Home Economia Rimbalzi bancari: Sabadell, Bankinter, BBVA, Santander e CaixaBank salgono fortemente

Rimbalzi bancari: Sabadell, Bankinter, BBVA, Santander e CaixaBank salgono fortemente

71
0

Dopo che il settore bancario spagnolo ha iniziato la settimana registrando forti cali all’interno del IBEX 35nella sessione del mercato azionario questo martedì, entità finanziarie quotate allontanarsi dal tono negativo e rimbalza all’interno dello spagnolo selettivo.

Pertanto, le azioni di Sabadell anticipo di oltre l’1,7%, banchiere 2,6%, Santander circa il 3%, Banca Caixacirca il 3,7% e BBVA oltre il 3,6%.

Come è avvenuto lunedì, i mercati sono scambiati in modo volatile a causa del sentimento che rimane fragile tra i timori che la guerra tra Russia e Ucraina danneggerà la crescita globale e continuerà a far salire i prezzi delle materie prime.

“La crisi ucraina e i picchi di incertezza economica e delle materie prime hanno riacceso i timori di stagflazione, di una combinazione tossica di forte rallentamento economico e aumento dell’inflazione”, affermano gli analisti di eToro, che ritengono che “la crescita dovrebbe essere resiliente, i politici devono essere flessibili e i mercati devono adeguarsi rapidamente. Il settore dei beni discrezionali e le banche ne sosterranno il peso”.

Vedi anche:  Grifols: sul punto di confermare un 'testa e spalle' invertiti

La parola stagflazione è sempre più sulla bocca degli investitori. “Non è uno scenario da escludere in questo momento”, affermano a Link Securities, aggiungendo che “si riduce la capacità delle banche centrali di evitarlo, poiché le pressioni inflazionistiche provengono dal lato dell’offerta e non dal lato della domanda Pertanto, l’aumento dei tassi di interesse non raggiungerebbe inizialmente l’obiettivo di ridurre l’inflazione se non fosse a costo di penalizzare gravemente la domanda e provocare una recessione.Uno scenario complicato che sarebbe alleviato solo con una rapida risoluzione del conflitto armato in Ucraina, qualcosa che, al momento, non vediamo realistico”.

“La sessione di oggi è simile alle precedenti, con forti movimenti negli asset principali dovuti alle tensioni tra Ucraina e Russia, oltre alle minacce di quest’ultima con il loro arsenale nucleare. Inoltre, gli ultimi negoziati tra le due parti rimangono piuttosto distanti, mettendo sotto controllo l’economia mondiale”, dicono su IG.

Vedi anche:  BofA: "Sostituire il gas russo in Europa non è fattibile a breve"

Articolo precedenteIl doodle di Google commemora la Giornata internazionale della donna
Articolo successivoTelefónica lascia l’attacco alla linea guida ribassista principale per un’altra volta