Home Economia Repsol vende il 25% delle sue attività rinnovabili a Crédit Agricole ed...

Repsol vende il 25% delle sue attività rinnovabili a Crédit Agricole ed EIP per 905 milioni

104
0

Il Consiglio di Amministrazione di Repsol ha approvato oggi il vendita del 25% di Repsol Renovables per 905 milioni di euro al consorzio formato dall’assicuratore francese Assicurazioni di credito Agricole e fondi gestiti da Energia Partner infrastrutturali (EIP)come riportato dalla società al Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari (CNMV).

L’operazione rappresenta “un nuovo traguardo nel rispetto dell’art Piano Strategico 2021-2025 della società” e valuta 4.383 milioni di euro per il business delle rinnovabili di Repsol, “compresi debiti e interessi di minoranza”. L’operazione “dimostra il solidità del modello di business nelle rinnovabili che l’azienda sta costruendo attivamente da poco più di tre anni”, sottolineano da Repsol.

Repsol Renovables ha attualmente un portafoglio di oltre 1,6 GW di capacità rinnovabile installata ed è presente in Spagna, Stati Uniti, Cile e partecipa al progetto eolico offshore WindFloat in Portogallo.

Vedi anche:  Bitcoin e "cripte" rimbalzano al suono dei mercati e dell'attività delle balene

“Avere partner prestigiosi come Crédit Agricole Assurances ed EIP in Repsol Renovables rafforza la validità della nostra strategia e la nostra ambizione di essere un attore importante nella transizione energetica e soddisfa le nostre aspettative in questo importante processo. Il nostro obiettivo è raggiungere una capacità installata di 6 GW nel 2025 e 20 GW nel 2030. Come partner, condividono la nostra visione strategica per crescere nelle rinnovabili, portare la loro esperienza e sottolineare il valore della nostra piattaforma di crescita”, ha sottolineato. Giosuè Jon ImazCEO di Repsol.

L’incorporazione dei nuovi soci è prevista entro la fine dell’anno e una volta ricevute le necessarie autorizzazioni regolamentari. Secondo il patto parasociale, Repsol continuerà a controllare il business delle energie rinnovabiliPertanto, l’operazione non avrà alcun effetto sul conto economico del Gruppo.

Vedi anche:  Wall Street prevede ribassi con particolare attenzione all'inflazione e alla Federal Reserve

Il produzione di energia elettrica rinnovabile è uno dei principali pilastri del modello di decarbonizzazione di Repsolche nel 2019 è diventata la prima azienda del suo settore ad assumere l’impegno di essere emissioni nette zero entro il 2050.

Negli ultimi due anni, l’azienda ha concretizzato i suoi obiettivi di diversificare geograficamente il tuo business delle energie rinnovabilicompleta le sue capacità, migliora il suo portafoglio e crea una piattaforma solida con un grande potenziale di crescita, con l’ambizione di essere un operatore globale a basse emissioni.

Articolo precedenteAcciona Energía e Sacyr, nuovi valori dell’Ibex 35 di Almirall e CIE Automotive
Articolo successivoIl Bellvitge Hospital festeggia il suo primo giorno senza alcun “paziente covid” in terapia intensiva