Home Salute Quasi il 50% delle donne con doppia patologia soffre di depressione

Quasi il 50% delle donne con doppia patologia soffre di depressione

64
0

quasi il 40% dei pazienti con qualche tipo di dipendenza ricoverata all’Hospital del Mar per qualche malattia medico-chirurgica ne soffre almeno una disordine metallico. Questo è noto come il doppia patologia, un fenomeno che colpisce maggiormente le donne. Nello specifico, inoltre, Il 46% delle donne ammesse con una dipendenza soffre di depressione. “Le donne sono ricoverate meno per le dipendenze rispetto agli uomini, ma quelle che sono ricoverate hanno una patologia più doppia. Soffrono di più depressione. Siamo molto interessati perché dobbiamo affrontare tutto allo stesso tempo”, afferma Marta Torrens, direttore dei Procés d’Addicciones del Servizio di Psichiatria dell’Hospital del Mar.

Uno studio pubblicato sulla rivista “Rivista di medicina clinica” e guidato dall’Hospital del Mar e dall’Institut Hospital del Mar d’Investigacions Mèdiques (IMIM-Hospital del Mar), svoltosi tra il 1 gennaio e il 30 settembre 2020 in questo centro, ha seguito alcuni 70 pazienti con dipendenze inserito per altri motivi. Di questi, il 37% soffriva di qualche tipo di disturbo mentale associato. lLa prevalenza era più alta tra le donne, al 54%, mentre negli uomini era del 33%.

Vedi anche:  Monkeypox in Spagna: la salute emette un avviso dopo aver rilevato otto casi a Madrid

“Effetto telescopio”

Secondo i ricercatori, lo studio conferma che le donne con dipendenze sperimentano il “effetto cannocchiale”, questo è insieme a meno tempo di consumo hanno più problemi oppure li hanno prima di uomini con la stessa dipendenza. Allo stesso tempo, hanno qualità di vita molto scarsa peggio degli uomini. Nella doppia patologia, come spiega il dottor Torrens, “c’è sempre a discriminazione di genere”, perché più donne che uomini ne soffrono. Lo studio del mare, dice, lo conferma.

I casi valutati indicano che il l’età di partenza delle donne nel consumo è stato più tardi di quello degli uomini (23 anni contro 18), ma la comparsa della patologia psichiatrica si è verificata a età simili.

Alcool, il più consumato

La sostanza più comune consumata tra i pazienti, uomini e donne, con dipendenze era alcol, presente nel 47% dei casi, seguito da oppioidi, al 38%. Inoltre, il 46% delle donne ricoverate per doppia patologia ne soffriva depressione, il disturbo più comune. Nel caso degli uomini, questa patologia era presente nel 31% dei casi.

specialisti

Soffrono i pazienti con doppia patologia aumento dei ricoveri ospedalieri e problemi sociali, come difficoltà a trovare lavoro, fanno più tentativi di suicidio e hanno una prognosi peggiore. Per questo, gli autori dello studio difendono la necessità di stabilire circuiti che consentono agli specialisti in altre patologie di consultare gli esperti delle dipendenze nei loro centri quando sospettano che i pazienti possano soffrire di una dipendenza.

Questi risultati in definitiva riaffermano l’importanza di esplorare regolarmente la possibilità che i pazienti ricoverati soffrano di una dipendenza, nonché l’eventuale presenza di altre patologie disturbi mentali associati, in quanto possono avere un impatto significativo non solo dal punto di vista della patologia medica che li ha portati al ricovero, ma anche sulla qualità della vita. “Stiamo dando sempre più importanza a questo perché se non trattiamo tutto insieme, la dipendenza e la malattia mentale, il recupero non funzionerà”, fa notare il dottor Torrens.

Articolo precedenteQuesti sono i paesi europei in cui è stata rilevata l’epatite infantile di origine sconosciuta
Articolo successivoNetflix perde abbonati per la prima volta in un decennio e prevede ulteriori perdite