Home Sport Rodri si apre sul prolungamento del contratto con il Manchester City: “Mi...

Rodri si apre sul prolungamento del contratto con il Manchester City: “Mi sento a casa, come se fosse la mia seconda famiglia”

117
0

Quando è arrivato il momento di prolungare di Rodri stare a Manchester City ben oltre la sua eccezionale terza stagione con il club, le trattative non sono state sorprendentemente rapide. Voleva restare. Volevano tenerlo. Bello e facile. Ma poi Rodri non era nella stanza per fare un duro affare con Txiki Begiristain e compagnia.

“Txiki aveva paura se negoziavo!” Rodri ride quando CBS Sports gli dice che la sua laurea in gestione e amministrazione aziendale recentemente completata potrebbe avergli dato il sopravvento nei colloqui. Quando le storie di questo giovane e promettente centrocampista del Villarreal iniziarono a gorgogliare per la prima volta in Spagna, Rodri si trovava nel campus dell’Universidad de Castellon, trascorrendo le sue settimane in residenze condivise prima di illuminare la Liga.

Non passò molto tempo prima che l’Atletico Madrid tornasse a chiamare per l’uomo che avevano dispensato a 11 anni per la sua mancanza di forza fisica (non una valutazione che molti attaccanti della Premier League condividerebbero in questi giorni). Un anno dopo il Manchester City lo aveva stanziato per il ruolo che era stato probabilmente definito dal suo attuale allenatore Pep Guardiola, vincitore di palla, passante metronomico e regolatore del tempo alla base del centrocampo. In tutto questo tempo, i suoi studi, che ha completato durante i Campionati Europei dell’anno scorso, gli hanno offerto un’oasi di relativa serenità in mezzo all’alto dramma dello sport.

“Non posso dirtelo [if it changed me], magari in un’altra vita se non avessi studiato”, dice. “Mi aiuta di più il fatto che non sono concentrato nella mia testa solo sul calcio. Ho più cose nella mia vita, che mi permettono di uscire da questo mondo a volte così esigente e sotto pressione.

Vedi anche:  Scelte Inter Milan vs Liverpool Champions League: perché Mohamed Salah vs Alessandro Bastoni è un match da guardare

“Lavorare sulla mia laurea mi ha aiutato a evitare quei sentimenti di ansia. A volte è meglio che i calciatori siano occupati da qualcos’altro”.

Forse in futuro, una volta terminata la sua carriera da giocatore, i suoi studi potrebbero non essere il suo posto sicuro ma invece la fonte di nuovi stress. Perché non provare il lavoro di Begiristain come direttore del calcio? Sembra tentato. “Lo vedo ogni giorno sul campo di allenamento e guardo che bella vita ha”, dice Rodri. “Mi piace il modo in cui lavora. Mi piace quello che fa. C’è una possibilità. Ovviamente è troppo lontano”.

Prima di allora c’è molto su cui Rodri può concentrarsi. Oltre alla loro ricerca annuale della Champions League; Il City si dirige verso la nuova stagione puntando a diventare solo il quinto club (dopo Città di Huddersfield, Arsenale, Liverpool e Manchester United) per vincere tre titoli consecutivi della massima divisione inglese. Nessuno ne ha mai fatti quattro sul rimbalzo, ma chi dubiterebbe di una squadra del City che ha aggiunto uno dei migliori giovani attaccanti del mondo alla propria rosa?

Dopo diverse stagioni in cui Guardiola ha ampiamente sperimentato falsi nove, ali al centro e regia, uomini bersaglio palla ai piedi, la massiccia presenza di Erling Haaland darà una piacevole scossa al sistema per i creatori di City.

Vedi anche:  Zlatan Ibrahimovic prolunga il suo contratto con il Milan fino all'estate 2023 mentre si riprende da un intervento chirurgico al ginocchio

“Quando questo tipo di giocatore arriva nella tua squadra sei molto eccitato”, dice Rodri. “Sono un aiuto unico e incredibile. Sono assassini. Ci darà cose diverse nel senso di un puro numero 9, un puro attaccante.

Aggiunge: “Penso che ci darà ciò di cui abbiamo bisogno. Eravamo una grande squadra, ora abbiamo Erling in attacco che può darci tutto ciò che ha. Ha un potenziale incredibile fisicamente, tatticamente, tecnicamente. È giovane. Dipende su di lui, cosa vuole ottenere, cosa vuole migliorare. È nel posto migliore per farlo”.

Vuoi saperne di più da Rodri? Ascolta qui sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast giornaliero della CBS Soccer in cui ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Il City, ovviamente, non ha lottato per i gol prima dell’arrivo di Haaland. Rodri si è assicurato di questo, pesando con sette gol in tutta la stagione. Non c’è grande sorpresa per i due che si classifica come i suoi favoriti: l’importante vittoria contro l’Arsenal a Capodanno e il fermo rasoterra dal limite dell’area che ha portato la sua squadra al livello nell’emozionante vittoria in rimonta Aston Villa che ha vinto loro il titolo di Premier League.

I tiri di Rodri nelle stagioni di Premier League 2021-22 e 2019-20

TruMedia/STATS Esegui

Quest’ultimo è stato piuttosto tipico della bella serie di reti di Rodri la scorsa stagione, una delle quattro che ha segnato da fuori area. Avendo in precedenza una media al massimo di poco meno di un tiro ogni 90 minuti, il 26enne stava prendendo 1,4 la scorsa stagione, una ripresa piuttosto significativa di non poco beneficio per il City quando può colpirli nel modo fragoroso che ha fatto. Abbinalo alla sua crescente minaccia dagli angoli e avrai un giocatore che può reprimere gli attacchi da un lato mentre ne arrotonda alcuni dall’altro.

“Azioni finali” è un punto a cui Rodri fa riferimento più di una volta; a volte questa è una giustificazione quanto un’altra per provare il fulmine da 30 yarde. Anche se tutto ciò che fa è navigare oltre la traversa, impedisce agli avversari di contrattaccare. In questo modo non è così dissimile dalle intercettazioni misurate o dai contrasti robusti a cui lo spagnolo è più facilmente associato.

“Ho iniziato ad allenarmi un po’ di più per arrivare in queste situazioni, per avere più voglia di arrivarci”, dice. “A volte non è il fatto che non hai una possibilità [available to you], sei più preoccupato per i contrattacchi che per gli attacchi. Fa parte di ciò che voglio [to improve]ho cercato di spingermi a farlo.

“Ho dimostrato a me stesso di potercela fare e quindi sto lavorando per entrare di più in queste situazioni, devo migliorare un po’ di più in termini di assist, passaggi chiave nell’ultimo terzo, gol. Penso di poter fallo, ne ho le capacità”.

Non sono stati solo i gol a fare di questa stagione la migliore di Rodri con la maglia del City, anche se così è stata. L’uomo ha firmato per avere successo Fernandinho ha fatto esattamente questo nel 2021-22 e non è stata una sorpresa che Guardiola, Begiristain e la gerarchia del club si siano rapidamente trasferiti per legare il nazionale spagnolo al club fino a poco dopo il suo 31esimo compleanno.

“È stata una trattativa molto facile per me e per il club. Sappiamo tutti cosa vogliamo, ci siamo trovati d’accordo in poco tempo. Avevo le idee chiare di restare qui più anni, mi sento a casa, come se fosse la mia seconda famiglia.

“Giocare per il City è un sogno. Se puoi prolungare il contratto significa che il club è molto contento di te, sei molto contento del club. C’è quel tipo di connessione non solo tra noi ma anche i tifosi, loro” mi sostengo e mi ami fin dal primo giorno, lo sento davvero.

“Quando hai quella sensazione, per un giocatore è tutto più facile svilupparsi bene e migliorare. Non lo vedi in molte, molte squadre e giocatori. Quando lo senti è incredibile e ti fa venire voglia di andare avanti nello stesso modo posto.”

Per ora Rodri sembra avere tutto ciò che un calciatore professionista può desiderare: un ambiente stabile, i fan che lo adorano e la possibilità di vincere i premi più grandi e migliori che il gioco ha da offrire. Perché dovrebbe voler essere ovunque tranne che nel City? E chissà, a volte “troppo lontano” in futuro potrebbe avere un ingranaggio completamente diverso nella macchina Etihad.

Articolo precedenteUno studio spagnolo trova una chiave per la steatosi epatica non alcolica
Articolo successivoLa filiale americana di Ferrovial si aggiudica l’ampliamento di quattro autostrade in Texas