Home Salute Se ho il covid, posso andare a lavorare?

Se ho il covid, posso andare a lavorare?

202
0

Nove giorni dopo le mascherine hanno cessato di essere obbligatorie in molti spazi interni e ancora subendo il contraccolpo degli assembramenti sociali di settimana Santail coronavirus rimbalza Catalogna. E che le cifre non mostrano ancora le conseguenze del folle a partire dal Sant Jordi. Senza vincoli che la mettano fine e con le aziende che hanno il potere di decidere se indossare o meno la mascherina sul posto di lavoro, sorge una domanda: se ho il covid, posso andare a lavorare?

Mentre il Paese è in una fase di “influenza“del coronavirus, il tasso di riproduzionen del virus ha superato questo martedì il punto e si trova nel 1,21 punti. Una cifra così alta non è stata data da dopo Vacanze di Natale, 12 gennaio. Il rischio di ricrescita è salito anche lui ed è a 274. Sono aumentati anche i contagi: quasi 1.500 al giorno per l’ultima settimana, secondo i dati del Ministero della Salute. Oltre al incidenza cumulativa un 14 giorni ascende da 225 a 274 e quella di sette giorni, dalle 99,44 alle 129,55. Con tutte queste cifre in mano, il rimbalzo nei casi covid è evidente. Le linee guida da seguire

Vedi anche:  I ricercatori rivelano come rilevare il covid prima di fare un test

Queste sono le linee guida da seguire

Secondo le autorità sanitarie sì, chiunque può andare a lavorare essendo positivo al covid. Con un’eccezione: che il lavoratore abbia a congedo per malattia medica. Tuttavia, la misura più consigliata dal ministero della Salute è che il lavoratore infetto opta telelavoro. Pertanto, la decisione finale è nelle mani delle aziende.

Le autorità distinguono anche tra casi lievi e gravi. Nel primo caso, se il lavoro non consente il lavoro a distanza, il lavoratore deve andare al suo lavoro insieme a normale. Se i suoi sintomi sono lievi, il dipendente deve prestare particolare attenzione alle misure di protezione che la Salute ricorda da mesi: utilizzare la mascherina, mantenere la distanza sociale e ventilare costantemente nello spazio in cui svolge la propria attività.

Vedi anche:  Cos'è la scabbia e come si diffonde?

Sintomi lievi significano avere male alla testaa partire dal gola Y tosse. Possono anche essere sintomi lievi di covid febbre fino a 38º e il rinorreache è la sensazione di avere il naso chiuso.

Cosa fare se i sintomi sono gravi

Se i sintomi peggiorano o sono gravi, i passaggi da compiere non cambiano molto. Il Dipartimento della salute consiglia di chiedere di visitare il centro medico oppure chiamal 061 ricevere una consulenza medica telefonica. Tuttavia, in nessun caso è vietato recarsi sul posto di lavoro se il lavoratore non è in aspettativa per motivi di salute. In questo senso, sono gli uomini d’affari che devono stabilire un protocollo d’azione.

Sono considerati sintomi gravi respirazione difficoltosail dolore al petto Ciao febbre alta, sopra 38º. In questo caso, le autorità si concentrano sul gruppi vulnerabilicome quelli di età superiore ai 60 anni o pazienti con altre patologie, che si proteggano e ne controllino i sintomi in modo speciale.

Articolo precedentePronostici Liverpool-Villarreal, quote Champions League: gli uomini di Jurgen Klopp favoriti per dominare
Articolo successivoLagarde apre le porte a un rialzo dei tassi nel terzo trimestre dell’anno