Home Moda e bellezza Rituals raggiunge il miliardo di euro di fatturato

Rituals raggiunge il miliardo di euro di fatturato

82
0

L’anno scorso, il marchio di cosmetici olandese Rituali ha venduto quasi un quarto di prodotti in più, generando un fatturato di 1,1 miliardi di euro. Tra cinque anni, Rituals raggiungerà il tetto in Europa per quanto riguarda le vendite, quindi il marchio di cosmetici sta ora rivolgendo la sua attenzione all’Asia.

Puntare verso un duplice

Nonostante la pandemia di Covid, Rituals ha visto lo scorso anno il proprio fatturato aumentare del 24% da 889 milioni a 1,1 miliardi di euro. Questa pietra miliare fa guardare al futuro il fondatore Raymond Cloosterman: il marchio di cosmetici olandese guarda all’Asia per un’ulteriore crescita. “Pensiamo di poter raddoppiare, forse anche triplicare, nei prossimi cinque-dieci anni”, dice.

Tra cinque o sette anni, la catena, che ora conta quasi un migliaio di negozi, esaurirà le forze in Europa. Quindi nei prossimi dieci anni, Rituals si concentrerà sull’Asia, ha detto Cloosterman al quotidiano olandese Financieel Dagblad. Il rivenditore ha già cinque negozi a Hong Kong, con altri sei previsti per l’apertura quest’anno. Anche il primo negozio a Singapore o in Malesia dovrebbe aprire quest’anno. Il marchio entrerà in Cina attraverso Piccolo globale.

Vedi anche:  L'oggetto rinnovato che ti permetterà di pulire lo schermo doccia in 20 secondi

Cloosterman sta anche esaminando altri servizi e concetti, utilizzando l’Amsterdam House of Rituals come laboratorio di prova. La catena prova biancheria da letto di lusso, consente ai clienti di creare i propri profumi e bastoncini di fragranze e sperimenta gadget tecnologici. Ad esempio, i clienti possono ricevere un massaggio cerebrale di mezz’ora con musica rilassante. Cloosterman sta anche lavorando a un’app con routine di yoga, tra le altre cose. I braccialetti biometrici possono essere aggiunti in seguito.

Promesse verdi

Allo stesso tempo, Rituals si concentra sulla sostenibilità. Il brand aveva già un’immagine sostenibile, ma Cloosterman vuole confermarla oggettivamente ottenendo una certificazione B Corp. Per ricevere questa certificazione, l’etichetta di cosmetici promette di ridurre le emissioni di carbonio del 20% per i prodotti entro il 2025 e del 10% per le spedizioni. Entro il 2023, i prodotti devono essere costituiti per il 90% da ingredienti naturali e alcuni prodotti saranno ricaricabili.

Vedi anche:  Stai pulendo male? Quindi puoi farlo bene

Ogni tre anni, gli obiettivi vengono verificati dalla B-Corp americana. La società olandese ottiene attualmente 90 punti su 200. Tuttavia, Cloosterman non crede che tutta la responsabilità ricada sulle spalle delle aziende. Di recente, Rituals è stato criticato per aver utilizzato il marketing orientale stereotipato e per aver collaborato con influencer anti-vax. “Tutti questi dilemmi non dovrebbero essere responsabilità delle aziende”, afferma. “Il mondo diventa molto complicato in questo modo.”

Articolo precedenteIl marchio di mobili Made espande il mercato con l’acquisizione di Trouva
Articolo successivoTornano le fashion shopper: 80% di utile in crescita per Inditex