Home Economia Sabadell, Bankinter, Santander, CaixaBank e BBVA affondano a causa della guerra in...

Sabadell, Bankinter, Santander, CaixaBank e BBVA affondano a causa della guerra in Ucraina

79
0

Inizio di settimana difficile per il settore bancario. Entità spagnole ed europee affondano nel mercato azionario trascinate dalla guerra in Ucraina. Sabadell ha ceduto il 6,7%, banchiere 5,22%, Santander 3,29%, Banca Caixa 3,6% e BBVA 6,54%.

“Il settore finanziario teme una nuova recessione e dubita della prossima stretta monetaria”, sottolineano da XTB. Infatti, il settore bancario europeo è lasciato in media questo lunedì dell’8%.

“Il La guerra russo-ucraina avrà un impatto negativo sulla crescita economica dell’Europa e in tutto il mondo, una crescita così lenta e un’inflazione elevata e in aumento è il peggiore scenario economico possibile, poiché le banche centrali devono aumentare i tassi per frenare l’aumento dei prezzi piuttosto che introdurre politiche politiche monetarie espansive che sono state l’antidoto nelle precedenti crisi che abbiamo vissuto”, commentano gli analisti di IG.

Vedi anche:  Finché ArcelorMittal rispetta i 23 euro, è ancora tutto in ordine

Il forte aumento dei prezzi sia del petrolio che del gas ha sollevato preoccupazioni circa l’impatto sulla crescita economica globale e sull’inflazione, in particolare con molte delle principali banche centrali del mondo che cercano di aumentare i tassi di interesse per far fronte all’aumento dei prezzi al consumo.

Il Banca centrale europea (BCE) si riunisce entro la fine della settimana e l’aumento dei prezzi delle materie prime complica il quadro politico della banca centrale.

Tra le entità spagnole, proprio Santander ha rilasciato lunedì un comunicato in cui fa un bilancio della guerra in Ucraina e in cui assicura che “non faremo nuovi affari con aziende russe” dopo l’invasione di Mosca. Inoltre, afferma che “non ha presenza o quasi nessuna esposizione diretta” in Russia e Ucraina. “Siamo in contatto permanente con le autorità, in particolare con quelle europee, e applichiamo sanzioni internazionali”, rimarca l’ente presieduto da Ana Botín, che “condanna l’invasione ed esprime solidarietà ai cittadini ucraini”.

Vedi anche:  Inditex scende in borsa dopo aver chiuso i suoi negozi in Russia e Bielorussia

Articolo precedenteInditex scende in borsa dopo aver chiuso i suoi negozi in Russia e Bielorussia
Articolo successivoLe azioni Deoleo salgono a causa della carenza di olio di girasole ucraino