Home Moda e bellezza Quanto sale la bolletta della luce se hai il ventilatore acceso tutta...

Quanto sale la bolletta della luce se hai il ventilatore acceso tutta la notte?

86
0

Il le estati in Spagna stanno diventando più lunghe e più calde. E il calore è pericoloso, perché può causare sete intensa e secchezza delle fauci, esaurimento, stanchezza, debolezza, vertigini, crampi muscolari, ipotensione e persino iperventilazione.

Ecco perché è comodo da usare trucchi per avere una buona temperatura interna da casa senza bisogno di aria condizionata.

Con questo scenario, dormire la notte diventa un compito arduo e devi usare tutti i trucchi a disposizione poter riposare e addormentarsi.

fan

E uno degli elementi principali se non vuoi lasciare il stipendio sulla bolletta della luce, sono i fan. Ci sono diversi modelli: torri in piedi, a tetto o mobili. Per spendere pochi soldi sulla bolletta della luce, conviene scegliere quella che più si adatta alle misure della nostra casa e alle nostre esigenze.

Perché usare un ventilatore non è lo stesso per una persona che per più, nel caso in cui dormiate in coppia o anche con un bambino nella stanza.

Formula per calcolare la spesa

Inoltre, fa comodo sapere quanto spende il tifoso e quindi cercare di indossarlo per le ore necessarie per non sprecare neanche un euro. Per sapere quanto spende il nostro fan se lo abbiamo acceso tutta la notte, dobbiamo seguire alcuni semplici passaggi.

  1. Sapere quanto è il kilowatt / ora nella nostra bolletta della luce.

  2. Guarda quanta potenza utilizza la ventola che abbiamo (o quella che vogliamo acquistare). Questi dati sono riportati nel libretto di istruzioni, nella sezione delle caratteristiche. A volte, esce anche nella scatola in cui va il dispositivo.

  3. Quando hai i dati precedenti (prezzo per kilowatt/ora e potenza della ventola) devi moltiplicarli.

  4. Il risultato precedente deve essere moltiplicato per otto o per le ore di sonno. La cifra è il prezzo totale che pagheremo per avere il ventilatore acceso tutta la notte.

60-90 wattora

In media, i ventilatori che si trovano solitamente nei corridoi o nelle stanze di una casa consumano solitamente circa 90 watt/ora (0,09 kW/ora). Ma i ventilatori a soffitto consumano in media meno energia (circa 60 watt all’ora, o 0,06 kW/ora), quindi posizionarne uno sopra il letto potrebbe essere un’opzione migliore per i pernottamenti.

Vedi anche:  Woman festeggia il suo 30° anniversario a Ibiza con una sfilata che vede protagonisti 14 creatori di moda Adlib

Inoltre, il l’aria fredda di solito va dall’alto verso il basso -come lui l’aria calda circola dal basso verso l’alto– che è una buona opzione per averlo posizionato sul soffitto.

Tuttavia, i ventilatori generano correnti d’aria e rinfrescano la casa se sono posizionati su finestre opposte espellendo l’aria calda, quindi anche posizionare un ventilatore in piedi vicino al letto non è una cattiva opzione.

Programma

Che tu stia montando un ventilatore da soffitto, un ventilatore da terra o una torre mobile, puoi farlo programma in modo che sia acceso solo per poche ore, e quindi spendi meno.

Ci sono dispositivi che hanno già un timer che ti permette di lasciarlo acceso per 2, 4 o 6 ore (generalmente) ma, se non ne hai uno, puoi sempre impostare un timer separato e programmarlo per accendersi e spegnersi quando ti fa comodo.

Vedi anche:  Muore Thierry Mugler, lo stilista francese che ha rivoluzionato il settore negli anni '80

Articolo precedenteUn olio d’oliva “zero calorie” che può essere venduto negli Stati Uniti, ma non in Spagna. Come mai?
Articolo successivoqueste sono le nuove ricette