Home Moda e bellezza Schlesser, sui suoi modelli dalle linee raffinate: “Non sapevo fare altro”

Schlesser, sui suoi modelli dalle linee raffinate: “Non sapevo fare altro”

125
0

Angelo Schlesser (Santander, 1957)premiato questo lunedì con il National Fashion Design Award 2022, lo assicura per tutta la sua carriera ha mantenuto la sua estetica di linee raffinateche lo ha reso riconoscibile a livello internazionale, perché “non sapeva fare altro”.

La giuria che gli ha conferito il premio ha messo in luce la carriera artistica e imprenditoriale di un creatore spagnolo”che consolidò una certa estetica fino a diventare riconoscibile a livello internazionale, con linee pure e innovative“.

Erano gli anni ’80 quando Schlesser iniziò a produrre abbigliamento femminile, come ha spiegato in un’intervista a Efe dopo aver appreso di aver ricevuto questo premio che gli viene assegnato annualmente dal Ministero della Cultura e dello Sport, dotato di 30.000 euro.

Era un uomo a quel tempo, negli anni ’80, e le donne americane erano grandi e destrutturate‘ ricorda, e alcune donne le chiedevano di disegnare gonne per quelle giacche. ‘Ma io ho detto: ‘No; Se farò vestiti da donna, farò vestiti da donna.

Vedi anche:  Questi sono i migliori trucchi per mantenerla fresca in casa (e funzionano)

E lo ha fatto: “A quel tempo avevo un concetto abbastanza raffinato sulla linea e ho iniziato a fare il contrario di quello che si faceva all’epoca. Fortunatamente, penso di aver ragione in qualche modo”.

La linea raffinata è stata il suo segno distintivo fino al suo ritiro nel 2016, perché, dice ridendo, “Non sapevo fare altro”.

Lo stilista è stato felicissimo di aver ricevuto questo premio e un po’ “sorpreso”, perché ha lasciato il mondo della moda sei anni fa. Ecco perché è molto grato “che qualcuno si ricordi ancora” di essere stato lì una volta.

Schlesser ha ritenuto molto lusinghiero che dicano che la sua estetica fosse riconoscibile nell’arena internazionale: “Francamente, per un designer di qualsiasi segmento o settore è lusinghiero sentirsi dire che ha una personalità riconoscibile: è quello per cui devi lavorare“.

Vedi anche:  È un prodotto molto tipico della vostra cucina ma è infallibile contro gli scarafaggi

La giuria ha anche sottolineato che “il suo lavoro descrive l’attenzione per le donne professioniste e contemporanee, che è un esempio per le giovani generazioni di designer”.

Riguardo a questa influenza sulle nuove generazioni di designer, ritiene di aver avuto “l’immensa fortuna” di avere assistenti per tutta la sua carriera molto più giovani di lui “che sono stati grandi nella moda”. Ma ammette che, per quanto riguarda i “nuovi, nuovi valori”, è “un po’ in disparte” e non li conosce affatto.

Perché nel 2016 Schlesser ha deciso di vendere la maggior parte del marchio a Óscar Areces e, attualmente, questo spagnolo vive lontano dalla moda e si concentra su design, arte e interior design a capo della Galería A.

Nell’arte continua con le sue linee raffinate, cosa che suppone accada perché “il criterio non è cambiato”. E come sinonimo di purificazione, è ancora considerato “non amico del superfluo”.

Articolo precedenteChampions League, aggiornamento infortunio Liverpool: Thiago potrebbe saltare la finale contro il Real Madrid dopo l’infortunio d’Achille
Articolo successivoCome funziona l’opzione che ha permesso a Vettel di seguire i ladri che lo hanno derubato a Barcellona?