Home Sport Ruben Dias sostiene il Man City in semifinale di Champions: “Il Bernabeu...

Ruben Dias sostiene il Man City in semifinale di Champions: “Il Bernabeu è un posto matto, ma noi siamo una squadra matta”

51
0

Ruben Dias crede che il Manchester City sia la squadra giusta per prosperare nel Santiago Bernabeu, una squadra “pazza” pronta per la follia che sicuramente li attende.

Il City si recherà nella capitale spagnola la prossima settimana con un vantaggio di 4-3 nell’andata della semifinale di Champions League contro il Real Madrid, una partita che avrebbe potuto vincere molto di più se avesse sfruttato la serie di occasioni realizzate all’Etihad Stadio. Potrebbero ancora vivere fino a rimpiangere la loro dissolutezza, sia il Paris Saint-Germain che il Chelsea sono stati espulsi dalla competizione alla fine quando erano in vantaggio nel pareggio.

Karim Benzema, capocannoniere della competizione con 14 al suo attivo, ha già dimostrato la devastazione che può provocare sulle difese con una doppietta all’andata su entrambi i lati di un gol devastante in contropiede di Vinicius Junior. Una performance ripetuta dall’altra parte del City li vedrà sicuramente aumentare il loro impressionante conteggio.

Dalle sconfitte dell’ultimo minuto contro il Tottenham alle masterclass difensive contro il Paris Saint-Germain, la loro storia recente sotto Pep Guardiola suggerisce che l’unica cosa che ci si può aspettare dal City al Bernabeu è l’inaspettato. Questo è qualcosa che anche i loro giocatori ora sembrano riconoscere.

“Siamo consapevoli di quale squadra stiamo affrontando, dell’impatto che hanno in Champions League e dell’atmosfera al Santiago Bernabeu”, ha detto Dias. “Ma conosciamo il nostro obiettivo e ciò di cui abbiamo bisogno per raggiungerlo. Giocheremo con la nostra personalità e proveremo a vincere.

Vedi anche:  Napoli-Milan: diretta streaming Serie A, canale TV, come vedere online, notizie, quote

“Il Bernabeu è un posto matto, ma anche il Manchester City è una squadra matta. Saremo pronti per questo”.

È stato degno di nota il fatto che a tempo pieno Bernardo Silva, autore del magnifico quarto gol del City, si sia sentito quasi in dovere di ricordare agli spettatori che era stata la sua squadra ad essere effettivamente uscita vittoriosa piuttosto che il Real Madrid, la cui serie di gol da tagliare in svantaggio significava che hanno lasciato l’Inghilterra con una sorta di molla nel loro passo.

Riyad Mahrez era visto come il principale colpevole per il curioso tipo di dissolutezza del City, in cui ha superato i gol previsti ma ha segnato solo da una delle sue cinque migliori occasioni, secondo le metriche di Opta. Se anche solo uno o due in più di quelli avessero segnato la rete, la squadra di Guardiola avrebbe potuto essere schiacciante favorita per raggiungere la finale del mese prossimo a Parigi, anche se Dias insiste che la sua squadra non si sarebbe mai aspettata che il pareggio fosse terminato a metà gara.

“Una semifinale e con la gara di ritorno a Madrid la partita non sarebbe mai finita [after the first leg]”, ha detto. “Non importa quello che è successo, non sarebbe mai finito qui in questa prima tappa. Sappiamo esattamente cosa sta arrivando e siamo pronti per questo.

Vedi anche:  AS Roma vs. Feyenoord: diretta streaming finale UEFA Conference League, canale TV, come guardarla online, quote, notizie

“Penso che con le possibilità che abbiamo creato, riteniamo che il risultato avrebbe potuto essere più favorevole per noi. Ma alla fine della giornata abbiamo vinto. È una finale vinta e dobbiamo vincere la seconda la prossima settimana a Madrid. Lo spirito è positivo, avremmo potuto segnare di più, avremmo potuto subire meno gol, ma non abbiamo tempo per riflettere”.

È stata una valutazione condivisa da Phil Foden, che sta sostenendo i suoi compagni di squadra per mostrare il loro acciaio difensivo nel Bernabeu. Il ritorno di Joao Cancelo dalla squalifica dovrebbe aumentare le opzioni di terzino di Guardiola dopo aver dovuto introdurre Fernandinho per l’infortunato John Stones dopo 35 minuti di martedì.

“Abbiamo dimostrato, molte volte, quanto sia grande la nostra difesa quest’anno”, ha detto Foden. “Sarà una grande partita e dovremo solo mettere in gioco i nostri corpi a volte. Sappiamo che creeranno occasioni come squadra. È solo un obiettivo, quindi dovremo solo gioca la partita, pensa che sia 0-0 e prova solo a giocare il nostro calcio come giochiamo sempre per vincere”.

Articolo precedenteSegno misto a Wall Street dopo il crollo del Nasdaq ai nuovi minimi annuali
Articolo successivoMeta disattende le aspettative nel primo trimestre, ma le sue azioni salgono