52 trilioni (un aumento del 3,1% complessivo o del 5,7% core).”

Juan Fierro ha anche voluto includere che “mentre a 90% delle aziende a livello globale aumentato o mantenuto stabili i dividendi nel 2021, in Spagna abbiamo visto come questa percentuale è stata ridotta 36%. Nonostante ciò, i dividendi nel nostro Paese hanno registrato una crescita di fondo del 14,6%, in linea con la crescita mondiale ma superiore in termini generali (+22,5%) grazie ai pagamenti straordinari”.

Articolo precedenteEzentis, un valore in caduta libera che vive nell’ostracismo più assoluto
Articolo successivoUn inno a Marcelo Bielsa, che lascia un segno indelebile sui tifosi del Leeds United