Home Economia Santander non aumenterà il capitale “comunque”: tutte le chiavi dei suoi risultati

Santander non aumenterà il capitale “comunque”: tutte le chiavi dei suoi risultati

114
0

Banca Santander sale in borsa dopo aver presentato il suo risultati per il quarto trimestre 2021 e per l’intero anno dopo una reazione di mercato inizialmente ribassista. Secondo le prime valutazioni, i dati mostrano a “buona evoluzione operativa” e hanno superato le previsioni, nonché le linee guida per il 2022. La banca ha migliorato il suo comportamento dopo che Ana Botín ha commentato che “in nessun caso piantiamo capitale“, anche nel caso ipotetico che l’ente abbia acquistato Banamex, l’attività di Citi in Messicomesso in vendita dalla banca americana.

“I risultati sono stati 1% al di sopra delle nostre stime di margine di interesse1% in meno del margine lordo a causa del ROF inferiore (risultati finanziari) e 2% in meno di margine nettocon spese operative superiori dell’1%”, afferma Renta 4, azienda che fornisce consulenza ‘sovrappeso’ valore, con un prezzo obiettivo di 3,99 euro.

“Rispetto al consenso, superare il 3% del margine di interesse, 2% in margine lordo e 1% in margine netto. L’utile netto ricorrente del gruppo si attesta a 2.275 milioni di euro nel quarto trimestre”, il 21% al di sopra delle previsioni di Renta 4 e il 6% al di sopra della stima di consenso.

Entro il 2022, Santander ha l’obiettivo di aumentare i ricavi di circa il 5%per ottenere un rapporto di efficienza di circa il 45% e un RoTE superiore al 13%, e a pagare agli azionisti il ​​40% dell’utile ordinario.

Vedi anche:  Ufficio analisi tecniche: Santander, Grifols, Boeing, HelloFresh, Zoom, Alibaba...

A lungo termine, l’ente ha affermato che “aspira ad aumentare la remunerazione totale degli azionisti oltre quel 40%con circa il 50% attraverso riacquisti di azioni e un dividendo in contanti in crescita.”

“Riconferma il buone prestazioni operativecon un margine lordo in crescita del 4% rispetto al 2021, sostenuto dalla crescita degli investimenti creditizi a livello di gruppo del 6% nel 2021″, indicano questi esperti.

“Il l’anticipo sui ricavi compensa l’aumento dei costi operativiseppur moderata, mentre la riduzione del costo del rischio fino a 77 punti base funge da un’altra delle leve per la generazione dell’utile netto”, aggiungono.

EMISSIONE DELLE DISPOSIZIONI COVID

studiosa VittoriaDirettore Investimenti presso Broker interattivicommenta che i risultati sono stati guidati da un “rilascio di 750 milioni di euro in provvedimenti Covid-19grazie ad un sostanziale miglioramento del contesto economico.

A suo avviso, i risultati del “la seconda banca più grande della zona euro sono solideInoltre, aggiunge che “le banche europee avere una valutazione più interessante rispetto alle banche statunitensi al momento e, sebbene il percorso di rialzo dei tassi nella zona euro sia in ritardo rispetto a quello di Stati Uniti e Regno Unito, beneficia comunque di un solido contesto economico e trarranno vantaggio dallo spostamento all’orizzonte dell’inasprimento della BCE“.

GUIDA POSITIVA PER IL 2022 E BUONE PERFORMANCE COMMERCIALI

Da parte loro, gli analisti banchiereche consigliano ‘compra’ il valore, con un prezzo obiettivo di 4,10 euroevidenziare che la banca “lancia una “guida” positiva per il 2022 (RoTE, efficienza & capitale) dopo aver superato le aspettative nel quarto trimestre”. Indicano inoltre che “gli NPL sono bassi e la redditività/ROTE ordinario supera i livelli pre-Covid 19”.

Vedi anche:  La terza volta è fortunata?: Telefónica attacca il "gap" ribassista settimanale di 4,24 euro

Inoltre, lo sottolineanoentrate ricorrenti (Margine di interesse e commissioni) guadagnare trazione, grazie al dinamismo commerciale“; e quello “gli indici di qualità del credito evolvono positivamenteIn questo senso la morosità scende al 3,16%, con una copertura del 71%, con a costo del rischio/CoR “a livelli storicamente bassi”.

Infine, sottolineano che “il coefficiente patrimoniale CET1 FLchiave per mantenere un’attraente politica di remunerazione per gli azionisti, rimane a un livello confortevole del 12,12%al di sopra dell’obiettivo (~11/12%)”.

ANALISI TECNICA

“Tecnicamente, il grafico di Santander è praticamente una copia dello stambeccocome potrebbe essere altrimenti. I due sono immersi all’interno di un’ampia laterale da maggio, con una certa tendenza al ribasso. La zona del 3,30€ corrisponderebbe ai circa 9.100 punti dello stambecco.

In ogni caso, quello che è chiaro è che purché il prezzo non ecceda i massimi dell’anno scorso a 3,45 euroe se può essere migliore che migliore nelle candele settimanali, non confermerà l’inizio di un nuovo slancio al rialzo a medio-lungo termine.

Sotto, a lato degli appoggi, i più immediati si trovano nella gap rialzista di 3,03 euro e inferiore a 2,91 euro“, indica José María Rodríguez, analista di ‘Bolsamanía’.

Articolo precedenteSantander, sull’acquisto di Banamex in Messico: “Dipenderà, vedremo”
Articolo successivoHere We Go: la scadenza del trasferimento di gennaio è scaduta poiché l’attenzione si sposta su Kylian Mbappé ed Erling Haaland quest’estate